SuperLega
domenica 7 aprile 2019
VOLLEY
La peggior Itas Trentino della stagione perde 3-0 a Padova

Il confronto fra Itas Trentino e Kioene Padova nei quarti di finale dei Play Off Scudetto Credem Banca si risolverà nella terza ed ultima sfida della serie, in programma sabato 13 aprile alle 18 alla BLM Group Arena di Trento. Per conoscere il nome della squadra che accederà alla semifinale servirà infatti la sfida di spareggio; stasera la compagine allenata da Angelo Lorenzetti non è riuscita a capitalizzare la prima di due occasioni in proprio possesso, cedendo in tre set alla Kioene Arena nella seconda sfida.
La grande la voglia dei padroni di casa di regalarsi quanto meno un’altra partita di Play Off Scudetto alla fine ha prevalso su una Itas Trentino che ha pagato a caro prezzo l’assenza dell’ultima ora di Kovacevic. Con il serbo fuori causa per un risentimento alla schiena accusato negli ultimi giorni, i Campioni del Mondo hanno faticato ad essere incisivi in attacco (39% di squadra), ma hanno anche sofferto in ricezione e a muro, al cospetto di una Kioene invece molto determinata e pronta in difesa. Non sono bastati gli spunti di Russell e Vettori (12 punti per entrambi col 48% a rete) ed il positivo ritorno nel sestetto da titolare di Lisinac per invertire la tendenza di una partita che Padova ha sempre condotto nel punteggio senza dare però l’impressione di poterla prendere definitivamente. I rimpianti restano per non aver chiuso in proprio favore il secondo set, con una occasione non sfruttata e per le troppe opportunità di break non capitalizzata.
In questo modo si interrompe la serie di ventun vittorie consecutive nel confronto diretto che durava addirittura da più di quattordici anni; l’affermazione più recente dei patavini risaliva infatti al 13 febbraio 2005, sempre in Veneto.

La cronaca


Lorenzetti deve fare a meno di Kovacevic (risentimento alla schiena), ma recupera Lisinac e sceglie Van Garderen al posto del martello serbo, mantenendo invariato il resto del sestetto titolare: Giannelli in regia e Vettori opposto, Russell in banda, Candellaro al centro, Grebennikov libero. La Kioene Padova scende in campo con Travica alzatore, Torres opposto, Barnes e Louati laterali, Volpato e Polo al centro, Danani La Fuente libero. L’inizio è favorevole ai padroni di casa, che con Loauti si portano sul 3-5; Giannelli con un ace pareggia però i conti già sul 6-6. Padova punge al servizio e con Volpato dalla linea dei nove metri si riporta avanti di tre lunghezze (8-11), costringendo i gialloblù a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa Candellaro col muro riavvicina gli ospiti (12-13), ma la Kioene con Travica e Torres riparte ancora (14-17). Il block di Giannelli su Barnes rimette in bilico la situazione (18-19); il finale di set è quindi combattuto punto a punto (20-20 e 22-22), prima che Polo col muro su Vettori costruisca il break casalingo sul 22-24 e che Barnes non chiuda i conti sul 22-25.
La leggera supremazia di Padova si manifesta anche in avvio di secondo parziale, con i locali che scappano via già sul 3-5. Vettori col servizio (ace diretto) riporta in linea di galleggiamento i suoi sul 9-9, ma poi è Torres ad affondare di nuovo il colpo (9-12). Lorenzetti chiama time out ed inserisce Cavuto e Codarin per Van Garderen e Candellaro; Trento risale la china sino al 14-15 e poi ottiene la parità a quota 17 con un ace di Russell. La Kioene non si scompone e con Loauti riaccelera (18-20), ma l’Itas Trentino pareggia ancora i conti e si porta avanti addirittura per 23-22 e poi per 24-23 approfittando degli errori dei veneti. Volpato annulla l’unica palla set ospite, poi con il muro su Russell ne procura una (24-25). L’ace di Torres porta la situazione sul 2-0 interno (24-26).
L’Itas Trentino subisce nelle prime battute del terzo set il rocambolesco finale di secondo periodo, soffrendo il gioco di Padova che vola sul 3-5 e poi anche sul 6-9. Trento non si disunisce e con Cavuto di nuovo in campo accorcia le distanze (da 8-12 a 11-12) grazie a Russell sugli scudi e poi pareggia i conti con un errore di Barnes (15-15). Nel momento più importante sbagliano però anche i gialloblù, con lo stesso Cavuto e Vettori (15-17 e 17-20). Lorenzetti avvicenda gli opposti (dentro Nelli) e il punteggio torna in bilico per mano di un errore a rete di Torres (21-22). A risolverla ci pensa Barnes (22-25).

Le parole di Angelo Lorenzetti


«Pur non giocando bene stasera siamo arrivati in tutti i tre set molto vicini a Padova in termini di punteggio – ha spiegato a fine gara dell’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti - . Abbiamo sprecato qualche occasione e subìto una serie di break che potevamo evitare. Per questi motivi credo si debba guardare più a ciò che abbiamo fatto che a quello che non siamo riusciti a compiere. Sapevamo che i Play Off Scudetto sono impegnativi, ma già contro Monza avevamo accusato qualche passaggio a vuoto. Dobbiamo lavorare per giocare gara-3 meglio di questa sera».

Il tabellino


Kioene Padova - Itas Trentino 3-0 (25-22, 26-24, 25-22)
KIOENE PADOVA: Louati 11, Polo 7, Torres 11, Barnes 9, Volpato 11, Travica 2, Danani La Fuente (L); Cottarelli, Lazzaretto. N.e. Bassanello, Cirovic, Sperandio, Premovic. All. Valerio Baldovin.
ITAS TRENTINO: Candellaro 3, Vettori 12, Russell 12, Lisinac 6, Giannelli 3, Van Garderen 1, Grebennikov (L); Nelli, Codarin, Cavuto 2. N.e. Daldello, De Angelis, Kovacevic. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Tanasi di Noto (Siracusa) e Sobrero di Carcare (Savona).
DURATA SET: 31’, 34’, 28’; tot. 1h e 33’.
NOTE: 3.251 spettatori, per un incasso di 40.646 euro. Kioene: 7 muri, 4 ace, 18 errori in battuta, 7 errori azione, 47% in attacco, 50% (22%) in ricezione. Itas Trentino: 7 muri, 3 ace, 15 errori in battuta, 7 errore azione, 39% in attacco, 38% (18%) in ricezione. Mvp Travica.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,641 sec.

Inserire almeno 4 caratteri