SporTrentino.it
SuperLega

Martedì sera di Champions per la Trentino Itas

Gialloblù subito in campo per dare il via alla 2021 CEV Champions League. Martedì 29 settembre alla BLM Group Arena prende il via la tre giorni di gare valevole per la Pool F del primo turno preliminare della più importante rassegna continentale per club, che Trentino Volley giocherà grazie alla wild card concessa dalla Confederazione Europea.
I gialloblù faranno il loro esordio nel torneo fra le mura amiche, affrontando gli inglesi dell’IBB Polonia London nel primo dei tre turni di gioco programmati a Trento nei prossimi tre giorni e che assegneranno un solo posto per il secondo turno preliminare. Fischio d’inizio fissato alle ore 20.30 italiane: diretta su Radio Dolomiti e su www.eurovolley.tv.

QUI TRENTINO ITAS
A poco più di sette mesi di distanza dall’ultimo precedente (trasferta a Ceske Budejovice), la società di via Trener torna ad esibirsi in campo internazionale sempre nella stessa competizione, la Champions League, ma stavolta partendo dai preliminari. Per ottenere il pass per la Main Phase la Trentino Itas dovrà classificarsi al primo posto del girone F appena sorteggiato (che vede la presenza anche di Londra e Novi Sad) e poi del girone H, in cui saranno inserite la vincente appunto del girone F, ma anche del raggruppamento D (che comprende il bulgari del Burgas, i russi della Dinamo Mosca e gli austriaci dell’Aich/Dob) ed E (con i belgi del Maaseik, gli svizzeri di Amriswil e i bielorussi del Soligorsk).
«Vogliamo assolutamente qualificarci alla fase principale e il nostro obiettivo passa necessariamente per questo tipo di partite. – ha spiegato l’allenatore Angelo Lorenzetti - Abbiamo poche indicazioni sui primi avversari, quindi per cercare di ottenere il risultato che vogliamo ci concentreremo soprattutto sul nostro gioco, che deve crescere e diventare più fluido».
I gialloblù si presenteranno al primo dei tre appuntamenti di questa settimana privi solo dello schiacciatore Michieletto (in Repubblica Ceca con la Nazionale Juniores per l’Europeo di categoria). Il match segnerà il debutto in CEV Champions League per tre giocatori della rosa: Argenta, Cortesia, Sperotto.

PRIMA VOLTA NELLA FASE PRELIMINARE
La decima partecipazione al massimo torneo continentale per club di Trentino Volley inizierà per la prima volta nella fase preliminare. Mai in precedenza la società gialloblù aveva infatti dovuto prendere parte ad un turno di qualificazione prima della Main Phase. La singolare circostanza è dovuta al fatto che la Trentino Itas è al via della manifestazione grazie ad una wild card concessa dalla CEV e non per meriti sportivi, visto che ai fini della qualificazione faceva testo la classifica del campionato italiano 2019/20 al momento dell’inizio del lockdown (con Civitanova, Modena e Perugia quindi davanti a Trento).

LA STORIA DI TRENTINO VOLLEY NELLE COPPE EUROPEE
Quella che si apre martedì è la decima partecipazione di sempre di Trentino Volley in CEV Champions League, la quindicesima assoluta in campo europeo. Escludendo le vittorie delle edizioni 2009, 2010 e 2011, il terzo posto 2012, la presenza nei Playoffs 12 nel 2013, quella ai Playoff 6 nel 2015 e 2018 ed il secondo posto assoluto del 2016, la società di via Trener ha partecipato durante la stagione 2004/05 senza troppo fortuna prima alla Top Teams Cup (dove venne eliminata dagli olandesi dell’Ortec Nesselande Rotterdam nella fase preliminare giocata al PalaTrento) e poi alla Coppa CEV, trofeo vinto nel 2019 e caratterizzato anche da due finali perse al golden set (nel 2015 con Mosca, nel 2017 con il Tours). Tenendo conto di tutte le competizioni europee disputate, Trentino Volley è sin qui scesa in campo per 130 gare ufficiali: il bilancio è di 104 vittorie (52 a Trento, 52 in trasferta) e 26 sconfitte (20 in Champions League, 5 in CEV e 1 in Top Teams Cup). Il risultato più frequentemente ottenuto è il 3-0, ricorso nel 48% dei casi (63 partite, 37 di queste casalinghe); quello che si è verificato il minor numero di volte è la sconfitta per 0-3 (cinque volte).
L’esordio nella manifestazione ha sempre detto bene ai colori trentini: 3-0 al Bled il 4 novembre 2008, 3-2 ad Atene sull’Olympiacos il 2 dicembre 2009, 3-2 al Friedrichshafen il 17 novembre 2010, 3-0 al Teruel il 20 ottobre 2011, 3-0 alla Stella Rossa Belgrado il 25 ottobre 2012, 3-1 al Berlino il 24 ottobre 2013, 3-0 al Maaseik il 5 novembre 2015 e 3-1 sempre ai belgi il 5 dicembre 2017, 3-2 al Fenerbahce il 12 dicembre 2019.

