SporTrentino.it
B Maschile

Il Ks Rent Bolghera fa proprio l'ultimo derby in souplesse

Il Ks Rent Bolghera supera per 3-0 l’Argentario Calisio nell’ultimo derby trentino della stagione, valido quale recupero della prima giornata di ritorno, e conquista matematicamente il secondo posto in classifica, che gli darà diritto ad affrontare il Valtrompia Volley, terzo nel gironcino C1, nel tabellone ad eliminazione diretta che prenderà il via in maggio. Come era accaduto nelle altre tre sfide regionali, gli orange di Massimo Tait non hanno mai sofferto, se non nella prima metà dell’ultima frazione, rimasta in equilibrio fino al 14-14, potendo fare affidamento sulle solite prestazioni in doppia cifra del terzetto composto da Cristofaletti, Boesso e Paoli (42 punti in tre), al quale l’Argentario, all’ultima uscita stagionale, ha opposto solo le buone prove del regista Binioris e dei due centrali Petrich e Bandera, vittima anche dei propri (troppi) errori commessi in attacco. Monica Dal Corso ha voluto comunque dare spazio all’intero organico, ma anche Tait ha trovato modo di mandare in campo Pedron e Delladio.

La cronaca

Dovendo rinunciare sia a Folie (bloccato da problemi di salute) sia al neo arrivato Bressan, non schierabile nei recuperi in virtù della sua data di tesseramento, Tait dà fiducia alla diagonale di posto-3 composta da Paoli e Hueller, lasciando immutate le altre. Gli ospiti partono con Bortolameotti in contromano e Bandera al centro in diagonale con Petrich.
Dopo pochi scambi l’Argentario comincia a scavarsi la fossa da solo, commettendo quattro errori consecutivi, uno al servizio e tre in attacco, lanciando il Bolghera sul 5-1. Monica Dal Corso deve già chiamare il primo time out per sottolineare il peso di questo omaggi. Sull’8-5 Mazzola commette infrazione di linea attaccando la pipe, poi Boesso scaglia a terra il pallone da seconda linea, tanto che con questi altri due break point il punteggio vola sul 12-6. Sul 14-9 il servizio di Baratto vale altri due break (uniti ai tre di inizio set), frutto di un muro di Paoli su Bortolameotti e di una bordata di Cristofaletti. Lo schiacciatore ex San Donà si prende poi la soddisfazione di realizzare due ace consecutivi, poi l’Argentario accorcia un po’ le distanze grazie a Mentasti (in attacco e al servizio), ma sul 24-21 Boesso decide che può bastare così.

Dopo il cambio di campo i Miners cambiano assetto, cominciando con Valkovets opposto, Calliari al centro per Bandera e Merz in banda per Mazzola. Anche stavolta pagano subito dazio al servizio di Baratto (4-2 con tre attacchi di Boesso), poi sfruttano alcuni regali dei padroni di casa per agganciarli sul 6-6. A questo punto bastano due serie di servizi, di Cristofaletti e Hueller, per creare un divario incolmabile fra i due team. Con le battute dello schiacciatore arancione il tabellone si porta sul 10-6 (un ace e due attacchi), con il centrale sul 15-7 (due punti di Baratto e due errori in attacco dei cognolotti). Set chiuso anzitempo e spazio per qualche cambio in un match a bassissima tensione. Sul 21-15 Cristofaletti si esalta ancora al servizio, generando tre break point (con un ace), mentre il punto finale è un tocco di Mattia Consolini.

Nel terzo set i minatori tornano al settetto iniziale con l’eccezione di Valkovets opposto, dall’altra parte Tait schiera Pedron fin dall’avvio. Con le battute di Consolini, che portano anche un ace su Mazzola e una ricezione lunga di Mentasti, il Bolghera scappa subito sul 4-1, che diventa un 7-3 grazie a un ace di Paoli alla destra di Mazzola. L’Argentario riesce ad imbastire una reazione, accorciando e distanze grazie a Mentasti e poi andando alla parità (8-8) grazie a due ottimi servizi di Binioris, che fruttano un ace e un errore di Pedron. Ci pensa un ace di Cristofaletti (su Mentasti) a rimandare a +2 gli orange, ma gli ospiti reagiscono di nuovo, grazie ai buoni servizi di Bandera (errore di Paoli ed ace su Cristofaletti per l’11-12). A riportare avanti in via definitiva il Bolghera ci pensano le battute di Paoli, che generano quattro break point, con la complicità di Petrich e Valkovets (errori in attacco), di Raffaelli che incassa l’ace, e di Boesso, che mura Mentasti. In seguito anche Boesso trova modo di aggiungere un ace al proprio scout (20-15), gli ultimi punti dei padroni di casa sono in gran parte frutto di errori ospiti.

Il tabellino completo

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,672 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video