B Maschile
domenica 2 aprile 2017
VOLLEY
L'Avs Mosca supera per 3-0 il Motta e rafforza il secondo posto

Riscatto doveva essere e riscatto è stato. L’AVS Mosca Bruno cancella in fretta lo scivolone di Trieste e sul parquet delle “Max Valier” travolge con un perentorio 3-0 la Pallavolo Motta, riprendendosi tre punti di vantaggio sulla terza posizione, detenuta proprio dai trevigiani. Nel match che poteva valere una stagione i bolzanini gettano il cuore oltre l’ostacolo, sfoderando una prestazione eccezionale dal punto di vista agonistico e mentale, riuscendo sempre a spuntarla nelle fasi più convulse e decisive dell’incontro. Top scorer del match è stavolta Ingrosso (16 punti come l’ex Albergati, migliore realizzatore ospite), seguito da Gavotto con 13; in doppia cifra ci va anche Paoli, ma è tutta la squadra a girare alla grande con Bleggi al 75% in attacco, Agostini e Thei ottimi in ricezione e difesa e con la piacevole sorpresa del secondo alzatore Lizzola, subentrato a Spagnuolo a inizio secondo set e autore di una prova da incorniciare.
Adesso il calendario prevede un altro impegno casalingo contro il già retrocesso Casalserugo, poi la trasferta di Bibione (penultimo della classe) e infine, prima della chiusura a Prata, l’altro scontro con Padova, attualmente quarto a quattro lunghezze.

La cronaca


Formazione tipo per l’AVS con Spagnuolo in regia opposto a Gavotto, Paoli e Bleggi al centro, Ingrosso e Agostini in banda, Thei libero. Sestetto standard anche per coach Marco Zingaro, che schiera Salvatore in regia opposto all’ex Albergati, Persoglia e Fantuz al centro, Seveglievich e Gozzo di banda, Novello libero. In un PalaValier affollato e rumoroso come non mai, grazie anche alla calorosa tifoseria veneta, a uscire meglio dai blocchi sono gli ospiti: 0-3 con un muro e due errori bolzanini. Ingrosso firma il cambio palla e poi suona la carica al servizio: due ace conditi da due errori di Albergati e un muro di Paoli lanciano l’AVS sul 7-3. Altri due muri, firmati dallo scatenato Ingrosso e da Spagnuolo, permettono ai bolzanini di allungare sul 13-7. Il vantaggio rimane rassicurante fino al 20-15, poi l’AVS sbaglia tre palloni ed è 20-18. Ingrosso spezza la serie ma subito dopo, sulla battuta flottante di Albergati, un contrattacco ospite e due attacchi out dell’AVS azzerano tutto: 21-21. A questo punto sale in cattedra capitan Gavotto con tre attacchi di fila fino al 24-23, chiude Agostini con un muro su Albergati.
Nel secondo set l’inizio è simile, anzi stavolta Motta non solo parte meglio (1-3), ma addirittura si porta sul 2-6 e a questo punto coach Burattini si gioca la carta Lizzola, che rimarrà in regia fino al termine. Un ace di Agostini e un muro di Bleggi dimezzano lo svantaggio (7-9), ma Motta riparte con Albergati: 8-12. Sul 10-14 Ingrosso e Gavotto quasi operano l’aggancio (13-14), i trevigiani rispondono sempre con l’opposto e si riportano a +4: 14-18. La svolta del set arriva con Agostini in battuta: gli ospiti infilano tre errori consecutivi e rimediano anche un rosso per proteste: 18-18. Il vantaggio lo firma Bleggi, che mette giù anche l’ace del 21-19. Motta regge fino al 22-21, poi si arrende di fronte a due punti di Paoli inframezzati da un ace di Ingrosso.
Nel terzo parziale si lotta punto a punto fino al 4-4, quando l’AVS allunga e va alla prima pausa obbligatoria sull’8-5. Lo scarto aumenta con un ace di Ingrosso (14-10) e si mantiene a +3 al secondo time out tecnico (16-13). Al rientro in campo Motta si rifà sotto (16-15) e rimane alle calcagna dei bolzanini fino al 18-17, quando su ficcante servizio di Lizzola arrivano due attacchi di Ingrosso e un muro di Paoli su Persoglia per il 22-17. I trevigiani sono alle corde, tentano la rimonta (23-21) ma dopo il 24-21 firmato Agostini alzano bandiera bianca con un servizio lungo di Gozzo.

Andrea Burattini è provato dalla tensione, ma felice: «I ragazzi hanno giocato una partita straordinaria – dice il tecnico della squadra altoatesina – perché non era facile affrontare una squadra forte come Motta dopo una sconfitta inattesa come quella di Trieste. Invece hanno sfoderato messo grinta e carattere, abbiamo fatto bene le cose che sappiamo fare meglio e soprattutto abbiamo giocato da squadra. Bravi tutti e un elogio a Lizzola, che si è fatto trovare pronto dimostrando di essere cresciuto parecchio nel corso della stagione. Adesso dobbiamo affrontare le prossime due partite senza pensare di averle già vinte e poi giocarci la sfida con Padova».

Il tabellino


AVS MOSCA BRUNO – PALLAVOLO MOTTA TV 3-0 (25-23, 25-21, 25-22) (75-66)
AVS MOSCA BRUNO: Spagnuolo 2 (1 attacco + 1 muro), Gavotto 13 (13 att), Ingrosso 16 (11 att + 1 muro + 4 ace), Agostini 4 (2 att + 1 muro + 1 ace), Paoli 10 (7 att + 3 muri), Bleggi 5 (3 att + 1 muro + 1 ace), Thei (L), Lizzola 1 (1 att). N.e. Salviato, Polacco, Petrich. All. Andrea Burattini
PALLAVOLO MOTTA TV: Salvatore 1, Albergati 16, Seveglievich 4, Gozzo 7, Persoglia 8, Fantuz 6, Novello (L), Bettin 1, Foroni, Stefanetto. N.e. Quarti, Gabriel (L2), Bolzan. All. Marco Zingaro
ARBITRI: Angelo Calabrese di Monza e Piera Usai di Milano
DURATA SET: 32’, 32’, 30’
NOTE: AVS Mosca Bruno: muri 7, ace 6, battute sbagliate 8, errori 13. Pallavolo Motta: muri 5, ace 1, battute sbagliate 11, errori 13

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri