Giovanile
domenica 7 aprile 2019
VOLLEY
La Boy League è dell'Itas, che in finale supera Castellana

Dopo quelli internazionali ottenuti dalla prima squadra in Polonia ed in Turchia, la stagione 2018/19 di Trentino Volley si arricchisce pure di un titolo italiano, in questo caso in campo giovanile. A conquistarlo questo pomeriggio a Castelnovo ne’ Monti l’Itas Trentino Under 14, capace di vincere la Finale Del Monte® Boy League 2019 e di portare quindi nella bacheca societaria l’undicesimo scudetto per il vivaio gialloblù - il secondo nel campionato di categoria organizzato dalla Lega Pallavolo Serie A per le sue associate. Il primo venne raccolto nel 2010, con una squadra che poteva contrare su un giovanissimo Simone Giannelli.
Un risultato per certi versi inaspettato, visto che alla vigilia la formazione allenata da Matteo Zingaro e Daniele Nardin non partiva coi favori del pronostico, ma ha visto crescere progressivamente le proprie ambizioni grazie alle vittorie di sabato su Modena e a quella nella semifinale di questa mattina sui campioni uscenti di Civitanova. A lasciare strada questo pomeriggio nella Finalissima è stata invece Castellana Grotte, per 2-1 al termine di una partita combattutissima.
In questo modo l’Itas Trentino ha riscattato la sconfitta patita solo ai vantaggi nella scorsa edizione del torneo denominato anche “Coppa Enrico Bazan”, consentendo alla Società di tornare a festeggiare la vittoria di un titolo italiano giovanile dopo quattro anni di astinenza; l’ultimo successo era infatti riferito al 7 giugno 2015 quando l’Under 19 (in cui militavano fra gli altri giocatori come Codarin, Cavuto e De Angelis, oggi tutti in prima squadra) sbaragliò la concorrenza nel campionato nazionale Fipav.
Il risultato è figlio anche degli ottimi rapporti stretti negli anni con realtà territoriali come Volley Treviso, C9 Arco Riva e Spes Belluno, che hanno prestato in tutto tre giocatori e con cui Trentino Volley ha creato un importante rapporto di collaborazione, che va ben al di là del singolo risultato.

La cronaca


In avvio di gara l’Itas Trentino fa sentire la sua fisicità a muro; due block ed un contrattacco di Bristot offrono subito il 6-2 che costringe i pugliesi a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa Castellana Grotte prova a rifarsi sotto (6-5), ma è solo un attimo, perché poi i gialloblù ripartono di slancio (8-5). La Materdomini.it però non molla e torna a stretta distanza lavorando bene con la difesa (13-12); l’aggancio arriva a quota 16 con un attacco al centro, poi gli avversari mettono la freccia con un ace (17-18), situazione che consiglia Zingaro di interrompere il gioco. Il rush finale del primo set è combattuto punto a punto con continui capovolgimenti di fronte (20-19, 21-22, 23-22) e viene risolto dai trentini con un ace di Anno (25-23).
Castellana Grotte prova a reagire nelle prime battute del secondo parziale (2-5, 5-8); l’Itas Trentino cerca di replicare (7-8), ma i pugliesi tengono alta le percentuali in fase di cambiopalla respingendo gli assalti degli avversari (9-12). La squadra di Zingaro e Nardin cambia marcia a metà del periodo e con Spagnolli al servizio sigla un parziale di 6-1, che la spinge avanti 15-13. La Materdomini però non molla e con un clamoroso contro break di 0-8 si riporta avanti di nettamente (15-21, time out gialloblù). Lo sprint è comunque combattutissimo, perché Trento risale dal 20-24 al 23-24 prima di cedere 23-25.
Il tie break inizia male per l’Itas Trentino (4-6 e poi 4-8), messa sotto pressione dal servizio degli avversari. I gialloblù provano a risalire la china (8-10), sembrano rialzarsi (9-13) ed invece affondano incredibilmente il colpo con Bristot in attacco e con l’ace decisivo che vale il titolo: 15-13!
La stagione dell’Itas Trentino Under 14, attualmente in testa al campionato regionale, proseguirà nelle prossime settimane andando a caccia della qualificazione alle Finali Nazionali Fipav, che si svolgeranno a Bormio a metà maggio.

Le parole di Daniele Nardin


«È un risultato che abbiamo voluto a tutti i costi, iniziando ad allenarci per ottenerlo già da giugno. – ha spiegato l'allenatore Daniele Nardin - La finale, combattutissima, rende ancora maggior merito alla nostra affermazione, nata anche dalla collaborazione con Treviso, C9 Arco Riva e Belluno. Siamo cresciuti in questa Final Eight partita dopo partita, non mollando mai, come dimostrano le vittorie in rimonta dei terzi set giocati oggi contro Civitanova e Castellana Grotte».

La stagione dell’Itas Trentino Under 14, attualmente in testa al campionato regionale, proseguirà nelle prossime settimane andando a caccia della qualificazione alle Finali Nazionali Fipav che si svolgeranno a Bormio a metà maggio.

I tabellini



Semifinale: Itas Trentino - Cucine Lube Civitanova 2-1 (25-13, 20-25, 15-13)
ITAS TRENTINO: Anno 1, Stelzer, Bristot 20, Marra 2, Miah 6, Pozzebon 5, Spagnolli 8, Bragagna, Paris, Dalprà, Mussari, Dietre. All. Daniele Nardin.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Donati, Elisei, Fulvi, Giacomini, Martusciello, Melonari, Ortenzi, Schiavoni, Vecchietti, Latella, Lusardi, Zamboni. All. Francesco Bernetti.
ARBITRI: Salvati di Bologna e Tramontano di San Mauro Pascoli.
DURATA SET: 22’, 22’, 20’; tot. 1h e 4’.
NOTE: Itas Trentino: 1 muro, 10 ace, 8 errori in battuta, 12 errori azione.

Finale: Materdomini.it Castellana Grotte - Itas Trentino 1-2
(25-23, 23-25, 13-15)

MATERDOMINI.IT: Brunetti, Cirotti, De Palma, Deligio, Disabato, Guadagnini, Guglielmi, Lacatena, Lavarra, Qejvanai, Protopapa, Susco. All. Vincenzo Fanizza.
ITAS TRENTINO: Anno 4, Stelzer, Bristot 19, Marra 2, Miah 4, Pozzebon 3, Spagnolli 10, Bragagna, Paris, Dalprà, Mussari, Dietre. All. Daniele Nardin.
ARBITRI: Palmieri di Modena e La Saracina di Castelmaggiore (Bologna)
DURATA SET: 25’, 24’, 17’; tot. 1h e 6’.
NOTE: Itas Trentino: 6 muri, 5 ace, 9 errori in battuta, 12 errori azione.

La rosa dell’Itas Trentino Under 14 Campione d’Italia 2019: Cristian Dalprà, Nicola Mussari e Luca Pozzebon (palleggiatori); Marco Anno, Andrea Bragagna, Alessandro Bristot, Daniele Marra, Omar Miah, Davide Paris, Samnang Spagnolli (schiacciatori); Matteo Dietre e Rocco Stelzer (centrali). All. Matteo Zingaro, Daniele Nardin; dirigente Elena Gottardi

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,609 sec.

Inserire almeno 4 caratteri