SporTrentino.it
B1 Femminile

Il Volano batte un altro colpo: Villa d'Oro ko in 4 set

Il Volano ieri pomeriggio ha battuto un colpo. Non si tratta ancora di un risultato che può aprirgli le porte delle zone nobili della classifica (quella vera, che mette insieme i risultati dei due mini-gironi, l’unica che ha un valore effettivo), ma senza dubbio la vittoria per 3-1 ai danni del quadratissimo Villa d’Oro Modena, nal match di recupero della seconda giornata, segna un salto in avanti nel percorso delle lagarine sia sul piano strettamente contabile (i punti in classifica) sia sul piano del lignaggio. Le altre due squadre trentine che avevano provato a sbarrare la strada alle rossonere erano riuscite a conquistare appena un set in tre gare e riuscire a superare un impianto di gioco razionale come quello emiliano, che esprime una pallavolo molto semplice e prevedibile, ma mandandola quasi a memoria, indica che pur fra mille difficoltà la squadra di Luca Parlatini può dire la propria.
La mancanza di alternative in quasi tutti i ruoli (ieri era indisponibile anche il nuovo acquisto Tresoldi), almeno fino a quando non rientrerà Sabina Perez, rimane un fardello molto delicato da gestire, ma la qualità dell’organico è assolutamente adeguata per la categoria e solo il tempo ci dirà se potrà giocarsela alla pari anche contro team solidissimi come il Volta Mantovana o le big del gironcino C2.
Ieri pomeriggio il Rothoblaas ha fatto la differenza in tutti i fondamentali principe della fase break, ovvero battuta (9 ace a 1), muro (12-8) e difesa, fondamentale nel quale Marta Scanavacca ha offerto una prestazione super. Le modenesi hanno venduto cara la pelle, mettendo a segno una rimonta fulminante a metà nel terzo parziale (da 11-6 a 15-15), grazie ad una serie di cambi indovinatissimi da parte di Simone Serafini, ma alla fine ha dovuto arrendersi all’unica squadra trentina che è riuscita a fare ciò che bisogna fare contro una formazione di questo tipo: marcare a sangue senza sosta dal primo all’ultimo secondo di gioco le laterali Ferrari e Bellini, limitandone al massimo l’apporto, anche a costo di disinteressarsi delle altre giocatrici del sestetto. La fortuna del Volano è stata anche quella di aver trovato, dall’altra parte della rete, una Carlotta Petruzziello (l’opposto) in giornata assolutamente negativa ed infatti non appena è entrata al suo posto Lavinia Giva il Villa d’Oro ha cominciato a giocarsela quasi alla pari e far sudare freddo il Volano.

La cronaca

Nello starting seven del Volano c’è, forzatamente, Nalmodi al centro in diagonale con Gabrieli, dato che Tresoldi è stata tesserata la settimana scorsa e quindi non è schierabile nelle gare che erano in calendario prima di quella data. Modena risponde con il solito settetto, che vede Galli Venturelli in regia, Petruzziello opposta, Ferrari e Bellini in banda, Faietti e Migliorini al centro, Cordella libero.
Dopo lo start uno smash di Gabrieli su ricezione lunga (3-1) evidenzia subito le potenzialità del servizio di casa, ma il Villa d’Oro si rifa subito con due pallonetti (specialità della casa) di Petruzziello e Bellini (3-4). Il Volano non ci sta e va a segno con Nalmodi a muro e un altro smash (stavolta di Galbero), secondo campanello di allarme per la ricezione ospite. Dopo “Nuccia” Gabrieli batte bene anche Bortolot, che trova un ace e costringe Petrizzielli a sbagliare l’attacco (9-6). È già tempo di time out per le emiliane.
Un errore di Barbolini, che stringe la diagonale in maniera esasperata, fa 10-8, ma la numero 10 del Volano si rifà a muro su Ferrari, raccogliendo il break del 13-9. Il Villa d’Oro prova a rimanere in scia, ma quando va nuovamente al servizio Elena Gabrieli finisce nella buca: un ace su Ferrari e due contrattacchi della scatenata Galbero fanno 18-13. Le modenesi in seguito conquistano qualche break, ma è troppo tardi. Galbero è in trance agonistica e con un ace e una pipe porta il Volano a +7.

