SporTrentino.it
B2 Femminile

Il Marzola vince il derby e si porta a un punto dalla vetta

Il Lagaris si illude, il Marzola domina e passa alla cassa. Il derby trentino sorride alle poere, che riscattano la sconfitta patita in casa contro il Bassano e si portano in seconda posizione a un solo punto dalla capolista San Vito. Per il Lagaris, rispetto alla prova offerta contro l’Inglesina, un passo indietro nel gioco, perché il carattere e la determinazione sono rimasti intatti.
Sotto accusa, in particolare, la ricezione, che ha sofferto troppo e un ritmo partita troppo lento, che ha reso via via sempre più prevedibile il gioco delle neroverdi. Coach Bejenaru ha provato diverse varianti senza mai trovare lo spunto giusto per girare l’inerzia dell’incontro. In due occasioni, nel secondo e nel quarto set, il Lagaris ha avuto la capacità di rimontare lo svantaggio (a volte anche cospicuo), ma una volta pareggiato il punteggio non ha trovato la forza e la continuità di rendimento per concludere positivamente i due parziali.
Meglio il Marzola, nel complesso, che è riuscito a mettere a nudo i problemi in ricezione delle lagarine e variare interpreti e gioco nel corso della partita (sono scese in campo tutte le centrali): con Bandera capace di realizzare 11 punti al centro (con 4 ace) e Pedrotti top scorer con 17 punti a referto, le rosablù dopo un pessimo avvio hanno rimesso le cose a posto e messo alle corde le avversarie sfruttando la maggior esperienza per uscire indenni dai momenti difficili e portare a casa i tre punti.

La cronaca

Non ci sono novità nei due starting six rispetto a quanto annunciato e il Lagaris pare ancora beneficiare della spinta che l’ha portato all’incredibile rimonta di Bassano due settimane prima. Il servizio è l’arma migliore delle neroverdi, che trovano subito un buon vantaggio (8-3 e 16-11) e lo mantengono sino alla fine.
C’è Bandera al posto di Gorgoglione, nelle fila del Marzola, a inizio del secondo set, ma c’è anche molta più attenzione in seconda linea e le ospiti iniziano a premere sull’acceleratore (8-13). Il Lagaris reagisce, recupera, si porta sul 16-16 ed esaurisce lì la propria propulsione. Da quel momento in poi Depaoli e Pedrotti guidano le proprie compagne di squadra verso il pareggio.
Senza storia il terzo set con le poere sempre avanti dal primo all’ultimo punto e senza commettere alcuna sbavatura. Nel finale entra a dar man forte al servizio anche Tormen per Brugnara per chiudere 15-25. La centrale rimane in campo anche nel quarto parziale nel quale trova spazio dall’inizio anche Nahum, dopo la buona prova del sabato precedente. Pure Bejenaru decide di cambiare, dentro Laura Maffei al posto di una spenta Stefania Della Valentina e dentro anche Rizzi nel consueto avvicendamento con Fogagnolo. Inizialmente il punteggio dà largamente ragione a Di Nardo, dato che le sue ragazze sono padrone del gioco e si portano sul 13-19. Non hanno però fatto i conti con la tenacia delle roveretane, che trovano energie insospettabili e con un gran parziale arrivano al pareggio sul 20-20. Un errore di Maffei su una free ball nega il vantaggio al Lagaris e il match cambia nuovamente. Scampato il pericolo, Depaoli e compagne si rilassano, riprendono a giocare e chiudono agevolmente l’incontro.

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video