A2 Femminile
sabato 17 marzo 2018
VOLLEY
La Delta si aggrappa a Dekany per superare al quinto Marsala

Torna a sorridere davanti al proprio pubblico la Delta Informatica Trentino, che dopo il passo falso interno con Orvieto liquida la pratica Sigel Marsala in cinque set, trovando continuità di risultati dopo la vittoria ottenuta domenica scorsa a Perugia. Due punti importanti in chiave playoff per le gialloblù, che rafforzano momentaneamente la sesta posizione, agganciando per una notte al quarto posto Chieri e Marignano, in attesa delle gare in programma domani. Sofferta forse più del previsto l'affermazione al tie break su una Sigel Marsala, che ha cambiato volto dal terzo set in avanti, quando Campisi ha inserito Ventura, dirottando Perry in posto-4. Una mossa che ha scombinato i piani di Trento, ritrovatasi però nel momento più importante della gara.
Sugli scudi una Dekany continua ed efficace in attacco (19 punti con il 38% a rete), molto bene al centro della rete Fondriest (56% in attacco e 2 muri), positiva anche la prova di Fiesoli (33% a rete, 2 muri e 1 ace). Marsala si è aggrappata ad una positiva Perry (20 punti con il 41% in attacco) e ad un rendimento a muro eccezionale con ben 19 punti ottenuti in questo fondamentale, nel quale si è messa in luce soprattutto la centrale Furlan con 7 stampi personali.

La cronaca


Negro si affida al sestetto annunciato alla vigilia, con Moncada al palleggio, Kiosi opposto, Fiesoli e Dekany laterali, Fondriest e Moretto al centro e Zardo libero. Campisi risponde con Agostinetto in regia, Perry opposto, Merteki e Rossini in posto-4, Facchinetti e Furlan al centro e Marinelli libero.
Trento parte con il piglio giusto grazie al muro di Fiesoli e all'ace di Fondriest (4-1), un antaggio subito vanificato dalla reazione siciliana firmata da Furlan (muro) e Perry (attacco del 4-4).
La Delta Informatica fatica a prendere le contromisure a Perry e il muro di Furlan su Kiosi regala il +2 alle ospiti (10-12). Sono gli errori della Sigel a riportare in carreggiata le gialloblù: Perry attacca in rete, Facchinetti non trova il campo con la fast e la Delta Informatica torna a condurre (17-15). Nel finale sale in cattedra Dekany: l'ungherese prima va a segno da posto-4 (19-16), poi infila un ottimo turno al servizio, concretizzato da un muro di Fondriest e da una pipe della stessa Dekany (22-16). Set in cassaforte, Fiesoli non perdona da posto-4 e l'errore al servizio di Facchinetti sancisce il 25-19 finale.
La prima parte del secondo set è la sagra dell'errore: sbagliano per prime Fiesoli e Dekany (5-6), Marsala non è da meno e gli attacchi out di Rossini e Facchinetti, seguiti dall'ace di Fiesoli, valgono un break importante in favore delle gialloblù (13-9) con Campisi costretto a ricorrere al time out. La Sigel continua a faticare, Dekany firma un ace all'incrocio delle righe (17-12) e Kiosi si sblocca con un diagonale strettissimo da posto-2 (18-12). La Delta decide però di complicarsi la vita da sola e con tre errori di Moretto in attacco e un'invasione di Moncada permette a Marsala di rifarsi sotto (22-19). La gara non è particolarmente spettacolare e alla Delta basta il minimo sindacabile, due attacchi di Kiosi e una fast di Fondriest, per portarsi sul 2-0 (25-22).

Campisi si gioca la carta Ventura al posto di Rossini e Marsala parte con piglio più sbarazzino (5-7). Entra Michieletto per Fiesoli, Perry fa 5-8 in lungo linea e Negro getta nella mischia anche Fucka al posto di Moretto. Marsala, però, gioca meglio, Trento commette qualche sbavatura in ricezione e le siciliane sono abili ad approfittarne, con Merteki, Furlan e Ventura che spingono la Sigel fino al 9-17. Entra Carraro in regia per Moncada, Michieletto prova a suonare la carica (14-20) ma Perry risponde immediatamente facendo la voce grossa in attacco e senza particolar affanni Agostinetto e compagne intascano la frazione (15-25).
Dekany tiene a galla Trento in avvio di quarto set (3-4), ma la Delta Informatica fatica ad ingranare: Perry mura Fondriest, Merteki va a segno dalla linea del servizio e Negro deve ricorrere al time out (3-7). Trento non reagisce, Furlan firma l'ace del 7-14 e Merteki stampa Kiosi per il 7-15. Negro inserisce Antonucci per una Kiosi in difficoltà (8-17), le gialloblù collezionano più errori che altro mentre la Sigel si esalta a muro e allunga con merito l'incontro al quinto set (18-25).
Il tie break è all'insegna dell'equilibrio con Trento che riordina le idee nella propria metà campo dopo due set in grande sofferenza (5-5). Entra Michieletto per Kiosi, si procede punto a punto fino all'8-8 quando Marsala allunga con lo smash di Furlan e l'errore di Michieletto (8-10). La Delta però non si scompone e trova la parità con l'errore di Merteki, per poi scappare via grazie al muro di Moretto su Merteki e all'attacco in rete di Ventura (12-10). Il finale si tinge di gialloblù, Dekany non sbaglia un colpo e assieme a Fondriest, protagonista con il muro su Merteki (nella circostanza Marsala perde per un infortunio al ginocchio la sua laterale), spinge la Delta Informatica ad un soffertissimo successo (15-12).

Le dichiarazioni


«È stata un'altra gara dai due volti, positiva nei primi due set nei quali siamo stati ordinati e disciplinati, meno nel terzo e nel quarto quando Marsala ha osato di più e ha saputo metterci in difficoltà giocando una buonissima pallavolo – spiega Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino – Avremmo dovuto avere più pazienza, invece ci siamo fatti prendere dalla frenesia di voler chiudere subito il punto. Nel tie break abbiamo ritrovato lucidità, conquistando un successo prezioso in chiave playoff».

Il tabellino


Delta Informatica Trentino – Sigel Marsala 3-2 (25-19, 25-22, 15-25, 18-25, 15-12)
DELTA INFORMATICA TRENTINO: Moncada 2, Kiosi 14, Dekany 19, Fiesoli 14, Fondriest 12, Moretto 6, Zardo (L); Michieletto 4, Moro 0, Carraro 0, Fucka 0, Antonucci 0. All. Nicola Negro
SIGEL MARSALA: Agostinetto 3, Perry 20, Merteki 16, Rossini 5, Furlan 13, Facchinetti 5, Marinelli (L); Ventura 7, Mucciola 0, Murri ne, Cazzetta (L) ne. All. Francesco Campisi
ARBITRI: Stefano Caretti e Vincenzo Carcione di Roma
DURATA SET: 23', 25', 24', 22', 18' (totale: 1h52')
NOTE: spettatori 300 circa. Delta Informatica: muri 7, ace 6, errori azione 17, errori battuta 12. Marsala: muri 19, ace 4, errori azione 15, errori battuta 10. Mvp: Dekany

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri