Giovanile
lunedì 26 giugno 2017
VOLLEY
La cerimonia inaugurale ha aperto il Trofeo delle Regioni

La 34ª edizione del Trofeo delle Regioni - Kinderiadi ha preso il via ufficialmente questo pomeriggio, quando gli oltre 500 ragazzi Under 16 e ragazze Under 15 hanno sfilato nelle vie del centro storico di Rovereto accompagnati dagli oltre cento allenatori e dai dirigenti delle 21 Rappresentative regionali. Quelle che, a partire da domani, si sfideranno nelle palestre di Rovereto, Volano e Besenello per giungere a conquistare un posto nelle finalissime in programma al PalaTrento sabato 1 luglio. A dare il via ufficiale all'evento è stato Massimo Dalfovo, presidente del Comitato Trentino della Fipav.

«Per tutti noi è bellissimo potervi vedere qui, tutto insieme, sotto questa meravigliosa cupola, nel bellissimo scenario del Mart – ha detto il numero uno della Federvolley regionale – per voi questa sarà una settimana di confronto ma anche di incontro, giornate nella quale vivere anche la socializzazione con i vostri coetanei. Crediamo molto nell'abbinamento fra lo sport e la cultura, per fare di voi un domani degli adulti consapevoli».
Una pioggia di applausi e di abbracci per i due super ospiti di questa inaugurazione, ovvero il regista della nazionale italiana Simone Giannelli e “Mister Secolo”, Lorenzo Bernardi.
«Ricordo bene – ha detto lo schiacciatore trentino – quando giocai anche il Trofeo delle Regioni, era il 1984 ed eravamo in Emilia Romagna. Questo appuntamento era agli albori, ma fu una esperienza molto importante per me ed anche per tanti miei coetanei. Io mi auguro che ci sia un giorno un nuovo Bernardi, perché altrimenti vorrebbe dire vivere nel passato e questo non va bene. Per voi questa sarà una settimana piena, voi siete il futuro della pallavolo italiana: la pallavolo vi guarda ed ha grandi speranze in voi. Ricordatevi sempre di questa passione che avete: solamente una grande passione vi farà fare sempre le cose al meglio».

Acclamatissimo, inevitabilmente, anche Simone Giannelli. «Mi ricordo molto bene di questa manifestazione – ha affermato il regista bolzanino – la vinsi nel 2012 e giocando da schiacciatore venni anche insignito del premio di Mvp. Non è una frase fatta quando dico che è una manifestazione stupenda, ho avuto la fortuna di giocarla per tre volte ed è un appuntamento che ancora mi fa stupire, guardandomi indietro, di come le cose per me si siano evolute così repentinamente. Adesso fra pochi giorni inizieremo, a Cavalese, il ritiro con la nazionale pre Europei, un appuntamento al quale teniamo molto. L'anno prossimo poi i Mondiali torneranno in Italia e quella sarà un'altra grandissima occasione per promuovere la pallavolo nel nostro paese».
Delegazioni giunte tutte a Folgaria e sull'Altopiano Cimbro, dove risiederanno e potranno riposare al fresco dei 1.100 metri d'altitudine, uno degli scorci più incantevoli dell'arco alpino. Mentre già dalle prime ore di domani mattina tutte le delegazioni scenderanno nella valle dell'Adige per iniziare a giocare: al mattino, a partire dalle 9, tocca alle ragazze mentre dalle 15.30 del pomeriggio campo ai maschi.

«Grazie a tutti voi per il grande spettacolo che darete nei prossimi giorni – ha affermato dal palco Tiziano Mellarini, assessore allo sport della Provincia di Trento – voi siete i custodi dei veri valori dello sport: coltivando l'amicizia e la passione sportiva. Il Trentino mette a disposizione tutte le proprie strutture e tutto il proprio cuore, per regalarvi un appuntamento nel quale potrete essere protagonisti».
Una inaugurazione che ha visto i ragazzi Under 16, le ragazze Under 15, allenatori e dirigenti andare alla scoperta del centro storico di Rovereto grazie ad una sfilata nel cuore antico della “Città della Quercia”, con la Banda di Aldeno a fare da capofila. Quindi sotto la cupola del Mart anche i vertici della Federvolley italiana hanno voluto dare il loro “in bocca al lupo” a tutti gli atleti. «Questo per me è il primo Trofeo delle Regioni vissuto da vicepresidente federale – ha detto Adriano Bilato, numero due della Federvolley nazionale – ma dopo averne vissuti tanti da presidente
della Fipav del Veneto. Questa resta sempre la più bella manifestazione della nostra federazione».

«Il vostro entusiasmo – ha aggiunto Pino Mazzon, consigliere nazionale della Federvolley ed ex presidente del Comitato del Trentino – fa capire a noi dirigenti sportivi perché lo facciamo. Perché lavoriamo e perché ci impegniamo tanto. L'augurio che posso fare a tutti quanti voi è di ripartire alla fine di questo appuntamento con la consapevolezza di aver dato tutto». Particolarmente coinvolgente il momento del giuramento ufficiale degli atleti ai valori dello sport: a leggerlo, come tradizione vuole, due portacolori delle Rappresentative di casa ovvero Gianluca Salvadori e Gea Penelope Curti.
Dopo la sfilata dal parcheggio Leoni al Mart e dopo il taglio del nastro ufficiale dell'evento, per le 42 Rappresentative in gioco è arrivato il momento di iniziare a giocare. Da domani, martedì 27 giugno, a venerdì 30 giugno si giocheranno le gare eliminatorie partendo con tutte le regioni divise in gironi da tre. Oggi all'interno dei sette gironi ogni squadra affronterà le altre in gare alla meglio dei tre set, in base alla classifica di questa prima giornata si determineranno la composizione dei gironi delle gare di mercoledì. Per restare sempre aggiornati sull'evento, con aggiornamento dei risultati in tempo reale, organici, foto e video delle gare e delle singole Rappresentative, basta consultare il sito
internet della manifestazione www.kinderiadivolley.it.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri