SporTrentino.it
SuperLega

Anche Trentino Volley nella prossima Champions League

Ci sarà, molto probabilmente, anche un posto per la Trentino Volley nella prossima Champions League. La CEV ha infatti reso pubbliche nella giornata di oggi le linee guida che saranno adottate per organizzare l’edizione 2020-2021 della più importante manifestazione continentale per club, adottando alcune misure particolari, in ragione del modo in cui si sono chiusi i campionati nelle singole nazioni e della possibilità che l’emergenza sanitaria si ripresenti in un futuro non lontano.
Non cambia la formula, che prevede il consueto primo turno ad eliminazione diretta, riservato ai club con il ranking più basso, un secondo a gironi da quattro squadre, ed un terzo nuovamente ad eliminazione diretta, con quarti di finale, semifinali e finale in gara unica in sede neutrale. È stato approvato un piano di emergenza per gestire le situazioni che si dovessero creare qualora le squadre si trovassero impossibilitate a viaggiare o ad ospitare le partite per motivi sanitari: per i turni ad eliminazione diretta è stata prevista la possibilità di organizzare i due match (andata e ritorno) nella stessa sede, come era già accaduto per la doppia sfida, mai giocata, fra Trentino Volley e Jastrzebski Wegiel, che avrebbe dovuto disputarsi a Maribor il 13 e 14 marzo scorsi, ma anche la possibilità per uno dei dei due team di ritirarsi e accedere alla Coppa Cev. Per quanto concerne la fase a gironi è stata prevista la possibilità di decidere il risultato a tavolino e di congelare la classifica dei gruppi tenendola per buona.

L’aspetto più importante per la Trentino Volley riguarda però la decisione di assegnare alle federazioni nazionali più quotate la possibilità di iscrivere alla competizione un team in più rispetto ai contingenti previsti. Questa squadra, che partirà dai turni preliminari, dovrà però essersi qualificata fra le prime cinque nel proprio torneo nazionale al momento del lockdown e dovrà aver preso parte alla Champions League in almeno due delle ultime tre edizioni, tutte caratteristiche che il club di via Zambra soddisfa in pieno, a differenza di Milano (quinta classificata), che non ha alcuna partecipazione alla Champions all’attivo. La decisione finale spetta però alla Fipav, questo è il motivo per il quale la società gialloblù non ha potuto cominciare ancora nulla in proposito. L’Italia parteciperà quindi con Civitanova, Perugia, Modena e Trento.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,234 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video