B1 Femminile
lunedì 7 maggio 2018
VOLLEY
Cala il sipario sulla stagione di Argentario, Ata e Neruda
di Thomas Pastorino

Passerella finale per Neruda, Argentario e Walliance Ata Trento, arrivate all’ultima giornata di campionato. La classifica definitiva ha visto le bolzanine (sconfitte al tie-break da Vicenza) chiudere al quinto posto, seguite a ruota dall’Argentario sesto e vincente in casa contro Adro. La Walliance cade sul campo di Martignacco e termina la stagione in ottava piazza.

ARGENTARIO VOLLEI – ADRO VOLLEY 3-1 (25-17, 25-17, 19-25, 25-21)



Si conclude con una vittoria in quattro set davanti al proprio pubblico la stagione 2017/2018 dell’Argentario Progetto VolLei (47), che al PalaBocchi supera il fanalino di coda dell’Adro Volley e termina il campionato con un eccellente sesto posto in classifica, frutto di 17 vittorie e 9 sconfitte. Totalmente positiva l’annata per la squadra allenata da Maurizio Moretti, che da neopromossa ha offerto per gran parte del campionato buonissime prestazioni pur con un organico composto perlopiù da atlete giovani, guidate al meglio dalle più esperte Visintini, Pucnik e Bonafini.
Passando alla partita contro Adro, ultimissima in classifica con 0 punti conquistati, Moretti ha dato spazio come nelle ultime uscite alle ragazze che si giocheranno il titolo nelle finali nazionali Under 18: Cardoni, Braida, Maestri e Giulia Bonafini sono state schierate nel sestetto titolare, facendo vedere buone cose nel corso del match. Top scorer dell’incontro l’opposto Visintini con 20 punti realizzati. Dopo aver perso nettamente i primi due set 25-17, le ospiti si sono prese quantomeno la soddisfazione di portare a casa il terzo parziale per 19-25, il quarto vinto in tutta la stagione; poi le argentelle hanno ripreso a giocare e l’ultimo set è stato conquistato per 25-21, salutando così al meglio i tifosi.

ITAS MARTIGNACCO – WALLIANCE ATA TRENTO 3-1 (25-11, 20-25, 27-25, 25-21)


Un’ottima Walliance Ata Trento (34) onora fino alla fine il campionato facendo soffrire a lungo la capolista Itas Martignacco, che riesce a imporsi per 3-1 conquistando così la promozione in serie A2. Una sconfitta che dà comunque motivi per essere soddisfatto al tecnico Marco Mongera, che ha visto le sue ragazze riprendersi dopo il primo parziale perso nettamente 25-11 giocando un super secondo set e vincendolo 20-25; quando la squadra allenata da Marco Gazzotti (visto a Trento sulla panchina della Delta Informatica Trentino) cominciava a sudare freddo, è arrivata la sudata vittoria nel terzo set ai vantaggi 27-25, che già bastava per festeggiare la promozione. Sulle ali dell’entusiasmo, la forte compagine friulana è andata a conquistare anche la quarta frazione 25-21 per l’enorme gioia del pubblico di casa.
Una stagione positiva per le bianconere, che come sempre hanno saputo unire l’esperienza delle varie Bogatec, Paoloni e Bottura con la voglia di fare delle giovani del vivaio come ad esempio Eccel, Pedrotti e Zapryanova. L’indisponibilità per metà stagione di Brugnara al centro ha sicuramente tolto punti di riferimento alla Walliance, che è riuscita comunque a venir fuori anche dai momenti negativi concludendo il girone con un buon ottavo posto, frutto di 12 vittorie e 14 sconfitte.

ANTHEA VICENZA – NERUDA VOLLEY 3-2 (23-25, 23-25, 25-21, 25-22, 15-8)



Termina la sua stagione con una battaglia persa al tie-break il Neruda Volley (50), che sull’ostico parquet dell’Anthea Volley va avanti 0-2 prima di subire la rimonta vicentina e cedere al quinto set. Una sconfitta che non pregiudica affatto il grande campionato delle bolzanine allenata da Vasja Samec, ripartite dalla B1 dopo i fasti della serie A e capaci di piazzarsi al quinto posto finale, il miglior piazzamento delle tre formazioni regionali nel girone, conseguito grazie a 15 vittorie e 11 sconfitte.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri