SporTrentino.it
B Maschile

Il Cappuvolley si ritira, Andrea Hueller senza squadra

Nella prima giornata di campionato i contagi da Covid-19 non hanno influito “solo” sulle date delle partite, costringendo le società e la federazione a rinviarne più di una, fra le quali quelle del Policura Lagaris in B maschile, il derby fra Argentario e Volano in B1 femminile e la sfida del Neruda Bolzano in B2 femminile, ma hanno addirittura portato un team iscritto alla serie B maschile al ritiro. Si tratta, purtroppo, di una squadra che era stata inserita nello stesso girone delle tre trentine, il Cappuvolley 2020 di Casalpusterlengo (in provincia di Lodi), nella prima fase impegnato contro Crema, Viadana, Grassobbio, Valtrompia e Scanzorosciate, ma poi destinato ad incrociare le lame con le altre sei formazioni del secondo gruppo, di cui fanno appunto parte anche le tre trentine.
Di punto in bianco, con un laconico comunicato, il presidente Lamberto Paina ha gettato la spugna: "Abbiamo provato ad andare avanti contro tutto e tutti, cercando di rispettare le regole al 100%. Però dobbiamo pensare in primis alle persone, al rispetto nei confronti di atleti e tecnici e ai rischi sanitari ed economici che corrono. - vi si legge - In questa situazione è difficile vedere una reale possibilità di portare avanti una stagione a singhiozzo, senza garanzie e con incertezze di ogni tipo".

La squadra, quindi, non comincerà nemmeno il campionato. Un vero peccato, perché si trattava di una delle più attrezzate del girone C e perché vi avrebbe dovuto giocare il palleggiatore trentino Andrea Hueller, rimasto in braghe di tela.
«Ci siamo rimasti malissimo – spiega il giocatore cresciuto nel settore giovanile di Trentino Volley – perché la nostra era una squadra attrezzata, di cui facevano parte anche lo schiacciatore Paolo Ingrosso e l'opposto Stefano Bartoli. La prima partita abbiamo dovuto rinviarla, perché ad oggi contiamo tre atleti positivi al tampone, ma che si potesse arrivare a chiudere tutto così non era prevedibile».
Quindi adesso che succederà? Rischi di stare fermo per un’intera stagione?
«Noi atleti abbiamo la possibilità di svincolarci, ma ormai le squadre sono fatte. Inoltre io sono venuto a giocare qui perché studio Fisioterapia all’Università Statale di Milano e quindi ho bisogno di rimanere in zona. Vediamo se riesco almeno a trovare il modo per tenermi allenato. In ogni caso vorrà dire che mi concentrerò ancora di più sullo studio».
Classe 1996, Andrea, come accennato, ha cominciato a palleggiare lontano da Trento nel 2015, militando al Tuscania in A2, poi ha vestito le maglie di Grosseto, Sant’Antioco e Olbia, tutte in serie B, prima di approdare a Casalpusterlengo nell’estate del 2019.

Scorrendo le schede con i risultati dei diversi campionati, si scopre che in questa prima giornata non sono state rinviate molte partite e che quindi, per ora, la situazione non appare particolarmente critica. Nel dettaglio sul territorio nazionale sono saltati 4 incontri su 59 in serie B maschile, 3 su 29 in B1 femminile, 7 su 72 in B2 femminile. Ma siamo appena alla prima giornata.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video