SuperLega
domenica 23 dicembre 2018
VOLLEY
Una rimonta incredibile consente all'Itas di espugnare Monza

Il girone d’andata di regular season SuperLega Credem Banca 2018/19 si chiude con un’altra vittoria per l’Itas Trentino e con un beneaugurante secondo posto in classifica. I Campioni del Mondo hanno confermato di attraversare un momento favorevolissimo, violando stasera la Candy Arena di Monza in cinque set al termine di una partita infinita (due ore e tre quarti) e che sembrava già compromessa a metà del quarto parziale.
La sedicesima affermazione consecutiva fra campionato, Mondiale per Club e CEV Cup è invece arrivata in maniera incredibile, vincendo un set eterno (57 minuti, nuovo record del campionato) e ha consentito ai gialloblù di proteggere la posizione in graduatoria che avevano saputo conquistare durante la precedente settimana e restare in scia a Perugia; nel tabellone di Del Monte® Coppa Italia 2019 Trento sarà quindi la testa di serie numero 2 e nei quarti di finale del massimo trofeo nazionale il 23 gennaio alla BLM Group Arena di Trento affronterà la Calzedonia Verona settima classificata.
Nel crescendo di emozioni e della contesa, da segnalare l’ottima serata di Lisinac (13 punti con l’83% in attacco, tre muri e un ace), la grande verve a rete degli attaccanti di posto 4 (Russell 20 punti, Kovacevic) ma soprattutto il carattere dell’intera formazione, in grado di riprendere all’ultimo un match che sembrava perso e che invece alla fine si è trasformato in un autentico trionfo, soprattutto perché perdere per 1-3 avrebbe significato scivolare al terzo posto.

La cronaca


L’Itas Trentino si presenta di fronte agli oltre quattromila spettatori della Candy Arena in formazione tipo: Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell schiacciatori, Lisinac e Candellaro al centro, Grebennikov libero. Il Vero Volley risponde con Orduna al palleggio, Ghafour opposto, Dzavoronok e Plotnytskyi schiacciatori, Beretta e Yosifov al centro, Botto libero (Rizzo out per un problema all’anca destra). L’avvio degli ospiti è convincente (7-5), ma Ghafour ha la spalla calda e costruisce subito la parità (7-7); in seguito si lotta punto a punto con l’ace di Giannelli che permette a Trento di rimettere la testa avanti (12-11), subito imitato dall’altra parte da Plotnytskyi (12-13). Il rush finale del primo set inizia con un doppio errore gialloblù in attacco (Kovacevic e Vettori), che consente ai padroni di casa di volare per la prima volta sul +2 (17-19, time out Lorenzetti). Gli iridati pareggiano i conti già a quota 20, ma poi subiscono l’ace di Plotnytskyi (20-22) ed il muro di Dzavoronok sul neoentrato Nelli (21-24). Lo stesso ceco in attacco chiude i conti del parziale di apertura sul punteggio si 22-25, alla seconda occasione.
I muri di Lisinac, due consecutivi sul 6-5, scuotono l’Itas Trentino alla ripresa del gioco, costringendo Soli a spendere un time out già sull’8-5. Al rientro in campo è Plotnytskyi a mettere paura col servizio alla ricezione gialloblù (10-9), poi è un errore di Vettori a riportare in equilibrio le sorti del periodo (11-11). Trento riparte con Russell al servizio (e in pipe), guadagnando di nuovo tre punti di vantaggio 14-11, ma Monza non demorde e con Orduna, sempre in battuta, si riporta a meno uno (17-16). La squadra di Lorenzetti ha però più argomenti tecnici e fisici in proprio possesso; con Kovacevic e Russell costruisce una nuova importante vantaggio (21-17), che stavolta capitalizza sino in fondo (25-20).
Il Vero Volley reagisce in apertura del terzo parziale (4-7), approfittando anche di qualche sbavatura di troppo a rete dei gialloblù, che Lorenzetti richiama subito vicino alla propria panchina. I servizi di Giannelli riportano in linea di galleggiamento (10-11), ma poi ci pensano due ace di Plotnytskyi (10-14) a far volare nuovamente i brianzoli, che sull’onda dell’entusiasmo dilagano (12-18) con Ghafour. Lorenzetti inserisce Nelli e Van Garderen per cambiare le carte in tavola; Trento recupera sino al meno tre (18-21) anche grazie ad una incredibile difesa punto di Jenia Grebennikov ma è solo un sussulto perché poi ci pensa Ghafour a blindare il terzo set (21-25).
Monza sfruttando l’onda lunga del nuovo vantaggio conquistato per partire alla grande anche nel quarto set (5-8) con servizio e difesa. In campo sin dal via c’è Nelli al posto di Vettori e poi anche Van Garderen al posto di Russell, dopo che l’americano sbaglia il secondo attacco nel giro di pochi secondi (6-11). I brianzoli provano a dilagare (6-12) ma poi subiscono un paio di break trentini (10-14), con la squadra di Lorenzetti che torna a crederci seriamente (14-16) e trova la parità con un grande muro di Kovacevic su Ghafour, autore di un errore poco prima (18-18). Monza riparte con Plotnytskyi 19-22 ma Trento risale da 22-24 a 24-24. Ai vantaggi nasce uno sfibrante braccio di ferro (28-28, 32-32), risolto solo alla nona palla set in favore degli ospiti per mano di un errore a rete di Plotnytskyi.
Il tie break inizia nel segno di Kovacevic (5-3) poi continua con Lisinac (muro e ace per il 9-5). L’Itas Trentino è un treno lanciato che prende sempre più velocità e chiude sul 15-8 una partita incredibile.

Le dichiarazioni


«È stata una battaglia infinita e non mi riferisco solo a quel quarto set: l’intera partita ha visto le due squadre lottare al massimo per ottenere la vittoria – ha dichiarato il secondo allenatore dell’Itas Trentino Francesco Petrella, a cui Lorenzetti stasera ha concesso la ribalta –. L’abbiamo portata a casa noi e siamo felicissimi, anche perché questo risultato ci consente di concludere al secondo posto il girone d’andata. E’ stato un passaggio importante della stagione e questo successo in rimonta credo che sia un ulteriore premio per quello che ha saputo fare la squadra in queste prime tredici giornate».

Il tabellino


Vero Volley Monza - Itas Trentino 2-3 (25-22, 20-25, 8-15)
VERO VOLLEY: Dzavoronok 21, Beretta 4, Orduna 4, Plotnytskyi 21, Yosifov 9, Ghafour 14, Botto (L); Calligaro, Arasomwan, Giannotti. N.e. Buti, Galliani, Rizzo. All. Fabio Soli.
ITAS TRENTINO: Vettori 6, Russell 20, Candellaro 7, Giannelli 7, Kovacevic 19, Lisinac 13, Grebennikov (L); Nelli 9, Van Garderen 4, Cavuto. N.e. Daldello, De Angelis e Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Goitre e Venturi di Torino.
DURATA SET: 31’, 29’, 29’, 57’, 19’; tot 2h e 45’.
NOTE: 4.051 spettatori. Vero Volley: 4 muri, 11 ace, 25 errori in battuta, 10 errori azione, 45% in attacco, 58% (38%) in ricezione. Itas Trentino: 11 muri, 5 ace, 22 errori in battuta, 18 errori azione, 57% in attacco, 48% (31%) in ricezione. Mvp Botto.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,656 sec.

Inserire almeno 4 caratteri