Giovanile
giovedì 29 giugno 2017
VOLLEY
La terza giornata del Trofeo delle Regioni maschile

Saranno Piemonte - Veneto e Trentino - Emilia Romagna le due semifinali maschili del “Trofeo delle Regioni – Kinderiadi”. Domani pomeriggio, venerdì 30 giugno, alle 15,30 in contemporanea in due palestre si giocheranno le due sfide, che mettono in palio l'accesso alla finale del 1 luglio al PalaTrento. Per il Veneto si tratta di una conferma dei pronostici, mentre l'Emilia Romagna piazza il bis avendo raggiunto tale traguardo anche con la squadra femminile. Grande conferma per il Piemonte: la prossima allenatrice del Club Italia, Monica Cresta, dopo l'ottimo lavoro compiuto nel settore giovanile di Segrate ora giocherà contro il Veneto per un posto nella finale del PalaTrento. Per il Trentino si tratterà della seconda, storica, semifinale: solamente nel 2012 in Veneto, quando poi vinse il suo primo ed unico Trofeo delle Regioni, la selezione era giunta fino a questo punto. Nella classifica avulsa di queste ultime due giornate il primo posto è andato al Piemonte, grazie ad un miglior quoziente punti rispetto al Trentino ed all'Emilia Romagna. Mezzo scivolone del Veneto che, invece, è passato dal primo al quarto posto nell'ultima gara eliminatoria, complice un punto perso contro la Puglia. Davvero molto avvincente si annuncia il ramo del tabellone per un posto finale fra il quinto e l'ottavo con in campo regioni di tradizione e qualità come Lombardia, Puglia, Lazio e Campania.

Il programma di domani


Semifinali 1°-4° posto: Piemonte – Veneto, Trentino – Emilia Romagna
Semifinali 5°-8° posto: Puglia – Campania, Lombardia – Lazio
Semifinali 9°-12° posto: Calabria – Toscana, Abruzzo – Sicilia
Finali 13°-15° posto: Liguria – Umbria, Umbria – Marche, Marche – Umbria
Finali 16°-18° posto: Friuli Venezia Giulia – Alto Adige, Alto Adige – Sardegna, Sardegna – Friuli Venezia Giulia
Finali 19°-21° posto: Valle d'Aosta – Molise, Molise – Basilicata, Basilicata – Valle d'Aosta

Le partite di oggi


Al Trofeo delle Regioni basta perdere un set per ritrovarsi proiettati dal primo al quarto posto. In una situazione di grandissimo equilibrio in vetta fra le prime quattro squadre, al Veneto guidato da coach Valerio Baldovin è bastato perdere oggi un solo parziale contro la Puglia per scivolare dietro a Piemonte, Trentino ed Emilia, al termine di un girone nel quale la Toscana ha dovuto alzare bandiera bianca per 2-0 al cospetto sia dei veneti sia dei pugliesi.
Nel girone B, all'istituto Don Milani di Rovereto, prova di forza importante dell'Emilia Romagna, che ha la meglio in due set a senso unico prima della Campania e poi della Calabria. Sorridono i campani che, nella terza gara, hanno la meglio sui calabresi per 2-0.
Veniamo al girone C, quello ospitato dal palasport delle Fucine di Rovereto, dove la Sicilia ha fatto sudare sia la Lombardia sia il Trentino, ma senza riuscire a strappare loro nemmeno un set. Nella terza e decisiva partita sono stati i padroni di casa guidati da coach Francesco Conci a tenere in mano il pallino del gioco, riuscendo a cogliere un successo per 2-0. Vittoria che blinda il secondo posto nella classifica avulsa e la seconda, storica, semifinale di sempre del Trentino.
Nel quarto girone della pool A, a Besenello, il Piemonte è stato capace vincere tutti i set, superando di slancio per 2-0 Abruzzo e Lazio. I laziali possono consolarsi con il successo sugli abruzzesi, che vale loro le semifinali per il quinto posto.
Veniamo alla pool B, dove a Volano la Sardegna centra due vittorie ai danni di Molise e Liguria, non sufficienti per giocarsi il 13° posto: deve accontentarsi della corsa al 15°. Alla Liguria per arrivare a giocarsi la 13ª piazza è bastato superare il Molise per 3-0.

Nella palestra dell'istituto Alberghiero di Rovereto si è vissuto un momento di paura, quando l'arbitro della seconda gara fra Valle d'Aosta e Marche si è sentito male ed è caduto dal seggiolone. Il direttore di gara è stato trasportato in ospedale per un sospetto trauma cranico, ma per fortuna si riprenderà a breve. Il girone ha promosso le Marche alle sfide per il 13° posto finale, grazie al successo finale sull'Alto Adige. I ragazzi di coach Guarienti avevano in precedenza avuto la meglio sulla Valle d'Aosta.
Infine nel girone H, quello di Noriglio, l'Umbria regola per 2-0 Basilicata e Friuli, guadagnandosi la possibilità di giocarsi il 13° posto domani. Il Friuli si toglie la soddisfazione di superare, infine, la Basilicata per 2-1.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri