SporTrentino.it
SuperLega

Per l'Itas ennesima sconfitta contro la Lube, ancora 2-3 da 2-0

L’Eurosuole Forum di Civitanova Marche resta stregato per l’Itas Trentino. Anche in una circostanza particolare come quella odierna, in cui si presentava senza pubblico per via dell’ordinanza di porte chiuse, i gialloblù non sono riusciti a cogliere il primo successo della storia del Club nel palazzetto marchigiano, cedendo per 2-3 al cospetto di una Cucine Lube che è riuscita nella stessa rimonta messa in atto due settimane prima nella semifinale di Coppa Italia di Bologna.
La formazione di Angelo Lorenzetti nella prima parte del match era infatti riuscita a sorprendere gli avversari portandosi avanti per 2-0 grazie all’ottimo lavoro mostrato in fase di break point e trascinata da Kovacevic (nel primo set) e Russell (nel secondo). In seguito è arriva la reazione dei padroni di casa, guidata da un muro sempre più attento (alla fine a segno 14 volte) e da un Leal infermabile (mvp, 25 punti col 59% a rete e tre block personali). All’Itas Trentino non è così bastato giocare alla pari anche quarto e quinto set per ottenere la vittoria, ma dalla trasferta nelle Marche i gialloblù tornano con un punto in più in classifica e i 43 punti in due realizzati di una ritrovata coppia di posto 4: Uros 24 e Aaron 19, con anche Vettori in doppia cifra (14).

La cronaca

Gli starting six non presentano novità: Angelo Lorenzetti si affida a Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Russell e Kovacevic schiacciatori, Lisinac e Candellaro, Grebennikov libero. La Cucine Lube Civitanova risponde con Bruno in regia, Rychlicki opposto, Leal e Juantorena in banda, Anzani e Simon al centro, Balaso libero. L’inizio di partita dei gialloblù è molto grintoso (3-1, 7-5), anche perché Uros è subito in palla, ma due ingenuità di Russell offrono l’immediato pareggio ai padroni di casa a quota 8. Trento riparte con lo stesso Aaron (13-11), ma Leal la riprende (13-13); ci pensa allora di nuovo Kovacevic ad offrire il +3 (17-14, time out De Giorgi). Alla ripresa del gioco la Cucine Lube si riporta due volte sotto (17-16 e 20-19), prima che Vettori a rete non le dia la spallata decisiva (22-19 e poi 25-22 con un errore a rete di Simon).
La vittoria del primo set galvanizza l’Itas Trentino, che col servizio ed uno scatenato Russell scatta bene dai blocchi di partenza (7-4). Il time out di De Giorgi non sortisce la reazione desiderata dai padroni di casa, perché i gialloblù accelerano ancora con lo stesso Aaron ancora in battuta (due ace consecutivi per l’11-7) e poi con Kovacevic (15-10). Trento dilaga nella seconda parte (19-13) con anche Vettori efficace a rete; Civitanova prova a reagire con Rychlicki (20-17), ma Lisinac con primi tempi ed ace la respinge nuovamente lontano (23-20 e 25-21).
Nel terzo parziale la Cucine Lube parte a razzo con Rychlicki in zona di battuta (0-4), Trento non riesce a ribattere subito colpo su colpo (5-9) ma gli errori di Leal la riportano parzialmente in partita (9-12). L’ace di Vettori costringe De Giorgi ad interrompere il gioco (11-13); in seguito il muro di Diamantini e le difficoltà a rete di Vettori consentono ai marchigiani di riallungare (13-17) e di viaggiare in fretta verso il 18-25 che riapre il match.
Nel quarto set la battaglia torna ad essere punto a punto (5-5, 10-10), senza che nessuna delle due squadre riesca a prendere il largo. Lo spunto arriva sul 14-16 con un attacco pesante di Rychlicki, che costringe Lorenzetti a spendere un time out. Alla ripresa c’è spazio per Michieletto al posto di Vettori ma la mossa tattica non sortisce gli effetti desiderati (17-20, con muro di Simon su Kovacevic che ha attaccato da posto 1). Sul 18-23, Trento rialza la testa con Giannelli (ace) e lo stesso Michieletto (muro su Juantorena) riportandosi sino al 21-23. Il time out di De Giorgi chiarisce le idee ai suoi giocatori, che portano a casa il punto del 2-2 sul 22-25 col primo tempo di Diamantini.
Il tie break è serratissimo; lo conduce a lungo l’Itas Trentino (6-4, 9-7) grazie ad uno spunto di Vettori. La Cucine Lube risponde con due muri di Rychlicki (9-10); al fotofinish si impongono i padroni di casa con Leal che mette a terra i punti del 13-15.

Le dichiarazioni

«Il rammarico sta nel non aver sfruttato le occasioni che abbiamo avuto nel quarto set, quando abbiamo commesso un paio di invasioni in situazioni semplici. - ha spiegato a fine gara l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti - Per vincere contro la Lube dobbiamo giocare in maniera faticosa, operazione che ci costa tanto anche in termini di energie. Nel momento in cui le esauriamo, continuiamo a lottare ma non riusciamo più ad essere incisivi come prima».

Il tabellino

Cucine Lube Civitanova - Itas Trentino 3-2 (22-25, 21-25, 25-18, 25-22, 15-13)
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno 3, Juantorena 12, Anzani, Rychlicki 18, Leal 25, Simon 12, Balaso (L); Diamantini 9, Bieniek, Marchisio (L), D’Hulst, Massari. N.e. Ghafour. All. Ferdinando De Giorgi.
ITAS TRENTINO: Russell 19, Candellaro 1, Vettori 14, Kovacevic 24, Lisinac 8, Giannelli 5, Grebennikov (L); Codarin, Michieletto 2, Cebulj. N.e. Daldello, De Angelis, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Santi di Città di Castello (Perugia) e Cerra di Bologna.
DURATA SET: 30’, 29’, 32’, 29’, 21’; tot 2h e 21’.
NOTE: partita giocata a porte chiuse. Cucine Lube: 14 muri, 3 ace, 19 errori in battuta, 8 errori azione, 49% in attacco, 47% (12%) in ricezione. Itas Trentino: 8 muri, 8 ace, 15 errori in battuta, 8 errore azione, 40% in attacco, 40% (16%) in ricezione. Mvp Leal.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,234 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video