SuperLega
sabato 7 aprile 2018
VOLLEY
La Diatec porta Perugia al tie break, ma gara-3 è degli umbri

Dopo aver vinto gara 2 alla BLM Group Arena, la Diatec Trentino sfiora il successo esterno anche al PalaEvangelisti, cedendo solo per 15-13 al tie break in gara 3 di Semifinale. Stasera in Umbria la formazione guidata in panchina da Angelo Lorenzetti ha dimostrato di potersi giocare sino in fondo le proprie carte nella serie contro la prima della classe Sir Safety Conad, che ha dovuto soffrire sino al quinto set, rimontare due volte gli ospiti prima di guadagnarsi due opportunità per staccare la qualificazione alla Finale riportandosi avanti per 2-1 nel confronto al meglio delle cinque partite.
Se non vorranno concludere la propria corsa in campionato, i gialloblù dovranno quindi necessariamente vincere gara 4, in programma in Trentino fra otto giorni (domenica 15 aprile, alle ore 18 presso la BLM Group Arena), ma i motivi per credere nel nuovo pareggio ci sono tutti. La prestazione offerta dai gialloblù stasera è forse stata ancora migliore delle due precedenti; ad eccezione del secondo set, perso nettamente 13-25, Lanza e compagni hanno costantemente dato l’impressione di poter rivaleggiare punto a punto contro il quotato avversario, mettendo in mostra momenti di ottima pallavolo come testimoniano la vittoria del primo e del terzo set (ottenuti con un servizio affilato e grandi percentuali di squadra in attacco) e buona parte del quinto e decisivo parziale. Assieme a Capitan Lanza, di nuovo best scorer dei suoi con 19 punti (47% a rete, un muro e un ace), ottime cose le hanno fatte anche Teppan (confermato titolare per l’indisponibilità di Vettori e a segno 16 volte col 48%), il palleggiatore Giannelli ed il centrale Kozamernik (62% in primo tempo, due muri e un ace), ma al di là dei singoli è stata l’intera squadra a muoversi comunque come un vero gruppo.

