B1 Femminile
lunedì 12 febbraio 2018
VOLLEY
Vola l'Argentario, sconfitte per Neruda e Ata
di Thomas Pastorino

Continua il grande campionato dell’Argentario, che cala il poker di vittorie superando in quattro set il Bedizzole Volley. Cade in terra friulana invece la Walliance Ata Trento (3-1 contro l’EstVolley), mentre il Neruda si arrende solo al tie-break in casa dell’Iseoserrature Pisogne.

ARGENTARIO PROGETTO VOLLEI – BEDIZZOLE VOLLEY BS 3-1 (23-25, 25-18, 25-23, 25-17)



Quarto successo consecutivo per l’Argentario Progetto VolLei (30), che al PalaBocchi rifila un netto 3-1 al Bedizzole Volley e rimanendo al quinto posto in classifica, a soli cinque punti dal terzo posto valido per i play-off. Una prova all’altezza della situazione per la formazione di Moretti, che dopo un opaco primo set è riuscita a ribaltare la situazione imponendosi nei successivi tre parziali. Merito delle prestazioni da oltre venti punti di Giorgia Mazzon (23 palloni messi a terra) e Pucnik (22), ben coadiuvate da Alessia Mazzon (11) e Visintini (14).
Mister Moretti opta per lo starting-six composto da Bonafini al palleggio, Visintini opposto, Pucnik e Giorgia Mazzon schiacciatrici, Cardoni e Alessia Mazzon centrali e Dorigatti libero.
Nel prossimo turno le collinari saranno protagoniste del big-match di giornata, sfidando al PalaBocchi la vice-capolista Ospitaletto distante solo sei lunghezze: un successo darebbe ulteriore slancio all’incredibile sogno chiamato play-off promozione in A2.

ESTVOLLEY SAN GIOVANNI – WALLIANCE ATA TRENTO 3-1 (25-20, 21-25, 26-24, 25-21)



Pesante e inaspettata sconfitta per la Walliance Ata Trento (20), che cade per 3-1 sul parquet dell’EstVolley San Giovanni e si vede riavvicinare la zona calda della classifica, con Arena Volley e proprio EstVolley ora distanti 6 e 5 lunghezze.
Un vero rammarico dunque, anche perché le bianconere venivano da una grande partita disputata contro Pisogne, e una prestazione sottotono non era particolarmente auspicabile: e invece Bottura e compagne, dopo aver perso il primo set 25-20 e recuperato con un convincente 21-25 nel secondo parziale, ha ceduto per un soffio ai vantaggi la terza frazione (26-24), perdendo fiducia ed energie nel quarto ultimo parziale un cui le friulane si sono imposte 25-21.
Tra le fila trentine da segnalare le prove da 24 punti di Bogatec (con 5 stampi), Paoloni con 20 punti a referto e Bottura con 16.
Nel prossimo turno partita agevole in casa del fanalino di coda Adro Volley, ancora a secco di punti conquistati in questa stagione.

ISEOSERRATURE PISOGNE - NERUDA VOLLEY 3-2 (25-16, 25-20, 21-25, 22-25, 15-5)



Lotta fino al tie-break ma deve cedere i due punti il Neruda Volley (27), sconfitto al quinto set sul parquet dell’Iseoserrature Pisogne. Dopo la grande impresa del turno precedente contro Martignacco, le ragazze di Mister Samec sono state encomiabili nel recuperare il doppio svantaggio dopo aver perso i primi due set, riuscendo a portare la sfida al tie-break: qui però le padrone di casa (trascinate dai 21 punti di Okaka) sono riuscite a ritrovare il bandolo della matassa e conquistare il match. Bene Fiabane nel ruolo di opposto (14 punti) in vece dell’assente Fogagnolo, così come Dhimitriadhi (16). Nella prossima giornata le altoatesine ospiteranno l’EstVolley, fresco vincitore del match contro l’Ata.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri