SuperLega
mercoledì 6 marzo 2019
VOLLEY
Cev, in finale la Trentino Itas se la vedrà con il Galatasaray

La qualificazione ottenuta stasera ai danni dell’Olympiacos ha consentito a Trentino Volley di figurare per la quarta volta negli ultimi cinque anni in una Finale di una competizione continentale. L’ultimo step da superare per tornare ad alzare un trofeo europeo che manca dal 2011 (Champions League a Bolzano) porterà la squadra gialloblù ad affrontare una formazione turca, come mai accaduto prima d’ora in una finale.
Nel sesto ed ultimo turno del tabellone finale (che ha proposto solo doppie sfide di andata e ritorno ad eliminazione diretta) la Trentino Itas se la vedrà infatti con il Galatasaray Istanbul, mai affrontato prima, che stasera ha estromesso dalla competizione grazie al golden set i russi del Kemerovo. Il match d’andata andrà in scena alla BLM Group Arena di Trento il 19 marzo, quello di ritorno il 26 marzo in Turchia. Per la definizione degli orari di gioco bisognerà attendere la conferma dalle singole società, in accordo con le rispettive federazioni nazionali e la CEV. Per il club di via Trener sarà in assoluto decimo confronto di sempre contro una squadra turca, tenendo conto anche cinque gare giocate contro Izmir, delle due affrontate contro l’Halkbank Ankara e il Fenerbahce: il bilancio è di sette vittorie e due sconfitte.
Come accaduto nei trentaduesimi, sedicesimi, ottavi, quarti e semifinali, vincerà il confronto la squadra che nell’arco del doppio confronto avrà ottenuto il maggior numero di punti nella classifica stilata in base alle due gare giocate in cui vengono assegnati – come per il campionato di SuperLega - 3 punti per la vittoria per 3-0 e 3-1, 2 per la vittoria per 3-2 e 1 per la sconfitta per 2-3. Il golden set (parziale di spareggio da disputare sino al 15 al termine della seconda gara) si giocherà solo in caso di parità di punti.

L’identikit dell’avversaria


Il Galatasaray, squadra simbolo della parte europea di Istanbul, rappresenta la polisportiva più famosa di Turchia, con milioni di tifosi sparsi in tutto il mondo. Una notorietà che però deriva soprattutto dai risultati conseguiti nel calcio e nel basket, piuttosto che dal settore pallavolistico dove i risultati non hanno certamente dato ragione ai pesanti investimenti comunque effettuati negli ultimi anni. L'ultimo dei quattro scudetti detenuti in bacheca risale infatti addirittura al 1989.
Partecipa alla CEV Cup per la nona volta nella sua storia, grazie al quarto posto ottenuto nella precedente stagione nel campionato turco, dove è stata eliminata in due gare di semifinale dall’Izmir. Il miglior risultato europeo di sempre è rappresentato dalla semifinale di Challenge Cup, giocata nell’edizione 2017 e persa contro il Novy Urengoy. Per arrivare in finale di 2019 CEV Cup ha eliminato i croati del Mladost Zagabria (3-0 e 3-1) nei sedicesimi, i cechi del Liberec (3-2 e 3-0) agli ottavi, i belgi dell’Aalst nei quarti (3-0 e 2-3) ed infine i russi del Kemerovo in semifinale. Attualmente si trova al terzo posto del campionato nazionale con undici punti di ritardo dalla capolista Halkbank e quattro di ritardo dall’Izmir secondo, grazie a quindici vittorie in ventun partite.
Nella rosa allenata da Nedin Ozbey (già allenatore della Turchia nell’ultima edizione della Golden European League) il nome più noto è sicuramente quello dell’ex di turno Oleg Antonov (schiacciatore a Trento fra il 2015 ed il 2017), che assieme all’opposto estone Venno e all’ungherese Gergye (ex Paris e Friedrichshafen) forma un terzetto di palla alta di buon livello, a cui si aggiunge anche il posto 3 canadese Duff. Il resto del sestetto è composto da giocatori turchi con esperienza internazionale come il palleggiatore Keskin (già avversario di Trentino Volley nel 2017 con la maglia del Fenerbahce), il centrale Ulu ed il libero Cakir.

Sestetto tipo: Keskin (p), Venno (o), Antonov-Gergye (s), Ulu-Duff (c), Cakir (l).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,562 sec.

Inserire almeno 4 caratteri