SuperLega
domenica 27 ottobre 2019
VOLLEY
L'Itas Trentino si libera di Monza in un'ora e venti minuti

Il ritorno alla BLM Group Arena per una partita ufficiale, sei mesi dopo l’ultima, è dolce per l’Itas Trentino che, dopo quelli collezionati a Ravenna, si è assicurata i tre punti in palio anche nel match casalingo valido per la seconda giornata di regular season SuperLega Credem Banca 2019/20.
A cedere il passo in questo caso è stato il Vero Volley Monza, travolto 3-0 dai campioni del mondo al termine di un match a senso unico in cui i padroni di casa hanno fatto registrare progressi nel gioco e nella condizione rispetto alla prestazione offerta una settimana prima in Romagna. In particolar modo nel primo e nel terzo set, quando la contesa si è giocata punto a punto, la squadra di Lorenzetti ha dato dimostrazione di avere già una buona tenuta mentale e di poter disporre di una varietà di soluzioni realizzative importanti. Con il miglior giocatore europeo del 2019 Kovacevic tenuto a riposo, sono stati infatti in questo caso Russell (all’esordio stagionale e subito mvp con 12 punti ed il 48% in attacco), Cebulj (11 col 54% a rete, due muri ed altrettanti ace) e Vettori (best scorer trentino proprio nella sua centesima partita grazie a tredici palloni vincenti, due block ed il 61% in attacco) a trascinare i compagni verso il rotondo risultato. A Monza non è bastato contrapporre un buon Kurek (13 punti col 53%) e un positivo Louati per provare a protrarre la contesa almeno sino al quarto set. Alla Final Four di Del Monte® Supercoppa Italiana 2019 del prossimo weekend l’Itas Trentino arriverà ancora a punteggio pieno in classifica e senza aver lasciato per strada neppure un set.

La cronaca del match


Per l’esordio casalingo, Angelo Lorenzetti tiene inizialmente a riposo Kovacevic (rientrato da Sofia sabato mattina) e schiera Giannelli in regia, Vettori opposto, Russell e Cebulj in banda, Lisinac e Candellaro al centro, Grebennikov libero. Fabio Soli, allenatore di Monza, si presenta alla BLM Group Arena senza Orduna (squalificato) e quindi col suo vice Calligaro al palleggio, Kurek opposto, Louati e Dzavoronok schiacciatori, Beretta e Yosifov al centro, Goi libero. L’avvio di primo set è equilibrato, nonostante i padroni di casa provino a creare subito la differenza forzando il servizio (6-4 ma poi subito 7-7). Monza sfrutta al massimo la vena di Kurek, che con attacchi in serie tiene i suoi aggrappati al punteggio (12-12) e poi opera il sorpasso per mano di Louati (13-14). Russell, con un muro su Dzavoronok e una ricostruita ribalta di nuovo la situazione (19-17), poi ci pensa lo stesso Vettori ad allargare il margine (20-17, 23-19); situazione che consente a Trento di andare senza troppi affanni al cambio di campo sull’1-0 (25-20).
L’Itas Trentino parte bene anche nel secondo parziale; in questo caso ad ispirare la fuga (6-2, 9-5) sono i servizi di Cebulj e gli attacchi del solito Russell. Il Vero Volley si innervosisce e perde lucidità, permettendo ai padroni di casa di volare sul +7 (12-5) anche per via di alcuni errori diretti degli attaccanti brianzoli. Ancora prima della seconda metà del set, Soli ha già esaurito i time out ed apportato alcuni cambi, che però non cambiano il senso della contesa – saldamente fra le mani dei gialloblù (16-7, 18-9, 21-12). Il 2-0 arriva già sul 25-16, senza nessuna reazione degli ospiti.
La contesa torna equilibrata nel terzo periodo, con il Vero Volley che riparte in fase di cambiopalla (4-4) e col muro di Kurek rimette il naso avanti (7-8, time out Lorenzetti). Il martello polacco passa con regolarità, ma Trento accetta la sfida e risponde colpo su colpo (12-12); nel momento in cui Cebulj lo ferma, i gialloblù scappano via (16-14). Gli ospiti hanno ancora energie per replicare sino in fondo (19-19), poi si rialzano sotto i colpi dello sloveno (23-20 e 25-21).

Le dichiarazioni


«È vero che a Monza mancava un grande palleggiatore, ma nel primo set ho visto una bellissima pallavolo, fatta di percentuali di cambiopalla molto alte. – ha dichiarato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match - Nel secondo parziale, invece, la nostra battuta è riuscita ad incidere di più e siamo stati bravi a prendere subito in mano le operazioni del gioco. Nel terzo periodo invece abbiamo faticato in fase di contrattacco, come ci capitava nella scorsa stagione e questo è un aspetto su cui dovremo concentrare il nostro futuro lavoro. Al di là di tutto ciò, sono però felice dell’atteggiamento positivo della squadra in campo e del fatto che tutte le consegne pre partita siano state rispettate perfettamente».
Per l’Itas Trentino un lunedì di riposo prima di aprire la settimana che la porterà a disputare la Final Four di Del Monte® Supercoppa Italiana 2019, in programma fra venerdì 1 e sabato 2 novembre a Civitanova Marche. I gialloblù saranno protagonisti della seconda semifinale della prima giornata di gare, da disputare con Perugia alle ore 18. In SuperLega Credem Banca 2019/20 invece l’appuntamento più vicino è quello di mercoledì 6 novembre a Reggio Calabria, per affrontare la Tonno Callipo Vibo Valentia nel posticipo del terzo turno che prenderà il via alle ore 19.30.

Il tabellino


Itas Trentino - Vero Volley Monza 3-0 (25-20, 25-16, 25-21)
ITAS TRENTINO: Vettori 13, Cebulj 11, Lisinac 9, Giannelli 3, Russell 12, Candellaro 5, Grebennikov (L); Codarin. Michieletto, Daldello, De Angelis, Djuric, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti
VERO VOLLEY: Beretta 5, Calligaro 1, Louati 14, Yosifov 5, Kurek 13, Dzavoronok 2, Goi (L); Galassi 1, Sedlacek 2, Giani. N.e. Federici, Capelli. All. Fabio Soli
ARBITRI: Rapisarda di Udine e Giardini di Verona
DURATA SET: 27’, 23’, 29’; tot 1h e 19’
NOTE: 3.273 spettatori, per un incasso di 30.055 euro. Itas Trentino: 9 muri, 4 ace, 11 errori in battuta, 2 errori azione, 56% in attacco, 72% (33%) in ricezione. Vero Volley: 5 muri, 1 ace, 15 errori in battuta, 3 errori azione, 49% in attacco, 49% (6%) in ricezione. Mvp Russell

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,11 sec.

Inserire almeno 4 caratteri