SuperLega
domenica 2 dicembre 2018
VOLLEY
Stasera la finale del Mondiale per Club fra Trentino e Lube

Si gioca questa sera alla Hala Sportowa di Czestochowa la Finale del Mondiale per Club 2018. Nella gara che vale il titolo iridato per club, la Trentino Diatecx affronterà in un derby tutto italiano la Cucine Lube Civitanova, capace in semifinale di piegare per 3-1 i padroni di casa del Resovia. Fischio d’inizio previsto per le ore 20.30: diretta RAI Sport + HD e Radio Dolomiti.

QUI TRENTINO DIATECX
Solo i marchigiani fra i gialloblù ed il quinto titolo iridato. Ottenere un ulteriore alloro mondiale, a distanza di sei anni dal precedente, sarà però qualcosa di ancora più difficile, tenendo conto del valore dell’avversario e dei favori del pronostico.
La squadra gialloblù si presenterà al completo a questo appuntamento e quindi verosimilmente sul gerfloor della Hala Sportowa si rivedrà lo schieramento che ha superato 3-1 il Fakel Novy Urengoy: in posto 4 spazio quindi di nuovo a Russell, che contro i russi ha dimostrato di aver recuperato dal problema accusato nei giorni scorsi al ginocchio.
Domenica Trentino Volley giocherà la 780^ gara ufficiale della propria storia, la 17^ stagionale, andando alla ricerca della 541^ vittoria assoluta. Nella rosa trentina i giocatori che hanno già disputato una finale di Mondiale per Club sono Grebennikov e Candellaro, protagonisti dell’ultima edizione con la maglia della Cucine Lube Civitanova.

QUINTA FINALE IRIDATA DI SEMPRE
Il successo di sabato sera sul Fakel Novy Urengoy nella seconda semifinale della Hala Sportowa ha permesso a Trentino Volley di continuare a tenere aperta l'incredibile saga mondiale che dal 2009 la contraddistingue. Il Club del Presidente Mosna ha infatti staccato ufficialmente il pass per quella che sarà la sua quinta finale iridata di sempre, l'undicesima internazionale negli ultimi nove anni. L’atto conclusivo della manifestazione sarà quindi l’ennesimo appuntamento con la storia per un Club già capace di conquistare quattro volte il titolo mondiale per Club e tre volte la prestigiosissima Champions League.
L’album dei ricordi legato al Mondiale per Club diventa sempre più ricco di pagine: la prima è quella relativa all'8 novembre 2009 a Doha grazie al successo per 3-0 sul Belchatow, ottenuto dimostrando di saper interpretare meglio di chiunque altro la Golden Formula, regolamento che permetteva di attaccare solo da seconda linea la prima azione di cambiopalla. Messo da parte questo particolare sistema di gioco, poi Trentino Volley si è rivelata comunque più forte di tutte anche nella pallavolo "normale", raccogliendo fra il 2010 ed il 2012 solo successi perentori contro avversari sempre più quotati ed agguerriti come Belchatow (sconfitto in finale anche il 21 dicembre 2018), lo Jastrzebski (3-1 il 14 ottobre 2011) e per ultimo il Sada Cruzeiro (3-0 il 19 ottobre 2013) – società che le è successa nell’albo d’oro nell’edizione 2013, diventando la prima compagine non italiana ad assicurarsi il trofeo. Anche in due delle tre partecipazioni successive (2013 e 2016) Trento è comunque restata sul podio, classificandosi al terzo posto, mentre in quella 2014 terminò per la prima volta la sua corsa nella fase a gironi.
Lasciando il discorso legato alla singola manifestazione, va sottolineato come quella appena conquistata sia la qualificazione alla trentatreesima finale di sempre per Trentino Volley; nel computo si segnalano anche i ventidue ultimi atti disputati in campo nazionale: le tre giocate contro Piacenza nei playoff scudetto 2008, 2009 e 2013 (rispettivamente al meglio delle tre e cinque gare), le sei giocate contro Cuneo (Coppa Italia 2010 e 2011, V-Day 2010 e 2011, Supercoppa Italiana 2010 e 2011), le sette disputate contro Macerata (V-Day 2012, Finale Scudetto 2017, Coppa Italia 2012 e 2017 e Supercoppa Italiana 2008, 2012 e 2013) e le cinque, con Modena (Coppa Italia 2015 e 2016, finale scudetto 2015, finale di Supercoppa Italiana 2015 e 2018).
Il bilancio nelle partite che assegnano un titolo vede la formazione gialloblù vittoriosa in sedici circostanze su trentadue: la particolarità sta nel fatto che Trentino Volley sino ad oggi ha vinto sette delle dieci finali internazionali a cui ha preso parte. All’incredibile ruolino di marcia, oltre al Mondiale per Club (2009, 2010, 2011 e 2012) vanno infatti aggiunte anche tre finali di Champions League (2009 a Praga, 2010 a Lodz e 2011 a Bolzano).

