B Maschile
domenica 7 maggio 2017
VOLLEY
L'Avs chiude con uno spettacolare 3-2 a Prata, ora i playoff

Si chiude con un pirotecnico 3-2 per la capolista Prata la stagione regolare dell’AVS Mosca Bruno, che ora punta decisa ai playoff promozione per quella che sarebbe una storica promozione in A2. Nella pallavolo altoatesina maschile, infatti, nessuna squadra ha conquistato la serie A sul campo: nella stagione 2003-04 e in quella successiva l’Alto Adige ebbe il Südtirol Volley in A2, ma si trattava di una proprietà trentina che aveva acquisito i diritti.
A Prata è stata partita divertente, ma vera, perché nessuno ci stava a perdere come testimoniano il risultato finale e i parziali, in particolare l’interminabile terzo set. Coach Burattini ha dato ampio spazio a tutta la panchina, lasciando in campo per tutto l’incontro Salviato e Petrich (oltre a capitan Gavotto), facendo ruotare il resto della squadra e ricevendo indicazioni confortanti.
Andrea Burattini ha ragione di essere soddisfatto: «Sono contento perché pur avendo giocato tutto l’incontro senza tre titolari – un martello, un centrale e il libero – siamo riusciti a tenere testa alla capolista che, Deltchev a parte, ha schierato la formazione migliore. I ragazzi che hanno giocato poco durante la stagione hanno dimostrato di tenere il campo senza problemi e questo è confortante in vista dei playoff, quando avremo bisogno di tutti per fronteggiare le situazioni di difficoltà».
La Federazione ha ufficializzato quanto già si sapeva: nel primo turno dei playoff promozione l’AVS incontrerà la Canottieri Ongina, prima classificata del girone A. Gara d’andata il 13 maggio in casa dei piacentini, ritorno il 20 a Bolzano, eventuale gara 3 mercoledì 24 maggio a Monticelli d’Ongina. Nell’altra semifinale si scontrano Saronno e Parella Torino. Nelle due finali che assegnano le due promozioni, le vincenti delle semifinali affronteranno Bergamo e Prata. Se l’AVS dovesse battere Ongina, in finale giocherebbe comunque contro Bergamo, avendo già affrontato Prata in regular season.

La cronaca


L’AVS parte con Lizzola (dal terzo set giocherà Spagnuolo) in regia opposto a Gavotto, Salviato e Polacco (dal terzo set giocherà Ingrosso) in banda, Petrich e Paoli (dal terzo set giocherà Bleggi) al centro, Agostini libero per tenere a riposo Thei. Coach Luciano Sturam lascia a riposo Deltchev e schiera Calderan in palleggio opposto a Della Corte, Martin e Tassan al centro, Corazza e Radin in banda, Fabbian e Pinarello i due liberi. Inizio equilibrato con Prata a comandare al primo time out tecnico (8-6), ma l’AVS mette la freccia con Polacco che sigla i primi due punti in serie B (9-10) e va al secondo pit stop sul 13-16. Prata reagisce e si porta a -1 (19-20), Polacco a muro su Della Corte impedisce l’aggancio imitato poco dopo da Gavotto che chiude anche il primo set.
I friulani non ci stanno a perdere e, dopo un avvio di secondo set in bilico (6-6), accelerano (10-7) costringendo Burattini al time out. Prata però è più efficiente in attacco e vola sul 19-10, sul 23-15 l’AVS infila un parziale di 5-1 (con buon turno al servizio di Salviato condito da un ace) risalendo fino al 24-20 prima di arrendersi.
Partenza a razzo dei padroni di casa nella terza frazione, si fiondano sul 10-4 con Della Corte e Radin scatenati. L’AVS però non molla e trascinata da Gavotto risale fino al 12-9 e sul 14-12 è coach Sturam a dover fermare il gioco. Un ace di Radin riporta a +3 Prata (17-14), poi Della Corte manda fuori ed è parità: 19-19. Un ace di Corazza fa ripartire i friulani (21-19), Ingrosso risponde con un muro e con un ace (23-23), Prata si procura la prima palla set vanificata da un errore al servizio di Calderan, poi è all’AVS a non sfruttare tre occasioni e infine Prata concretizza la quinta chance per chiudere 31-29 e portarsi sul 2-1.
Quarta frazione: Prata torna in campo decisa a chiudere i conti (4-1), poi però sbaglia due palloni di fila ed è 4-4. Bleggi in attacco e a muro firma il sorpasso ospite (6-7), Petrich mura per il 9-12, ace di Spagnuolo ed è 9-14 con Prata a fermare il gioco. Non si ferma invece l’AVS, che allunga con Gavotto e Ingrosso (13-19) e si guadagna in scioltezza il tie-break.
Nel tie break, dopo il 3-2 iniziale, l’AVS mette la freccia con Salviato a muro (3-5) e va al cambio campo in leggero vantaggio: 7-8. Al rientro però Tassan mura per il sorpasso (9-8), Radin mette già due contrattacchi di fila (11-8), l’AVS rimane agganciato fino al 12-11 poi si arrende tra gli applausi convinti del pubblico di fede friulana.

Il tabellino


GORI WINES PRATA PN – AVS MOSCA BRUNO 3-2 (22-25, 25-20, 31-29, 17-25, 15-11) (110-110)
GORI WINES PRATA PN: Calderan 5, Della Corte 20, Radin 22, Corazza 9, Martin 13, Tassan 14, Pinarello (L), Fabbian (L), Nepitali, D’Odorico, Bugin 1. N.e. Pat, Deltchev. All. Luciano Sturam
AVS MOSCA BRUNO: Lizzola, Gavotto 22 (20 att + 1 muro + 1 ace), Salviato 10 (8 att + 2 ace), Polacco 3 (2 att + 1 muro), Paoli 6 (2 att + 4 muri), Petrich 5 (2 att + 3 muri), Agostini 1 (L), Ingrosso 14 (12 att + 2 ace), Bleggi 5 (3 att + 2 muri), Spagnuolo 2 (1 muro + 1 ace). N.e. Thei. All. Andrea Burattini
ARBITRI: Luca Cecconato e Denis Serafin di Treviso
DURATA SET: 26’, 26’, 39’, 27’, 17’
NOTE: Prata: muri 8, ace 9, battute sbagliate 17, errori 25
AVS Mosca Bruno: muri 12, ace 6, battute sbagliate 13, errori 13

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri