Il personaggio
giovedì 3 dicembre 2015
VOLLEY
«Quattro chiacchiere con...»: Giandonato Fino

Questa settimana abbiamo deciso di fare «Quattro chiacchiere con...» Giandonato Fino, allenatore del CasaSebastiano Coredo, per parlare sì di volley e del derby di sabato contro l'Argentario ma, soprattutto, per dare lo spazio che merita alla bella iniziativa, presentata nei giorni scorsi dalla società nonesa, facendoci poi raccontare com'è nata l'idea e quali obiettivi si pone. Sabato scorso infatti, a Coredo, oltre a festeggiare il ritorno alla vittoria da tre punti di Penasa e compagne contro lo Spakka Volley, si è assistito nel pomeriggio alla presentazione di una lodevole iniziativa a scopo solidale, ossia un Calendario per il 2016. La particolarità dell'iniziativa sta nel fatto che, a mettersi in posa per i dodici mesi del nuovo anno, sono state le stesse pallavoliste, diventate modelle per una nobile causa. Una bellissima iniziativa, nata e portata avanti dalla società di Coredo, per aiutare e sostenere la Fondazione Trentina per l'Autismo nella realizzazione, in Val di Non, di un centro attrezzato per accogliere chi soffre d'autismo: quel CasaSebastiano che le ragazze allenate da Fino, portano con orgoglio sulle proprie magliette, a testimonianza dello stretto legame che esiste tra la società pallavolistica e la Fondazione presieduta da Giovanni Coletti.

La copertina del calendario 2016 realizzato dal CasaSebastiano Coredo Volley
La copertina del calendario 2016 realizzato dal CasaSebastiano Coredo Volley

«Il progetto nasce da una nostra volontà di sostenere e aiutare concretamente, la Fondazione per l'Autismo - spiega lo stesso Fino - per quanto è nelle nostre capacità e possibilità, ci teniamo ad essere vicini a Giovanni Coletti ed alla sua causa».

Il nome della vostra squadra ed ora questa bella iniziativa, testimoniano un legame molto profondo.
«Certamente. Da anni siamo impegnati per aiutare concretamente la Fondazione e, l'idea del calendario, è solo una tappa di questa nostra collaborazione».

Una bella iniziativa che ha coinvolto anche le vostre giocatrici.
«Sono molto contento, perché si sono mostrate tutte disponibili a partecipare, fin da subito. Hanno fatto qualcosa di meraviglioso. Occorre dire che la realizzazione del calendario non è stata semplice, poiché ha richiesto tempo, ma tutta la nostra società si è adoperata nel migliore dei modi fino all'ultimo scatto».

La causa è nobile e presto si potrà vedere realizzato il centro "CasaSebastiano".
«Sì, il ricavato andrà interamente alla Fondazione e servirà per ultimare i lavori del centro che sorgerà a due passi dalla nostra palestra. Fortunatamente, la struttura è quasi pronta ed entrare a far parte di un progetto così rilevante e considerevole, è per noi motivo di grande orgoglio».

Lo avete presentato sabato e già si possono vedere i primi risultati. Come sta andando?
«Contro ogni nostra più rosea previsione, i risultati sono fantastici. I calendari stanno andando letteralmente a ruba e dovremo già pensare ad una ristampa. Onestamente, non ci immaginavamo un successo simile. Siamo davvero entusiasti dei risultati e della risposta di tutti. Ora speriamo arrivino anche i risultati in campo».

Una pagina del calendario. Le giocatrici in posa per il mese di settembre
Una pagina del calendario. Le giocatrici in posa per il mese di settembre

A proposito di campo, i due successi consecutivi vi permettono di arrivare al derby di sabato nel migliore dei modi.
«Ad inizio anno, avevo detto che ci sarebbero voluti due o tre mesi, prima di vedere il nostro miglior gioco, dal momento che siamo una squadra rinnovata rispetto all'anno scorso. Nelle ultime partite si stanno vedendo i nostri continui progressi, non solo nelle due vittorie, ma anche nella sconfitta contro il C9. Possiamo dire che siamo sulla buona strada».

Anche la palleggiatrice Marta Ruben è sulla strada della completa guarigione.
«Sì, e per noi è una pedina importante. Dopo l'infortunio è rientrata e sta giocando sempre meglio. Anche sabato è stata protagonista di un'ottima prestazione e sta ritrovando fiducia in sé stessa».

Che derby vi aspettate sabato?
«Sarà indubbiamente un match difficile. Temiamo molto l'Argentario, perché la reputo una squadra giovane, ma molto forte. Tuttavia, restiamo fiduciosi delle nostre capacità e siamo concentrati per continuare il nostro percorso di crescita e per portare a casa un risultato importante».

Il mister del CasaSebastiano Coredo Giandonato Fino (foto Riccardo Giuliani)
Il mister del CasaSebastiano Coredo Giandonato Fino (foto Riccardo Giuliani)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Inserire almeno 4 caratteri