L’avvio di secondo set è brutale per il Villa d’Oro, che in un attimo, grazie all’ottimo turno al servizio di Pozzoni, si trova da 2-1 a 7-1: in mezzo ci sono un errore di Petruzziello, due ace e due attacchi (di Galbero e Pozzoni). Petruzziello regala alle avversarie anche il 10-5, poi Barbolini, Pozzoni e due volte Galbero infilano il coltello nel burro, portando il tabellone sul 14-5. Lo schema è più o meno sempre lo stesso: il Villa d’Oro cerca di passare in posto-4, che giustamente la squadra di casa presidia in forze, poi rigioca, ma spesso deve avere la pazienza di provarci due o tre volte prima di andare a segno, dato che anche le ospiti possono contare su una difesa molto efficace. Dal 15-7 in poi Serafini cambia l’intera diagonale palleggiatore – opposto ed entrambi i centrali, trovando buone risposte da tutte le nuove, tanto che sul 18-15 il Volano comincia a risentire sul collo il fiato delle rossonere. A quel punto, però, Galbero trova un mani e out e un muro su Bellini che chiudono il discorso (21-15) con largo anticipo.

Il Villa d’Oro sembra smarrito. Per cercare di riaprire il match nella terza frazione si schiera con Giva opposto e Arletti al centro (al posto di Faietti), ma sulle prime la scelta non sembra dare alcun frutto. Come era avvenuto nella frazione precedente, infatti, il Rothoblaas si porta subito sul 3-0 (invasione e muro di Barbolini) e poi di nuovo sul 7-1, grazie ad un errore di Giva, un attacco di Galbero e un palleggio senza destinataria. Fino a 13-8 sembra di vedere un copione noto, ma poi il Villa d’Oro dà un colpo di coda micidiale. Con Franchini al servizio capitalizza due muri ai danni di Barbolini e Gabrieli e un errore della schiacciatrice umbra, poi con le battute di Giva va a segno con un altro muro (su Galbero) e un attacco di Bellini. Siamo 14-14 e Parlatini ha già chiamato due time out. La battaglia diventa furibonda, peccato che sia riservata ad un pubblico unicamente virtuale, ma grazie ad un ace di Galbero il Volano riesce a portarsi a +2, anche grazie ai cambi palla di Barbolini, finché sul 22-21 Bellini non scarica a terra la palla del nuovo aggancio. Sul 23-23 Galbero si fa murare da Ferrari, poi un’invasione di Modena perdona l’attacco fuori di Galbero, ma sul 24-24 la stessa Galbero manda out il servizio e poco dopo Barbolini sbaglia in attacco. Il 24-26 è servito.

Sulle ali dell’entusiasmo il Villa d’Oro riparte con energia, portandosi sul 2-4 in avvio di quarto set. Il Volano impatta (4-4), torna sotto (4-6), ma poi dà un colpo quasi letale alle rossonere grazie ai servizi, ancora una volta molto efficaci, di Elena Gabrieli: dopo il suo primo tocco piovono un attacco e un muro di Galbero, un pallonetto di Barbolini, un ace e infine un muro di Nalmodi sulla pipe di Ferrari. Siamo 10-6 e dopo alcuni cambi palla sono le battute di Nalmodi a fare male alla seconda linea modenese, finita nel pallone, tanto che Sofia realizza altri due ace. Un muro di Gabrieli fa 17-11, poi ancora con la letale rotazione che vede la numero 15 del Volano al servizio, Galbero va a segno a muro e in attacco, confermando il proprio ottimo stato di forma (21-15). Quando i giochi sembrano del tutto chiusi il Villa d’Oro, come un gatto dalle sette vite, reagisce di nuovo con rabbia, raccogliendo 5 punti di fila, grazie a una serie di difese super e a tre attacchi di Ferrari. Solo una battuta in rete chiude la serie terribile di servizi di Bellini (5 in tutto) a set riaperto.
Da lì in poi, però, il Volano non sbaglia più un cambio palla e sul 24-22 Gabrieli mura Ferrari, chiudendo il match.

Il tabellino completo

La nuova classifica del girone C

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video