SporTrentino.it
B2 Femminile

Buona la prima del Marzola, Lagaris al tappeto

Il Marzola vince al tie break, il Lagaris si sveglia tardi. La doppia trasferta vicentina si risolve in maniera dolceamara per i colori trentini. Al successo delle poere sul campo dell’Inglesina Altavilla fa da contraltare la sonora sconfitta delle roveretane su quello del San Vito.

Policura Lagaris ko a San Vito

Con Anna Maffei al palleggio, Rizzi opposto preferita inizialmente a Fogangolo, Ruele e Stefania Della Valentina centrali, Malesardi e Laura Della Valentina al lato e Tomasi libero le roveretane pagano subito lo scotto dell'esordio contro una squadra che invece ha esperienza da vendere. Pur con una buona ricezione, il Lagaris non è riuscito a ingranare in attacco e il primo set si chiude in meno di 20 minuti. Rotto il ghiaccio il Lagaris ha provato a scuotersi nel secondo set. Fogagnolo entra per Rizzi, ma dopo un discreto inizio il San Vito accelera nuovamente e si porta sul due a zero. Il terzo set è il migliore per le neroverdi, a testimonianza del grande bisogno che ha di giocare la formazione di Bejenaru. Il Lagaris si porta in vantaggio e culla a lungo il sogno di riaprire il confronto. Nel finale, però, esce ancora la maggior esperienza dell’avversario che chiude la contesa in 62 minuti complessivi.
«Nei primi due set - ha commentato coach Bejenaru - abbiamo peccato di scarsa aggressività e contro un avversario di esperienza e valore come il San Vito queste cose si pagano. Nel terzo parziale abbiamo sistemato la ricezione e le cose sono migliorate ma nel finale, pur avanti, abbiamo peccato di inesperienza consentendo alle vicentine di chiudere set e partita».

Marzola corsaro ad Altavilla

Sul parquet della giovanissima Inglesina - il roster è formato solo da under 19 - Di Nardo schiera il meglio a sua disposizione: Tuller in diagonale con Michieletto, Pedrotti e Depaoli schiacciatrici, Brugnara e Gorgoglione al centro con Cagol libero anche se non al top della condizione.
L’inizio è tutto per le ospiti che attaccano subito dai nove metri mandando in confusione la ricezione avversaria e si portano a casa il primo set con relativa facilità. Nel secondo l’Inglesina va avanti qualche punto ma con un paio di fiammate nei momenti decisivi il Marzola riesce a ribaltare il punteggio e assicurarsi di tornare a casa con almeno un punto. La musica cambia nel terzo parziale perché le vicentine alzano il livello della difesa e sistemano la ricezione con l’effetto di rimettere in discussione la partita. Ora è il Marzola ad avere problemi nel difendere i servizi delle avversarie e le contromosse danno i loro frutti solo quando è ormai troppo tardi per evitare il tie break. Ottenuto il pari la propulsione delle venete si esaurisce, le poere giocano con meno tensione addosso e portano a casa la prima, sudata vittoria della stagione.
«Siamo contenti del risultato - ha spiegato il tecnico Di Nardo - siamo contenti perché siamo tornati finalmente a giocare e lo abbiamo fatto con entusiasmo. A tratti non abbiamo giocato la nostra miglior pallavolo ma è più che comprensibile dopo uno stop così lungo».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video