B1 Femminile
lunedì 12 marzo 2018
VOLLEY
Walliance più vicina alla salvezza, a secco Argentario e Neruda
di Thomas Pastorino

Diciannovesimo turno che regala tre punti solo alla Walliance Ata Trento, che liquida in tre set Bassano e vede molto più concreto l’obiettivo salvezza. Cadono nei big-match di giornata dicendo praticamente addio alle speranze play-off Argentario e Neruda, sconfitte rispettivamente da Anthea Volley e Ospitaletto.

WALLIANCE ATA TRENTO – BRUNOPREMI BASSANO 3-0 (25-14, 25-19, 25-16)



Compie appieno il suo dovere la Walliance Ata Trento (28), che al PalaBocchi si sbarazza in un’oretta del modesto Brunopremi Bassano con un netto 3-0 e vede praticamente raggiunto il traguardo della salvezza. Le bianconere, nonostante manchino ancora 7 giornate, hanno accumulato un buonissimo vantaggio (10 punti) e un altrettanto numero di squadre tra sé e la zona retrocessione: è naturalmente vero e scontato che non andrà abbassata la guardia nel rush finale, ma è altrettanto vero che il team di mister Mongera potrà affrontare le ultime gare della stagione con meno ansia di prestazione e risultato.
Contro Bassano, compagine giovanissima e attualmente penultima con soli 5 punti conquistati finora, per l’Ata è stata praticamente una passeggiata di salute: solo nel secondo parziale, infatti, le venete hanno provato a mettere il bastone tra le ruote alle trentine, arrendendosi infine 25-19; negli altri due set, invece, Bottura e compagne hanno dominato senza problemi, con Mongera che ha potuto dare spazio a tutte le atlete a disposizione.
Top scorer dell’incontro ex-aequo capitan Bottura e la centrale Bogatec con 12 punti a referto.

ANTHEA VOLLEY VICENZA – ARGENTARIO PROGETT VOLLEI 3-1 (21-25, 25-16, 25-15, 25-18)



Dura solo il primo set l’illusione dell’Argentario Progetto VolLei (34) di fare il colpaccio in terra vicentina. Nel big-match di giornata le trentine strappano il primo set all’Anthea Volley Vicenza (davanti di una posizione alle collinari), per poi subire la furiosa reazione dell’ex Delta Informatica Cristina Coppi e compagne che giocano tre eccellenti set e portano a casa i tre punti in palio. Con questa sconfitta, la seconda di fila dopo quella con Martignacco, il team allenato da Maurizio Moretti scivola a 8 lunghezze dalla coppia Anthea-Ospitaletto, un margine forse incolmabile per pensare ancora alla zona play-off; ciò non macchia l’eccellente stagione disputata finora per una formazione neopromossa dalla B1.
Tra le fila trentine ottima prestazione dell’opposto Visintini, miglior marcatrice della sfida con 18 punti totali; in doppia cifra anche Giorgia Mazzon con 12 palloni messi a terra.
Nel prossimo turno l’Argentario tornerà tra le mure amiche del PalaBocchi affrontando l’Iseoserrature Pisogne.

NERUDA VOLLEY – VINILGOMMA OSPITALETTO 0-3 (24-26, 23-25, 14-25)



Nulla da fare per il Neruda Volley (34), che nel match ad alta quota contro Ospitaletto (terza forza del torneo) lotta alla pari per i primi due set ma alla fine si arrende per 3-0. Troppi gli errori da parte delle arancioblù (soprattutto al servizio) per poter avere la meglio delle esperte bresciane, brave a spuntarla sul filo di lana nel primo (24-26) e secondo set (23-25) prima di prendere il largo nella terza e ultima frazione e imporsi agilmente 14-25. Non sono bastati i 14 punti realizzati dall’ex Delta e Ata Pistolato, peraltro l’unica ad andare in doppia cifra.
Il Neruda cercherà il pronto riscatto nella prossima giornata, anche se l’impegno si preannuncia decisamente ostico: le ragazze di mister Samec infatti saranno ospiti della vice-capolista Talmassons.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,922 sec.

Inserire almeno 4 caratteri