SuperLega
martedì 26 settembre 2017
VOLLEY
Presentato Luca Vettori: «Tanta voglia di cominciare»

Oltre alla doppia sessione di allenamento, nel primo giorno da giocatore di Trentino Volley di Luca Vettori c’è stato spazio anche per una chiacchierata pomeridiana con i media locali. Come già accaduto nel recente passato per Zingel, Eder e Kovacevic, la Società gialloblù ha infatti presentato il suo nuovo opposto nella prestigiosa Sala Trofei della sede di via Trener.
Ad incontrarlo non solo una nutrita schiera di giornalisti, ma anche il noto disegnatore trentino Fabio Vettori, che, vantando lo stesso cognome del nuovo giocatore gialloblù (ma nessun tipo di parentela diretta), ha voluto dedicare e regalare proprio in questa occasione un’opera originale raffigurante le sue popolarissime formiche - pronte ad accogliere Luca al suo arrivo in Città.
«Sono veramente molto contento di iniziare questa nuova avventura – sono state le prime parole di fronte alla stampa di Luca Vettori - . Sono arrivato qui solo martedì sera ma ho già grandissima voglia di calarmi il più in fretta possibile in questo ambiente e lavorare con il gruppo per rendere grande il progetto. Dovremo trovare subito una buona amalgama, sfrutteremo quindi al massimo i prossimi dieci giorni per farci trovare pronti per il primo appuntamento ufficiale. Ho lasciato Modena perché volevo trovare nuovi stimoli e con Trento ho colto la palla al balzo: era una bellissima occasione personale. Sento la voglia e la necessità di crescere ancora, come continuità al servizio e nella precisione a muro, ad esempio. Avevo proprio voglia di venire a giocare in Trentino, le montagne mi attirano molto».

«Con l’arrivo di Vettori ci siamo garantiti un opposto giovane, italiano e di valore, che assieme a Lanza e Giannelli andrà a comporre un nucleo importante per questa Società – ha spiegato il General Manager Bruno Da Re - . Luca è un giocatore molto forte, ma al tempo stesso è un ragazzo impegnato anche al di fuori dal campo e questo ci fa enormemente piacere. Lo seguivamo da anni, io personalmente addirittura già dai tempi in cui lavoravo a Treviso. Ci auguriamo di costruire assieme a lui un bellissimo futuro, perché con il suo innesto la squadra diventa davvero molto competitiva; non ci nascondiamo. Abbiamo tanta voglia di arrivare in alto».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Inserire almeno 4 caratteri