La cronaca


La Diatec Trentino si presenta di nuovo in Umbria inizialmente priva dell’opposto titolare Luca Vettori, che non recupera dalla contrattura alla schiena accusata già mercoledì sera nel prepartita di Civitanova; Lorenzetti quindi schiera Teppan in diagonale a Giannelli, Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Kozamernik al centro, De Pandis libero; la Sir Safety Conad risponde con De Cecco al palleggio, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Russell in posto 4, Podrascanin e Anzani al centro, Colaci libero. L’avvio di Trento è eccezionale; Lanza e Teppan guidano i gialloblù all’immediato allungo (7-3), ispirato anche dai servizi di Kovacevic (pure un ace diretto con l’aiuto del nastro). Il time out di Bernardi chiarisce le idee ai padroni di casa, perché successivamente Podrascanin (attacco e due muri in fase di break point) riporta a stretto contatto le squadre (9-8). La Diatec Trentino non demorde e riparte con l’ace di Teppan e l’errore a rete di Atanasijevic, che consente agli ospiti di tornare a +4 (15-11); anche in questo caso però il margine è precario, perché Perugia con lo stesso Atanasijevic risale sino al 19-18. La parità arriva a quota 22 dopo un altro attacco dell’opposto serbo; la squadra di Lorenzetti vacilla (22-23), annulla una palla set, se ne procura due con un errore di Russell e chiude i conti sul 27-25 con un ace di Lanza sullo stesso statunitense.
Nel secondo set Perugia reagisce in maniera veemente, trovando subito un cospicuo vantaggio (3-5, 4-9), costruito con tanta aggressività in battuta e a muro. La Diatec Trentino fatica in tutti i fondamentali e viene travolta dall’onda d’urto dei locali, che con Zaytsev al servizio subiscono break point in serie (6-13). La squadra di Bernardi non arresta il suo forcing e doppia addirittura l’avversario (14-7, 18-9). Il punto dell’1-1 nel computo dei parziali arriva quindi in fretta, già sul 13-25 con Perugia che si esalta anche a muro.
I gialloblù ripartono come se niente fosse e nel terzo periodo prendono subito in mano le redini del gioco (e del punteggio) scappando già sul 7-3, ispirato dal servizio di Kozamernik (anche un ace diretto) e dal muro di Giannelli. La Sir Safety Conad ha però dalla sua tanta energia mentale e la spinta di quasi 4.000 spettatori dalla sua; con Russell e Zaytsev precisi a rete si riporta immediatamente sotto (10-9). Trento replica ancora con grinta, entusiasmo e carattere da vendere; con Lanza riguadagna un promettente più +3 (16-13), che Giannelli difende con un muro su Atanasijevic e poi con una battuta punto personale (21-18). I padroni di casa non riescono più replicare e concedono il 2-1 esterno sul 25-21, trafitta da Teppan e Kozamernik.
Nel quarto set si registra il prepotente ritorno di Perugia, che in maniera speculare al secondo, scatta benissimo dai blocchi di partenza (0-4, 4-9) nonostante perda per crampi Anzani (dentro Ricci al suo posto). Trento non si arrende e piano piano recupera lo svantaggio, sfruttando la vena di Kovacevic, Lanza ma anche quella di Giannelli (11-13, 15-16). La Sir Safety fiuta il pericolo ed imprime una nuova importante accelerazione (15-21) con Zaytsev dalla linea dei nove metri e con Russell a rete. Il tie break arriva quindi già sul 17-25, propiziato anche da un paio di errori trentini di troppo nella parte finale del parziale.
Nel quinto set la Diatec Trentino parte a razzo (5-3 e 7-5) sfruttando qualche passaggio a vuoto dei padroni di casa, che però con Zaytsev pareggiano i conti sul 7-7. Al cambio di campo muta anche l’efficacia umbra dalla linea dei nove metri, che con Podrascanin trova un ace diretto (9-11). Trento risale sino all’11-11, poi due errori a rete di Kovacevic spingono i locali sul 12-14. Alla seconda occasione chiude Zaytsev (13-15).
“La squadra ha fatto tantissimo di quello che avevo chiesto alla vigilia, spingendosi anche oltre i propri limiti – ha dichiarato l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti al termine di gara 3 - . E’ stata una partita in cui abbiamo mostrato tanti alti e bassi, giustificati però dal fatto che tener botta ad un avversario così forte e dover spesso recuperare situazioni difficili ci costa sicuramente qualcosa da tutti i punti di vista. Adesso siamo sotto 1-2 nella serie ma dobbiamo continuare a crederci, perché possiamo essere ancora protagonisti. Indipendentemente da tutto, sono orgoglioso di quello che stanno facendo questi giocatori; è bello essere l’allenatore di una squadra come questa”.
La Diatec Trentino rientrerà a Trento già nella notte e godrà di un’intera domenica di riposo prima di riprendere già lunedì mattina alla BLM Group Arena gli allenamenti in vista dei prossimi impegni alla BLM Group Arena. Il più vicino è quello di mercoledì 11 aprile alle ore 20.30 contro la Cucine Lube Civitanova per la gara di ritorno dei Playoffs 6 di 2018 CEV Champions League, poi sarà la volta di gara 4 con Perugia (domenica 15 aprile alle ore 18). Prevendite biglietti già attive cliccando www.vivaticket.it/ita/extsearch/trentovolley-partite.

Il tabellino


Sir Safety Conad Perugia - Diatec Trentino 3-2 (25-27, 25-13, 21-25, 25-17, 15-13)
SIR SAFETY CONAD: Zaytsev 15, Podrascanin 12, Atanasijevic 23, Russell 21, Anzani 4, De Cecco, Colaci (L); Della Lunga, Berger 1, Ricci. N.e. Cesarini, Siirila, Andric. All. Lorenzo Bernardi.
DIATEC TRENTINO: Lanza 19, Eder 4, Giannelli 4, Kovacevic 17, Kozamernik 8, Teppan 16, De Pandis (L); Hoag 1, Zingel, Vettori, Partenio. N.e. Cavuto e Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Pasquali di Ascoli Piceno e Satanassi di Ravenna.
DURATA SET: 33’, 23’, 29’, 28’, 21’; tot 2h e 14’.
NOTE: 3.921 spettatori. Sir Safety Conad: 12 muri, 5 ace, 14 errori in battuta, 10 errore azione, 55% in attacco, 50% (26%) in ricezione. Diatec Trentino: 7 muri, 6 ace, 17 errori in battuta, 11 errore azione, 44% in attacco, 35% (13%) in ricezione. Mvp Zaytsev.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri