B1 Femminile
lunedì 5 marzo 2018
VOLLEY
Argentario e Walliance cadono contro le prime della classe
di Thomas Pastorino

Una vittoria e due sconfitte nel diciottesimo turno del girone B di serie B1 femminile. E se l’impegno per il Neruda Volley era decisamente alla portata (comodo 3-0 contro il fanalino di coda Adro Volley), ben diverso era l’avversario per Argentario e Walliance Ata, che nulla hanno potuto contro la capolista Martignacco (0-3) e la vice-capolista Talmassons (3-1).

ARGENTARIO PROGETTO VOLLEI – ITAS MARTIGNACCO 0-3 (17-25, 14-25, 16-25)



Alla fine, anche il PalaBocchi cadde. Merito della capolista Itas Martignacco, che vìola per la prima volta in stagione il parquet casalingo dell’Argentario Progetto VolLei (35) con un inappellabile 0-3. Netto il divario tra le due formazioni, con il team di Maurizio Moretti – sconfitto dopo sei vittorie consecutive - che ha dato filo da torcere alle friulane solamente nella prima metà del set d’apertura. Poi, le ragazze allenate dall’ex Delta Marco Gazzotti hanno cominciato a giocare ai loro standard e si sono dimostrate di un’altra categoria.
Tra le fila trentine da segnalare la prestazione in doppia cifra di Visintini (11) e la buona prova dalla panchina di Giulia Bonafini, che si è fatta trovare pronta in banda con 5 palloni messi a terra.
Ora le “Argentelle” si trovano in quinta posizione a cinque lunghezze dalla zona play-off, occupata ex-aequo da Ospitaletto e da Vicenza, e proprio quest’ultima sarà la prossima avversaria delle trentine: un’occasione fondamentale per continuare a credere nel sogno play-off e tornare subito alla vittoria.

CDA TALMASSONS – WALLIANCE ATA TRENTO 3-1 (25-21, 16-25, 25-18, 25-16)



Conquista un set ma nessun punto la Walliance Ata Trento (25), che lotta con onore sul difficile taraflex della vice-capolista CDA Talmassons ma torna in terra trentina a mani vuote. Una bella prova per la compagine bianconera, contro una formazione forte ed esperta come quella friulana; Bottura (nella foto di Riccardo Giuliani) e compagne hanno giocato alla pari con le padrone di casa nelle prime due frazioni, cedendo solo nel finale nel primo parziale (25-21) e imponendosi alla grande nel set successivo con un perentorio 16-25. Nei due “venticinque” seguenti Talmassons è uscito alla distanza mettendo sotto l’Ata 25-18 e 25-16 grazie alla prova maiuscola di Alice Sartori con 22 punti a referto. Dall’altra parte della rete non sono bastati i 20 punti di Chiara Bottura (50% in attacco e una solida prova in ricezione) ed i 18 palloni messi a terra da Paoloni.
Nel prossimo turno la Walliance ospiterà tra le mura amiche il Brunopremi Bassano, formazione penultima in classifica.

NERUDA VOLLEY – ADRO VOLLEY 3-0 (25-19, 25-14, 25-11)



Passeggiata di salute per il Neruda Volley (34), che si sbarazza agevolmente della “Cenerentola” Adro Volley (0 punti in classifica e 2 soli set conquistati in 18 partite) e si avvicina alla quinta piazza in classifica a un solo punto dall’Argentario. Una sfida che non ha offerto troppi contenuti, in quanto la differenza di valori tra le due squadre era troppo evidente: solo nel primo set c’è stata una parvenza di partita, dove il Neruda si è imposto 25-19, poi le altoatesine hanno preso il largo e nel corso del match l’allenatore Vasja Samec ha potuto dare spazio anche alle seconde linee che non hanno tradito la fiducia del loro tecnico. Ecco quindi il 25-14 e il successivo 25-11 che hanno regalato i tre punti al Neruda in vista del prossimo impegno casalingo, ben più impegnativo, contro Ospitaletto.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.

Inserire almeno 4 caratteri