GLI AVVERSARI
Quella che si giocherà martedì sarà una partita storica per l’IBB Polonia London. Il Club della capitale inglese, fondato nel 1973 da due ragazzi di origine polacca, per la prima volta giocherà in Italia, contro un club del campionato più bello del mondo. Nel palmares conta sei scudetti, l’ultimo dei quali vinto nel 2019, due coppe Nazionali mentre a livello internazionale il successo di maggior prestigio è la NEVZA Cup (manifestazione che mette di fronte le principali società del Nord Europa). Affronta per la quarta volta la CEV Champions League e per prepararsi al meglio all’appuntamento ha sostenuto a metà settembre una serie di amichevoli in Grecia (paese natale dell’allenatore Koutouleas), sfidando l’Olympiacos Piraeus, l’AOK Kifisia e l’Aons Milon, unica formazione con cui ha ottenuto la vittoria.
Il giocatore più rappresentativo della rosa è senza ombra di dubbio l’opposto svedese Marcus Nilsson, già mvp dell’edizione 2013 della competizione (quando la vinse con la maglia del Novosibirsk) e già visto in Italia con la maglia di Piacenza nella stagione 2010/11 e con quella di Gioia del Colle addirittura in quella 2002/03. Nel roster figura anche un italiano, il martello di palla alta Maggio. La rosa dell’IBB Polonia London: 1. Peter Edwards (s), 2. Marc McLaughlin (p), 4. Andrea Maggio (o), 6. Philip Smith (c), 8. Marcus Nilsson (o), 9. Pierre Tang Taye (s), 10. Ephraim Mills (c), 11. Aden Tutton (l), 12. Renan De Paula Ribeiro (s), 13. Bartosz Kisielewicz (p), 14. David Mexson (c), 15. Filipi Rodrigues (l), 18. Anestis Dalakouras (p), 19. Andrew Clayton (c). Allenatore Evangelos Koutouleas.

LA FORMULA
La partita di martedì apre l’unico round robin della Pool F del primo turno preliminare, che assegna un solo posto alla seconda ed ultima fase prima di quella principale (a cui sono già qualificate Civitanova, Modena e Perugia). A contenderselo assieme alla Trentino Itas e all’IBB Polonia London anche i serbi del Novi Sad, che entreranno in gioco mercoledì 30 settembre affrontando sempre alla BLM Group Arena (ore 20.30) gli inglesi. A completare il raggruppamento e decretare la classifica finale sarà la sfida fra Trento e Novi Sad di giovedì 1 ottobre (ore 20.30).

I PRECEDENTI
Il confronto contro l’IBB Polonia London scriverà una pagina inedita della storia internazionale di Trentino Volley. Mai, nelle precedenti tredici stagioni di presenza nelle Coppe Europee, la Società di via Trener aveva incontrato una formazione inglese. L'elenco completo delle nazioni delle squadre già affrontate dal Club gialloblù nelle Coppe Europee: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Israele, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia.

GLI ARBITRI
La gara sarà diretta dall’olandese Daniel Jettkandt, primo arbitro di Enschede, e dal croato Milan Rajkovic (di Rijeka). Quest’ultimo è l’unico che può vantare precedenti rispetto a Trentino Volley, arbitrata in occasione del 3-0 imposto al Paok Salonicco il 19 gennaio 2016 proprio alla BLM Group Arena e del 3-1 casalingo sul Maaseik del 28 febbraio 2018 (entrambi i match valevoli per la fase a gironi di Champions League).

RADIO ED INTERNET
La gara sarà raccontata in cronaca diretta ed integrale da Radio Dolomiti, network partner della Trentino Volley. Le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sul sito www.radiodolomiti.com, dove sarà inoltre possibile ascoltare anche la radiocronaca live in streaming.
Prevista anche la diretta in streaming video sullo spazio web “EuroVolleyTv”, all’indirizzo internet www.eurovolley.tv; il servizio è a pagamento. Per info sui pacchetti offerti www.eurovolley.tv/en-int/page/pricing-and-faq.
Per seguire l’evolversi punto a punto della gara sarà invece possibile consultare il sito ufficiale della CEV all’indirizzo https://cevlive.cev.eu/DV_LiveScore.aspx?ID=38484, che fornirà il live score, o quello di Trentino Volley www.trentinovolley.it che offrirà anche la cronaca set per set pochi minuti dopo la conclusione di ogni singolo parziale. Gli aggiornamenti saranno sempre attivi anche sui Social Network gialloblù (www.trentinovolley.it/facebook, www.trentinovolley.it/instagram e www.trentinovolley.it/twitter).

LE REGOLE PER ACCEDERE ALLA BLM GROUP ARENA
Per questo appuntamento, grazie alla fattiva collaborazione instaurata con la Provincia Autonoma di Trento, l'APSS e la Protezione Civile, Trentino Volley potrà far accedere al massimo mille spettatori sulle tribune dell’impianto di via Fersina. Martedì 29 settembre le casse della BLM Group Arena rimarranno chiuse per evitare possibili assembramenti; i mini abbonamenti alla tre giorni di gare sono ancora disponibili saranno lunedì e martedì (orario 8-12 e 14-18) presso gli uffici di Trentino Volley, in via Trener 2 a Trento. Ogni possessore di mini-abbonamento dovrà presentare all’ingresso alla partita l’autodichiarazione di prevenzione Covid-19, che potrà essere sostituita dall’App Immuni correttamente installata sul proprio smartphone. All’ingresso della BLM Group Arena gli addetti alla sicurezza provvederanno a rilevare la temperatura; se superiore a 37.5°, la persona dovrà sostare in apposito spazio riservato prima di un nuovo controllo. Gli spettatori presenti dovranno rispettare i percorsi tracciati per l’accesso. Durante tutta la permanenza nella BLM Group Arena sarà obbligatorio indossare la mascherina e sarà vietato introdurre all’interno qualsiasi tipo di striscioni, bandiere o altro materiale. La distanza interpersonale prevista all’interno dell’impianto è pari a 1,5 metri; saranno esenti i gruppi di persone non soggette a distanziamento (conviventi). Lo spettatore non potrà lasciare il proprio posto se non per recarsi ai servizi igienici. A fine partita non ci potrà essere contatto tra il pubblico ed i giocatori. Il deflusso dovrà avvenire in maniera ordinata, evitando assembramenti e seguendo l’ordine che verrà impartito dallo speaker e dagli addetti al controllo.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,25 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video