B1 Maschile
venerdì 1 aprile 2016
VOLLEY
Avs, per sperare ancora nei Playoff occore battere Sant'Anna

Sarà anche ripetitivo, ma d’altronde per l’AVS Mosca Bruno da qui alla fine della regular season il mantra sarà solo e sempre uno: vincere. E vincere da tre punti, ovviamente, per mantenere vive le speranze di agguantare quel quarto posto che significa playoff e che oggi dista 8 lunghezze.
L’ostacolo di domani (sabato 2 aprile ore 18, palestra Max Valier di via Sorrento) si chiama Sant’Anna Tomcar, arriva da San Mauro Torinese e viaggia a centroclassifica a quota 30 punti, quattro meno dei bolzanini. I piemontesi hanno lottato a lungo per i playoff chiudendo il 2015 addirittura al quarto posto con ben 8 punti di vantaggio sull’AVS, poi sono incappati in cinque sconfitte consecutive che li hanno rimandati nell’anonimato. A Bolzano arrivano quindi senza pressioni, se non quella di ben figurare.

QUI AVS

. Coach Burattini avrà l’intero organico a disposizione. “Abbiamo lavorato intensamente dopo la pausa pasquale e siamo un po’ imballati, ma domani non ci sono scuse o alternative alla vittoria. Anche per cancellare la sfortunata partita di andata, dove avevamo Gavotto e Chiappa acciaccati, Andriano out e l’allora libero Sambucci con la febbre”.

QUI SANT’ANNA.

La squadra di coach Stefano Caire è una delle più giovani del girone che però può contare sull’esperienza del centrale Alessandro Vajra (36 anni, tre campionati di A2, l’ultimo nel 2010-11 a Monza). L’altro posto da centrale se lo contendono Giacobbo e Chiappino e c’è ballottaggio anche in posto 4 per il giocatore (Pagano o Bassani) da affiancare a Graziana. Scontata invece la diagonale formata dal palleggiatore Vittone e dall’opposto Bernardi, il libero è il 20enne Sansanelli.
I PRECEDENTI. L’unico riguarda il match di andata, finito 3-1 per i piemontesi e caratterizzato da infortuni e cartellini rossi a carico dell’AVS. Top scorer furono Vajra e Pagano con 16 punti e Gavotto con 14 (ma in soli due set e mezzo).
ARBITRI. L’incontro di domani sera sarà diretto da Luca Ferrari di Bergamo e Angelo Calabrese di Milano.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri