SuperLega
giovedì 29 marzo 2018
VOLLEY
Perugia si aggiudica gara-1 di Semifinale, ma la Diatec c'è

La serie di semifinale Play Off Scudetto UnipolSai 2018 si apre nel segno della Sir Safety Conad Perugia. In gara 1 giocata stasera al PalaEvangelisti gli umbri hanno mantenuto intatto il fattore campo, conquistando l’1-0 sul confronto articolato al meglio delle cinque partite grazie al 3-1 imposto sulla Diatec Trentino. I gialloblù sono stati respinti dall’onda d’urto offerta da un PalaEvangelisti gremito da oltre 3.300 spettatori; i padroni di casa hanno approfittato a piene mani del fattore campo per riuscire ad imporre la propria legge rispetto agli avversari, specialmente nei finali di primo, terzo e quarto parziali, tutti risolti allo sprint. Durante tutta la partita la formazione ospite ha infatti retto benissimo il campo, giocando una pallavolo efficace e soprattutto bella, che a lungo ha fatto vacillare la testa di serie numero uno del tabellone. Unico neo in una prestazione comunque positiva l’eccessiva fallosità in attacco, che non ha in ogni caso impedito ai gialloblù di dominare il secondo set e di lottare col coltello fra i denti sino all’ultimo anche nel terzo set, risolto in favore degli umbri solo per 23-25 dopo però che la squadra di Bernardi si era trovata avanti pure 15-21. Best scorer gialloblù Uros Kovacevic, a lungo infermabile e a segno con 16 punti ed il 54% a rete, ma anche Kozamernik (4 muri ed il 75% in primo tempo) e Lanza (13 col 48%) hanno avuto fiammate importanti per tenere Trento costantemente in corsa. Domenica al PalaTrento in gara 2 l’occasione per compiere un passo avanti, anche dal punto di vista del risultato.

La cronaca


Gli starting six non presentano novità rispetto a quanto previsto alla vigilia: Lorenzetti schiera la sua Diatec Trentino con le diagonali Giannelli-Vettori, Lanza-Kovacevic, Eder-Kozamernik, Chiappa libero; Bernardi risponde con una Sir Safety Conad che prevede De Cecco al palleggio, Atanasijevic opposto, Zaytsev e Berger in posto 4, Podrascanin e Anzani al centro, Colaci libero. L’inizio del match è tutto nel segno dei padroni di casa, che con Podrascanin (muro, attacco e ace) scappano sul 2-5 costringendo i gialloblù a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa Trento entra di fatto in partita e con Kozamernik a rete e per mezzo degli errori di Atanasijevic in attacco si rifà immediatamente sotto (10-10), trovando anche in seguito due punti di vantaggio con Vettori (13-11, 16-14). Perugia però non molla la presa e con Podrascanin si riporta sotto, prima di passare a condurre sul 16-17 con un servizio vincente di De Cecco aiutato dal nastro. Per decidere le sorti del primo set serve quindi un’altra battuta a segno di Atanasijevic (20-22), con la Sir Safety Conad che poi difende il break sino in fondo (23-25, errori di Vettori al servizio).
La Diatec Trentino non si lascia scoraggiare e torna in campo per il secondo parziale ancora più carica, acquisendo sempre maggiore velocità (5-2, 7-4, 12-7) con i propri attaccanti di palla alta (Kovacevic su tutti) particolarmente efficaci. Bernardi chiama time out ma alla ripresa è sempre Trento a dettare legge trovando anche il massimo vantaggio (+7, 16-9), nonostante il coach umbro avvicendi diversi effettivi. Il continuo spezzettamento del gioco non fa però perdere ritmo ai gialloblù, che viaggiano sicuro verso l’1-1, mettendo in mostra un sontuoso Lanza e una coppia di centrali molto attenta a rete: 25-18 e immediata parità.
Nel terzo set la Sir Safety Conad prova a reagire, scattando bene dai blocchi di partenza con un redivivo Atanasijevic (4-6); il pronto time out richiesto subito da Lorenzetti in questo caso non riesce ad invertire la tendenza, con gli umbri che allungano ancora (6-11), lavorando benissimo fra muro e difesa. Perugia dilaga nel momento in cui anche Atanasijevic entra definitivamente in partita spingendo i suoi al massimo vantaggio (10-16, 13-19). Nel momento più difficile, i gialloblù tornano a crederci, traendo profitto dal servizio di Eder e Kovacevic e capitalizzando le ricostruite con Lanza per il 20-22. La Diatec Trentino arriva sino al meno uno (22-23), prima di cedere sotto la pipe di Berger (23-25).
Trento riparte di slancio nel quarto set con ancora Teppan in sestetto titolare (come accaduto nel finale del precedente parziale), scappando via già sul 6-3, momento in cui Bernardi chiama subito un time out. Alla ripresa però gli umbri con Berger sugli scudi si riportano sotto già sul 13-13, sfruttando le sbavature del gioco gialloblù in fase di attacco. La seconda metà del periodo è lottata punto su punto (15-15, 20-20) con le due formazioni che si alternano al comando del punteggio, prima che Perugia approfitti degli errori trentini per chiudere sul 22-25 e 1-3.

Le dichiarazioni


«Venivamo da una serie di partite contro Perugia in cui non avevamo visto palla, stasera è andata in maniera differente anche se la Sir Safety Conad ha saputo esprimersi davvero bene, specialmente in ricezione, proprio nei punti finali dei tre set che ha vinto – ha analizzato al termine della gara l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti - . Abbiamo faticato in quelle circostanze a realizzare i break che avrebbero potuto cambiare il senso della nostra partita, ma ad ogni modo la squadra ha fatto bene quello che ci eravamo ripromessi, scendendo in campo determinata, convinta. Siamo arrivati vicino al limite delle nostre possibilità ma forse non abbiamo sfruttato pienamente le occasioni avute nel primo set».

Il tabellino


Sir Safety Conad Perugia - Diatec Trentino 3-1 (25-23, 18-25, 25-23, 25-22)
SIR SAFETY CONAD: Zaytsev 13, Podrascanin 10, Atanasijevic 12, Berger 14, Anzani 10, De Cecco 1, Colaci (L); Shaw 1, Della Lunga, Russell 1, Andric 2. N.e. Ricci, Cesarini, Siirila. All. Lorenzo Bernardi.
DIATEC TRENTINO: Lanza 13, Eder 8, Giannelli 2, Kovacevic 16, Kozamernik 7, Vettori 7, De Pandis (L); Chiappa (L), Hoag, Zingel 2, Teppan 6. N.e. Cavuto, Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Rapisarda di Udine e Goitre di Torino
DURATA SET: 28’, 29’, 34’, 30’; tot 2h e 1’.
NOTE: 3.300 spettatori. Sir Safety Conad: 10 muri, 7 ace, 20 errori in battuta, 10 errore azione, 47% in attacco, 53% (25%) in ricezione. Diatec Trentino: 11 muri, 3 ace, 17 errori in battuta, 12 errore azione, 51% in attacco, 36% (11%) in ricezione. Mvp Berger.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri