SuperLega
sabato 13 aprile 2019
VOLLEY
L'Itas Trentino sfrutta il fattore campo e liquida Padova

Nel momento più importante della sua stagione di SuperLega Credem Banca, l’Itas Trentino non tradisce le attese e si guadagna meritatamente l’accesso all’ennesima Semifinale Play Off Scudetto della sua storia recente. Nella terza e decisiva gara di spareggio della serie dei quarti di finale con la Kioene Padova, i Campioni del Mondo hanno voltato pagina rispetto al ko di domenica scorsa in Veneto, regolando gli avversari in appena tre set alla BLM Group Arena: quello che serviva per staccare con decisione la qualificazione alla dodicesima semifinale di sempre e dare l’appuntamento al proprio pubblico già per martedì 16 aprile alle ore 20.30, quando prenderà il via il confronto al meglio delle cinque partite con la Cucine Lube Civitanova.
Per guadagnarsi il pass e dare l’ultima definitiva spallata ad una Padova comunque uscita fra gli applausi, Giannelli e compagni hanno subito messo in campo forza ed aggressività, che si sono manifestati principalmente nelle ottime percentuali fatte registrare in attacco (66% di squadra con appena tre errori) e nel buon lavoro svolto nella fase di break point (a segno ventitré volte). Il recupero di Kovacevic e la grande prova di Russell (mvp con il 76% a rete e 16 punti personali, tanti quanti ne ha messi a segno Uros) hanno aiutato i gialloblù a ritrovare quelle certezze smarrite in gara 2 e a viaggiare decisi verso il turno successivo, ottenuto dominando primo e terzo set e vincendo allo sprint il secondo parziale – l’unico che ha regalato una contesa serrata.

La cronaca


L’Itas Trentino recupera Kovacevic, che torna quindi a coprire la diagonale di posto 4 con Russell; Giannelli è il regista, Vettori l’opposto, Lisinac e Candellaro i centrali e Grebennikov il libero. La Kioene Padova risponde con Travica alzatore, Torres opposto, Barnes e Louati laterali, Volpato e Polo al centro, Danani La Fuente libero. In apertura i padroni di casa provano subito a fare la voce grossa in fase di break point con Russell e Kovacevic (4-2, 6-3), mentre Torres (due errori diretti) fatica ad entrare nel match (9-5, time out Baldovin). Gli ospiti sono molto fallosi e Trento ne approfitta per allungare con Vettori (13-6, attacco e muro), prima che Barnes cerchi di far reagire i suoi (13-9 e 15-12) fra attacchi ed ace. A riallargare il margine ci pensano le schiacciate di Kovacevic e Candellaro in fase di break point e la battuta punto di Giannelli (20-13). Padova smette di giocare e Trento ne approfitta per viaggiare in fretta verso l’1-0 (23-13 e 25-18).
La Kioene prova a reagire in avvio di secondo parziale, poggiando la propria iniziativa sul servizio, sulla difesa (1-3, 7-9) e qualche bello spunto a muro. L’Itas Trentino non si scompone, ritrova efficacia in fase di cambiopalla e a quota dieci opera il sorpasso, approfittando dell’ottimo momento di Vettori a rete (13-11). Il time out di Baldovin è provvidenziale, perché i veneti con un muro di Polo su Kovacevic trovano la parità già sul 14-14. Da lì in poi la lotta è serrata e punto a punto (16-17, 19-18, 21-21), con continui capovolgimenti di fronte. Un errore in primo tempo di Volpato offre il +2 a Trento (23-21), che lo sfrutta al massimo e si porta sul 2-0 grazie al 25-23 realizzato in cambiopalla da Russell.
Sull’onda dell’entusiasmo l’Itas Trentino parte a spron battuto anche nel terzo set (4-1 e 9-5), con Kovacevic che delizia il pubblico gialloblù con giocate ad effetto, ben spalleggiato da Lisinac. Padova non riesce a rispondere in maniera significativa (13-7, 16-10) anche perché gli iridati non concedono più nulla e volano verso la semifinale (20-15, 25-17).

Le parole di Angelo Lorenzetti


«È stata una partita a tratti anche nervosa, ma comunque interpretata bene dalla squadra, considerando che la posta in palio era veramente alta – ha commentato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine di gara 3 - . Rispetto al match di domenica scorsa a Padova abbiamo ritrovato efficienza nel cambiopalla e a giovarne, di conseguenza, è stato l’intero sistema di gioco. Siamo stati bravi a riscattarci dopo quella sconfitta e a meritarci un’altra serie di partite contro Civitanova, che è una squadra fortissima, ma contro cui daremo il massimo per provare a compiere un altro passo avanti. Abbiamo pochi giorni per preparare gara 1, ma d’altronde è giusto così, visto che non siamo riusciti a chiudere prima il confronto con Padova. Stringeremo i denti e lavoreremo sodo, ma solo da domani. Stasera godiamoci il passaggio del turno».

Il tabellino


Itas Trentino - Kioene Padova 3-0 (25-18, 25-23, 25-17)
ITAS TRENTINO: Candellaro 4, Vettori 11, Russell 16, Lisinac 8, Giannelli 2, Kovacevic 16, Grebennikov (L); Nelli. N.e. Van Garderen, Cavuto, Daldello, De Angelis e Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
KIOENE: Polo 6, Torres 12, Barnes 5, Volpato 6, Travica 1, Louati 9, Danani La Fuente (L); Cirovic, Cottarelli. N.e. Bassanello, Fusaro, Sperandio, Premovic, Lazzaretto. All. Valerio Baldovin.
ARBITRI: Vagni di Perugia e Gnani di Ferrara.
DURATA SET: 28’, 30’, 24’; tot 1h e 22’.
NOTE: 2.687 spettatori, per un incasso di 32. 081 euro. Itas Trentino: 6 muri, 5 ace, 15 errori in battuta, 3 errori azione, 66% in attacco, 48% (25%) in ricezione. Kioene: 4 muri, 6 ace, 8 errori in battuta, 8 errori azione, 46% in attacco, 59% (24%) in ricezione. Mvp Russell.



Il programma della serie di semifinale


Gara 1: martedì 16 aprile, ore 20.30 (alla BLM Group Arena di Trento – gara non compresa in abbonamento)
Gara 2: venerdì 19 aprile, ore 20.30 (all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche)
Gara 3: lunedì 22 aprile, ore 18.00 o 18.30 (alla BLM Group Arena di Trento – gara non compresa in abbonamento)
Gara 4: giovedì 25 aprile, ore 16.00 o 18.00 (all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche)
Eventuale Gara 5: domenica 28 aprile, ore 18 (alla BLM Group Arena di Trento – gara non compresa in abbonamento)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,89 sec.

Inserire almeno 4 caratteri