B1 Femminile
domenica 11 febbraio 2018
VOLLEY
Il Neruda torna da Brescia con un punto e tanti rimpianti

Nella prima trasferta del girone di ritorno Pistolato e compagne rimediano una sconfitta al tie-break. Primi due set da dimenticare per le bolzanine, che, orfane di Fogagnolo per influenza, faticano ad ingranare. Le arancioblù si ritrovano a competere con una formazione rinnovata dan tre acquisti importanti: Biava, Bacciottini e Okaka (top scorer del match con 21 punti). Nel terzo e nel quarto set il Neruda dimostra di poter dire la sua, ma al tie-break è una battaglia impari con le atlete di Bonollo che concedono alle bolzanine solamente 5 punti.
Da sottolineare, ancora una volta, l’ottima prestazione di Dhimitriadhi, top scorer del Neruda con 16 punti. Un plauso anche a Fiabane, che va in doppia cifra con 14 sigilli (3 ace). In doppia cifra anche Fava con 12 punti.

La cronaca


Samec, che deve fare a meno di Fogagnolo a causa dell’influenza, schiera Turlà al palleggio, Fiabane opposto, capitan Pistolato e Dhimitriadhi schiacciatrici, Fava-Figini al centro e Bazzanella libero. Bonollo manda in campo tutti i nuovi acquisti: Bacciottini in cabina di regia, Okaka contromano, Biava e Civardi schiacciatrici, capitan Dall’Acqua e Ceron centrali e Baragioli libero.
Partono subito forte la padrone di casa. I tre nuovi innesti dimostrano subito di aver trovato il feeling giusto con le altre componenti della squadra. Le biancorosse allungano con Biava (6-3). Ceron e Okaka picchiano duro e Pisogne continua a condurre (13-11). Samec richiama le proprie giocatrici (15-11). Il Neruda non passa, gli attacchi vengono murati e le arancioblù sembrano a corto di idee. Le ragazze di Bonollo continuano a mettere a segno punti su punti. Ace di Okaka e Pisogne vola (21-12). Momento difficile per Pistolato e compagne, che provano a rialzare la testa con un punto di Turlà che sorprende le bresciane e grazie ad un attacco fuori misura di capitan Dall’Acqua (22-14). Dhimitriadhi accorcia ulteriormente (22-15), Pisogne attacca out ancora una volta (22-16). Filotto positivo per la formazione bolzanina e Bonollo corre ai ripari, chiamando il timeout. Al rientro Turlà sbaglia il servizio (23-16). Pisogne risponde con un ace di Biava che regala alle sue la palla set (24-16). Lungo scambio, ma Dhimitriadhi fallisce l’attacco e le biancorosse conquistano il primo set (25-16).
Secondo set che si apre con un nuovo allungo della formazione lombarda, grazie ai muri su Figini e Dhimitriadhi (6-2). Samec richiama nuovamente Turlà per Murer. Al Neruda servono idee nuove. L’allenatore arancioblù chiama il primo timeout del set sull'8-2. Continua il gioco pesante di Pisogne (9-2). Finalmente l’attacco di Dhimitriadhi passa (9-3). Turlà riprende il suo posto. Muro su Pistolato e le biancorosse rimangono sul +6 (11-5). Fallo di posizione per le padrone di casa (11-6). Le bolzanine provano a respirare con l’errore al servizio di Pisogne, ma Fava sbaglia l’attacco (14-7). Il Neruda prova a ricucire grazie ad una serie positiva (18-14). Figini sbaglia al servizio (21-15). Fiabane mette a segno un punto e un ace (21-18) e accorcia le distanze. Le padrone di casa sono più concrete e chiudono anche il secondo set (25-20).
Il terzo si apre con una situazione di equilibrio (3-3). Il Neruda prova a spingere sull'acceleratore con Fava e Turlà (7-8). Per la prima volta nel corso del match le arancioblù si portano in vantaggio. Bonollo ferma il gioco sull’allungo di Pistolato e compagne (7-10). Ace di Dhimitriadhi (10-13). Pisogne si rifà sotto con Civardi e Okaka (14-14). Le atlete di Samec mettono nuovamente la freccia e si portano avanti con un ace di Fiabane (14-16). Il Neruda continua a condurre, sul 20-23 Samec manda in campo Murer al servizio al posto di Turlà. Le bolzanine conquistano il set point e chiudono il set con un attacco di Fiabane (21-25).
Quarto set che parte nuovamente con una situazione di equilibrio (6-6). Pisogne tenta il sorpasso, ma Dhimitridhi e Fava ripristinano la parità (10-10). Fiabane segna il vantaggio arancioblù (13-15). Il Neruda preme con Pistolato e Fiabane e mantiene la testa. Ceron accorcia (16-18), ma la formazione bolzanina dimostra di averne di più grazie ad un’ottima serie di Fava e Dhimitriadhi (19-23). Turlà sbaglia il servizio e Fiabane attacca out (21-23). Samec chiama il timeout. Alla ripresa il Neruda chiude i conti, conquista il set (22-25).
Si va al tie-break, che si apre con una situazione di parità (3-3). Dhimitriadhi porta avanti le arancioblù (3-4), ma nello scambio successivo il muro del Neruda spedisce fuori il pallone e poi Fiabane attacca in rete (6-4). Samec chiama il timeout, ma al rientro la musica non cambia. Le padrone di casa dilagano con un’ottima prestazione di Okaka al servizio (13-5). Biava guadagna il match point per Pisogne e il turno successivo le padrone di casa chiudono i conti (15-5).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri