SporTrentino.it
SuperLega

L'Itas Trentino non si ripete, all'Eurosuole la Lube vince 3-1

L’Eurosuole Forum di Civitanova Marche torna a respingere l’Itas Trentino in gara 3 di Semifinale Play Off Scudetto. Dopo aver espugnato, giusto sette giorni fa, il campo della Cucine Lube al tie break, questa sera alla formazione gialloblù non è riuscito il bis; i padroni di casa si sono infatti imposti per 3-1 in gara 3, portandosi quindi per la prima volta in vantaggio (2-1) nel confronto al meglio delle cinque partite.
Se non vorranno concludere la propria corsa in campionato, i gialloblù dovranno quindi necessariamente vincere gara 4, in programma in Trentino fra tre giorni (mercoledì 7 aprile alle ore 20.30 presso la BLM Group Arena), ma i motivi per credere nel nuovo pareggio ci sono tutti.
In particolar modo il carattere, la voglia di combattere e le armi tecnico-tattiche messe in mostra nella prima parte del match fanno sperare l’ambiente gialloblù nella possibilità di riportare la serie fra sette giorni nelle Marche. Nel set d’apertura l’Itas Trentino si è infatti resa protagonista di una splendida rimonta; sotto 13-16 e poi anche 21-24, Giannelli e compagni hanno risalito la china, trascinati da un super Nimir, vincendo ai vantaggi per 27-25. Il buon momento della squadra di Lorenzetti è proseguito sino a metà del secondo set, poi la Lube è tornata a giocare una pallavolo molto convincente fra battuta, muro ed attacco, mettendo all’angolo gli avversari e vincendo in successione i periodi che hanno consentito ai marchigiani di imporsi per 3-1 in casa.
Fra le fila trentine, ottima la prestazione di Nimir (20 punti con tre muri e tre ace); in doppia cifra anche la coppia di posto 4 Lucarelli e Kooy (12 punti a testa), che però non è riuscita a contrastare sino alla fine quella della Lube: Leal (mvp con 20 punti) e Juantorena (12), oltre al solito Simon (15 con quattro block ed il 79% in primo tempo).

La cronaca

L’Itas Trentino si presenta sul mondoflex tricolore dell’Eurosuole Forum con Giannelli in regia e Nimir opposto, Lucarelli e Kooy (preferito da Lorenzetti a Michieletto) in banda, Lisinac e Podrascanin al centro e Rossini libero. La Cucine Lube Civitanova si propone invece con De Cecco al palleggio, Rychlicki opposto, Juantorena e Leal schiacciatori, Anzani e Simon centrali, Balaso libero.
La partenza gialloblù è col freno a mano tirato (3-6, 6-10), anche a causa delle difficoltà in ricezione; serve un buon momento di Nimir (attacco e due ace) per riportare a stretto contatto le due formazioni (13-15, time out Blengini). Trento torna a meno quattro per merito di Leal (14-18), ma poi ha una nuova fiammata con Giannelli al servizio vale il 18-19. La Lube riparte con i muri di Simon (19-21 e 21-24); sembra essere lo spunto decisivo, ma in realtà non lo è perché con Nimir in battuta l’Itas Trentino risale sino al 24-24, mette la freccia con un muro di Lucarelli su Rychlicki (26-25) e chiude il conto con in contrattacco dello stesso olandese (27-25).
L’onda lunga della vittoria gialloblù allo sprint del primo set si fa sentire anche in avvio di secondo parziale, quando Nimir, Kooy e Lisinac realizzano i break point che fanno volare gli ospiti prima sul 5-3 e poi sul 9-6, costringendo Blengini ad interrompere il gioco. Alla ripresa la Lube si rianima con Leal e Juantorena, costruendo in fretta la parità a quota 11 e poi il vantaggio (11-13) che passa per le mani di Rychlicki. Nella parte centrale della frazione i padroni di casa aumentano il proprio vantaggio (11-15), sfruttando la vena di Osmany; Trento vacilla ma risale sino al 18-19, prima di lasciare strada stavolta in maniera definitiva agli spunti di Simon: 22-25 e 1-1.

La Cucine Lube continua a tenere in mano le redini del gioco anche nel terzo set. I locali scattano già sul 3-6 e poi su 6-9, approfittando delle difficoltà dei gialloblù in fase di cambiopalla. La squadra di Lorenzetti non perde però la voglia di lottare e si riporta sotto sino all’8-9 con Lucarelli. I padroni di casa fiutano il pericolo e ripartono con Leal (11-13 e 11-15); è la spallata decisiva per portare il match sul 2-1 interno, perché poi in seguito Giannelli e compagni riescono a replicare solo sino al 15-17, prima di lasciare strada ad uno scatenato Juantorena e ad un ritrovato Rychlicki (17-25).
Le due squadre tornano a lottare punto a punto in apertura del quarto periodo (5-4, 8-9); Rychlicki spinge i suoi sul +2 (10-12). L’Itas Trentino si disunisce, va sotto di quattro punti (12-16), margine che di fatto non riesce più a recuperare anche perché dall’altra parte della rete la Cucine Lube non concede più nulla in fase di break (17-21) e chiude il conto sul 21-25 con un Leal infermabile a rete.

«Le cose migliori della nostra partita le abbiamo fatte nel finale di primo set, poi abbiamo perso in incisività col servizio e tutto è diventato più problematico. – ha spiegato a fine partita dell’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti - Dobbiamo imparare ad accettare queste difficoltà, perché non possiamo sperare di vincere la partita sfruttando la vena di un solo giocatore. Il rammarico sta anche nel non aver sfruttato alcune occasioni nel terzo periodo, mentre nel quarto set abbiamo pagato a caro prezzo le rotazioni di Juantorena dalla linea dei nove metri. Abbiamo fatto la partita che avevo chiesto, ma potevamo evitare alcuni break anche nel momento in cui il loro servizio non è stato irresistibile».

Il tabellino

Cucine Lube Civitanova - Itas Trentino 3-1 (25-27, 25-22, 25-17, 25-21)
CUCINE LUBE: Anzani 5, De Cecco 2, Leal 20, Simon 15, Rychlicki 15, Juantorena 12, Balaso (L); Kovar, Marchisio. N.e. Larizza, Diamantini, Falaschi, Hadrava, Yant. All. Gianlorenzo Blengini.
ITAS TRENTINO: Lucarelli 12, Giannelli 1, Lisinac 9, Kooy 12, Nimir 20, Podrascanin 6, Rossini (L); Sosa Sierra 1, De Angelis, Cortesia 1, Sperotto. N.e. Argenta e Bonatesta. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Santi di Città di Castello (Perugia) e Vagni di Perugia.
DURATA SET: 34’, 30’, 26’, 27’; tot 1h e 57’.
NOTE: partita giocata a porte chiuse. Cucine Lube: 12 muri, 6 ace, 15 errori in battuta, 8 errori azione, 55% in attacco, 45% (19%) in ricezione. Itas Trentino: 7 muri, 5 ace, 19 errori in battuta, 11 errori azione, 46% in attacco, 51% (23%) in ricezione. Mvp Leal.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video