A2 Femminile
domenica 7 aprile 2019
VOLLEY
La Delta supera 3-1 Martignacco e si porta a -1 dalla vetta

La Delta Informatica Trentino non arresta la propria incredibile corsa. Con Martignacco le gialoblù infilano l'ottava vittoria consecutiva nella pool promozione, aggiudicandosi i tre punti in palio in quattro set e portandosi ad una sola lunghezza di distanza dalla capolista Perugia, costretta al tie break da Mondovì. La Delta, ad una giornata dal termine, è certa di chiudere la pool promozione quanto meno al secondo posto, complice la sconfitta interna di Torino. Il primo posto e la promozione diretta in A1 si decideranno domenica prossima: Perugia farà visita ad Orvieto, Trento sarà impegnata a Mondovì.
Contro l'Itas Città Fiera dell'ex tecnico gialloblù Marco Gazzotti, per la prima volta al Sanbàpolis da avversario, sugli scudi Deja McClendon, premiata a fine gara mvp del match grazie ai suoi 21 punti personali con il 51% a rete. Molto attenta Furlan a muro (3 stampi, come Giorgia Mazzon e Fiesoli), mentre tra le fila friulane spiccano il positivo ingresso a partita in corso di Beltrame (12 punti) e la buona prova al centro di Martinuzzo (50% in attacco e 3 muri).

La cronaca


Negro, orfano della lungodegente Gloria Baldi, si affida al sestetto tradizionale, con Moncada al palleggio, Giorgia Mazzon opposto (confermata la staffetta con Mason), McClendon e Fiesoli laterali, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Gazzotti replica con Gennari al palleggio, Sunderlikova opposto, Caravello e Pozzoni in posto-4, Molinaro e Martinuzzo al centro e De Nardi libero.
Dopo una partenza contratta e caratterizzata da qualche disattenzione di troppo (2-5), la Delta Informatica entra finalmente in partita, sbloccandosi a muro (con Furlan) e iniziando a raccogliere palloni in difesa. Martignacco rimane in partita fino al 9-10, quando due attacchi di Furlan, una pipe di Fiesoli e una Giorgia Mazzon estremamente efficace da posto-2 costruiscono un break importante, lanciando Trento sul 17-14. Gli errori di Sunderlikova e Gennari agevolano il compito del sestetto di Negro (19-14). Gazzotti richiede due time out discrezionali ravvicinati per provare a mutare l'inerzia del parziale, ma senza riuscire nel proprio intento perché un'ottima Mazzon tiene le friulane a distanza di sicurezza (23-17); lo smash della neo entrata Tosi e l'errore da posto-4 di Caravello chiudono il set (25-18).

Simile l'andamento del secondo set con un sostanziale equilibro (7-6) spezzatosi nella parte centrale della frazione, con la Delta Informatica che aveva comunque operato un piccolo allungo grazie alla pipe di McClendon (9-6). E' proprio la laterale americana di Trento a scavare la differenza in questa fase del match, ben assistita da un'attenta Furlan (a segno prima a muro e poi in attacco per il 13-9 con un lungo applauso del Sanbàpolis per entrambe le squadre, artefici di uno scambio lunghissimo e spettacolare). McClendon in pallonetto e a muro incrementa il gap tra le due squadre (18-13), c'è gloria anche per Mason, a segno da posto-1 con un chirurgico lungolinea (21-16). Mazzon e Furlan respingono il tentativo di rimonta ospite (23-18), McClendon inventa un altro delizioso pallonetto e chiude i conti con un potente diagonale da posto-4 (25-19).

