Giovanile
mercoledì 28 giugno 2017
VOLLEY
La seconda giornata del Trofeo delle Regioni maschile

Nel pomeriggio di oggi si è disputata la seconda giornata di gare maschili del Trofeo delle Regioni nelle palestre di Rovereto, Volano e Besenello. La Lombardia è capitolata per mano dell'Emilia Romagna, un risultato che le permette di restare a braccetto delle altre tre rappresentative a punteggio pieno, ovvero Trentino, Piemonte e Veneto. Prova di forza per i piemontesi, che rifilano la seconda sconfitta in due giorni ad un'attesa big come la Puglia, mentre i padroni di casa guidati da Francesco Conci si regalano la seconda giornata di fila da protagonisti.

Il dettaglio


Nel girone A, disputatosi al palasport di Rovereto, il Veneto ha fatto bottino pieno, andando a superare prima il Lazio e poi la Sicilia al termine di due incontri a senso unico. I laziali di coach Marco Dassi si sono poi tolti la soddisfazione di battere, in due parziali, la Sicilia.
Spostandoci nella palestra dell'istituto Don Milani di Rovereto l'Emilia Romagna ha coronato una seconda giornata strepitosa. Merito del successo, mai in discussione, sull'Abruzzo nel match inaugurale, ma soprattutto di quello contro la Lombardia. I lombardi, guidati in panchina da Irene Ranalletti, sono poi riusciti a reagire immediatamente superando l'Abruzzo.
L'impianto delle Fucine, a Rovereto, porta fortuna ai padroni di casa del Trentino: due gare e due vittorie martedì, due partite ed altrettanti successi nella giornata di oggi. E si tratta di due risultati mai in discussione: Calabria e Toscana solamente a sprazzi riescono a tenere il passo di Salvadori e compagni, che continuano ad essere “profeti in casa”. Nello scontro diretto vittoria piena della Calabria ai danni della Toscana allenata da Francesco “Checco” Mattioli, per due stagioni schiacciatore della Trentino Volley.
Chiude la pool A il girone D, quello di Besenello, dove il Piemonte si dimostra una selezione davvero molto interessante, perché a capitolare sotto i colpi dei ragazzi allenati da Monica Cresta è stata la Puglia. Uno dei sestetti più accreditati di questo “Trofeo delle Regioni – Kinderiadi” cede dunque dopo un match “bollente”: nel corso del secondo parziale espulso per un set Vincenzo Fanizza, selezionatore della Puglia, per proteste. Puglia che si rifà, superando per 2-1 la Campania, sconfitta poi anche dal Piemonte.

Nella pool B possono sorridere Liguria, Marche e Friuli Venezia Giulia che conquistano il primo posto nei tre gironi della seconda fascia del torneo.
Nel girone E, al palasport di Volano, la Liguria ha ragione in due set senza storia prima della Basilicata e poi dell'Alto Adige, restando in lotta per la 13ª posizione finale, alla quale dovrà dire addio la Basilicata, sconfitta anche dall'Alto Adige nell'altro match di questo raggruppamento.
Nel girone G, all'istituto Alberghiero di Rovereto, è tutto facile per le Marche, che prima hanno la meglio sul Molise in due set a senso unico e poi, contro una volonterosa Umbria, soffre solamente nella seconda parte del secondo set. Molisani, guidati da Mariano Maniscalco, che con tanto carattere riescono anche a far sudare una Umbria però più efficace nelle parti finali dei set.
Infine nella palestra di Noriglio, poco sopra a Rovereto, doppio sorriso per il Friuli Venezia Giulia: contro la Valle d'Aosta arriva un successo pieno e mai in discussione mentre contro la Sardegna, mai doma, deve stringere i denti per portarsi via il successo. Isolani che si tolgono, poi, la soddisfazione di superare la Valle d'Aosta.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri