Mercato
lunedì 20 giugno 2011
VOLLEY
Mercato: che farà Trentino Volley? Intanto in serie B e C...

Spazio all'attesa. Tutti in attesa di capire che cosa accadrà nella pallavolo femminile di casa nostra. Tutti guardano con interesse soprattutto al discorso Trentino Volley: proseguirà o meno l'avventura in campo femminile? In questo momento sul piatto ci sono diverse opzioni. Se il titolo sportivo di A2 non sarà ceduto (o scambiato) e non ci si iscriverà alla A2 allora di default la Trentino Volley avrà la B2. Ma a quel punto, senza la A2, c'è la volontà e la forza di ripartire? E soprattutto con che squadra visto che tutte le giocatrici sono libere di accasarsi altrove e bisognerebbe, ai primi di luglio, ricostruire da zero un gruppo? Cosa quest'ultima non impossibile vista la crisi generale che rende difficile tirare avanti per tantissime squadre e che lascia giocatori e giocatrici a lungo liberi, ma certo è un compito non facilissimo. La domanda è anche se Trentino Volley proseguirà con il gruppo dirigente e lo staff ex Torrefranca oppure se tutti saranno lasciati liberi. A tutte queste domande si dovrà dare una risposta a breve da via Trener.

Tutte? Anche perché intanto alcune ex giocatrici della B1 che ha vinto il campionato si stanno accasando altrove, come Giada Marchioron pronta a tornare nel vicentino per giocare in una nuova realtà di B1. Su Stefania Pistolato c'è il grande interesse di tantissime B1, ma adesso in coda si è messa anche la Foppapedretti Bergamo interessata a lei ed a Bogatec ancora ai tempi della militanza nell'Alta Valsugana. Penasa, Avancini, Casagrande così come proprio Bogatec e Agostini interessano poi a tutti i sestetti regionali, ma anche qui la sensazione è che per prendere alcune decisioni si aspetta di vedere se e come proseguirà l'avventura in rosa di Trentino Volley.

Serie B2. In casa Lizzana in settimana si definirà soprattutto il budget a disposizione, poi ci si muoverà per ritoccare solamente quel sestetto che ha chiuso al secondo posto il campionato. Pochi ritocchi fra giocatrici regionali ed extraregionali per continuare comunque ad essere squadra di vertice in B2. Ad un torneo tranquillo pensa l'Ata pronta a portare in prima squadra una seconda palleggiatrice dal proprio vivaio e dando a Ceschini i “gradi” di regista titolare. Anche in questo caso, con la conferma della maggior parte del gruppo dello scorso anno, i ritocchi da fare sono pochi e coinvolgeranno soprattutto giovani. Dopo l'arrivo di Francesca Bortolotti, invece, in casa Neruda si guarda per ora soprattutto al mercato regionale per cercare un paio di bande in grado di dare più peso alla fase d'attacco. Tempi d'attesa anche in B2 maschile, dove il Metallsider Argentario e l'Agsat Molveno sono ormai pronti a chiudere lo scambio di titoli, ma prima a Cognola si vuole trovare un allenatore esperto ed in grado di offrire determinate sicurezze in vista di una nuova avventura in B2. Tutti, insomma, in attesa e per fine mese qualcosa si dovrà cominciare a muovere.

Ci si muove, intanto, in serie C femminile. Dove tornano a collaborare Argentario ed Alta Valsugana. Le due società hanno percorso la strada dei Forti e stanno mettendo in piedi una nuova collaborazione: una serie C con il gruppo “storico” delle cognolotte più alcune ragazze valsuganotte con Nicola Giuliani come nuovo allenatore. Libero sul mercato, invece, Guido Guzzo. In serie D, invece, una squadra giovanissima che sarà probabilmente affidata a Gianni Varesco, nuovo responsabile del progetto giovanile che si sta mettendo in piedi in collina. I due settori giovanili, infatti, dovrebbero restare separati ed a Cognola c'è la volontà di ripartire investendo proprio sul giovanile. Confermate buona parte delle altre panchine nelle nostre serie C maschile e femminile.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Inserire almeno 4 caratteri