GLI AVVERSARI
La Cucine Lube Civitanova si appresta a giocare la seconda finale consecutiva del Mondiale per Club. Dopo quella persa a Cracovia nel 2017, stavolta i marchigiani la vivranno come favoriti d’obbligo, forti di quattro vittorie in altrettante partite della manifestazione, in cui hanno via via superato tutti gli ostacoli proposti dal calendario. Oltretutto contro Trento, già sconfitta al tie break nella SuperLega in corso, vanta una striscia ancora aperta di dieci affermazioni.

La rosa della Cucine Lube Civitanova (Italia): 1. Tsvetan Sokolov (opp), 3. Stijn D’Hulst (pal), 4. Andrea Marchisio (lib), 5. Osmany Juantorena (sch), 6. Jacopo Massari (sch), 7. Dragan Stankovic (sch), 8. Enrico Diamatini (cen), 9. Yoandy Leal Hidalgo (sch), 10. Brenden Sander (sch), 11. Diego Cantagalli (opp), 12. Enrico Cester (sch), 13. Robertlandy Simon Aties (cen), 14. Bruno Mossa Rezende (pal), 17. Fabio Balaso (lib). All. Giampaolo Medei.

IL PROGRAMMA
Prima della sfida che vale il titolo fra Trentino Diatecx e Cucine Lube Civitanova (ore 20.30), alle ore 17.30 andrà in scena la finale per il terzo posto che vedrà sfidarsi Fakel e Resovia. Al termine della seconda gara le premiazioni delle squadre e la consegna dei riconoscimenti individuali.

SESTO DERBY ITALIANO IN CAMPO INTERNAZIONALE
Per Trentino Volley quello con Civitanova sarà il sesto derby italiano di sempre a livello internazionale.
Il più recente è stato giocato lo scorso marzo proprio contro la Cucine Lube nei Playoffs 6 di Champions (doppia vittoria e passaggio del turno dei marchigiani), mentre gli altri quattro precedenti erano stati disputati (e vinti) contro Piacenza nei quarti di finale di 2017 CEV Cup (doppia vittoria, per 3-0 in trasferta e per 3-1 in casa) e per altre tre volte sempre contro la Lube in Champions League: 3-0 nella semifinale dell’edizione 2009, 2-3 e 3-0 nei Playoffs 6 del 2012 e 3-0 nella semifinale dell’edizione 2016.

I PRECEDENTI
Trentino Volley e Lube si sfideranno per il 62° confronto ufficiale della loro storia, il secondo stagionale dopo la partita di regular season SuperLega giocata nella Marche il 4 novembre e vinto dai padroni di casa al tie break. Il bilancio complessivo vede avanti la Lube per 31-30; la sfida ha radici profonde anche in campo internazionale, tenendo conto della semifinale dell’edizione 2009 a Praga (vittoria per 3-0 di Trento il 4 aprile), del doppio precedente dei Playoffs 6 dell’edizione 2012 che promosse Trentino Volley dopo un clamoroso 4-0 (3-0 nella gara regolare e poi vittoria anche del golden set) nel match di ritorno del PalaTrento che cancellò la sconfitta al tie break della gara d’andata a Macerata, del 3-0 conquistato dai gialloblù a Cracovia (16 aprile 2016) nella semifinale dell’edizione 2016 e del doppio confronto dei Playoffs 6 di Champions 2018 (doppia vittoria dei biancorossi per 3-1 e 3-2). La Cucine Lube vanta però una striscia di dieci vittorie consecutive ancora aperta; l’ultima affermazione di Trentino Volley risale infatti al 13 novembre 2016 (3-1 casalingo).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,078 sec.

Inserire almeno 4 caratteri