Gazzotti cambia assetto inserendo in sestetto Beltrame e Tangini e la mossa si rivela indovinata perché la prima parte del terzo set è tutta di marca friulana: Martinuzzo fa 2-7 a muro, emulata poco dopo da Caravello, abile a fermare la fast di Fondriest (6-10). Sul 7-13 Negro ricorre al suo secondo time out del set e si gioca la carta del doppio cambio inserendo Carraro e Tosi. La Delta Informatica trae beneficio e ritrova lucidità ed efficacia, iniziando a rosicchiare qualche punto all'Itas grazie agli attacchi di Fiesoli e a due errori di Gennari (12-14). Trento si è definitivamente ritrovata e a completare l'opera ci pensa il muro, con Carraro e Furlan protagoniste in questo fondamentale (15-15). Si procede a braccetto fino al 20-20 quando Martignacco ritrova un break grazie all'attacco out di Fiesoli (20-22). Trento non molla la presa e con Fondriest torna in parità (22-22) ma il finale è di marca ospite con i muri di Martinuzzo e l'attacco di Beltrame che regalano la frazione all'Itas (23-25).

Trento accusa parzialmente il colpo e Martignacco mette il naso avanti (8-11) grazie soprattutto ad un'ottima difesa. Le friulane rimangono avanti fino al 12-14 (muro di Gennari) quando la reazione trentina si concretizza grazie al muro di Giorgia Mazzon, all'attacco di McClendon e al servizio vincente della neo entrata Carraro (17-15). Martignacco però non molla e torna immediatamente in parità (17-17), il gioco si ferma alcuni minuti per soccorrere una spettatrice vittima di una caduta sugli spalti fortunatamente senza serie conseguenze, e quando si riparte l'equilibrio regna sovrano (21-21). Martinuzzo risponde a McClendon (23-23), l'americana è costretta ad annullare un set point all'Itas, prima dell'errore in fast di Martinuzzo che regala il sorpasso a Trento (25-24) con Gazzotti costretto al time out. Martignacco non molla di un centimetro e per sigillare il successo serve la miglior McClendon, autrice della pipe vincente che regala a Trento il sofferto e prestigioso successo (28-26).

Le parole di Nicola Negro


«È stata una vittoria molto sofferta ma al tempo stesso fortemente voluta – spiega a fine gara Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica – Abbiamo condotto molto bene i primi due set, mentre nel terzo Martignacco si è presentato in campo con un modulo diverso ed ha saputo metterci inizialmente in grande difficoltà. Nonostante questo abbiamo reagito recuperando sette punti di svantaggio, senza però trovare il guizzo vincente nel finale. Nel quarto abbiamo battagliato fino all'ultimo trovando un successo fortemente voluto dalle ragazze che hanno messo in campo qualità e carattere. Con questa vittoria abbiamo raggiunto quello che era il nostro obiettivo fissato nelle ultime settimane, ovvero chiudere la pool promozione al secondo posto, un grande risultato se pensiamo che avevamo iniziato questa pool dalla sesta posizione. Ora andremo a Mondovì a giocarci tutte le nostre chance per ottenere la promozione diretta».

Il tabellino


Delta Informatica Trentino – Itas Città Fiera Martignacco 3-1 (25-18, 25-19, 23-25, 28-26)
Delta Informatica Trentino: Moncada 0, Mazzon G. 13, Fiesoli 15, McClendon 21, Furlan 13, Fondriest 7, Moro (L); Carraro 2, Mason 3, Tosi 2, Vianello (L), Mazzon A. ne. All. Nicola Negro
Itas Città Fiera Martignacco: Gennari 2, Sunderlikova 10, Caravello 7, Pozzoni 10, Martinuzzo 10, Molinaro 7. De Nardi (L); Turco 0, Pecalli 0, Beltrame 12, Tangini 8. All. Marco Gazzotti
Arbitri: Antonio Gaetano e Serena Salvati
Durata set: 24', 24', 30', 35' (totale: 1h53')
Note: Delta Informatica Trentino (attacco 61, muro 12, ace 3, errori azione 9, errori battuta 5), Martignacco (attacco 51, muro 15, ace 0, errori azione 10, errori battuta 10). Spettatori 550 circa. Mvp: McClendon

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Inserire almeno 4 caratteri