SporTrentino.it
B Maschile

Avversari troppo forti per Argentario e Lagaris

L’Argentario viene travolto, il Lagaris sparisce dopo due set. Troppo forti gli avversari per le due formazioni trentine che nell'ultimo fine settimana non sono riuscite a muovere la classifica.
Gli argentonero hanno perso 0-3 contro il forte Gabbiano Mantova, i neroverdi hanno ceduto 1-3 al Cavaion Veronese. Due sconfitte annunciate, vista la classifica e i rapporti di forza tra le squadre: da una parte i sestetti nostrani che sinora hanno raccolto solo una vittoria (in due), dall’altra due formazioni che hanno subito una sola sconfitta. Insomma, con premesse come queste l’unica possibilità era quella di provare a limitare i danni. C’è riuscito in parte solo il Lagaris, che ha vinto il primo set, si è giocato alla pari il secondo, perso per un paio di ingenuità, per poi crollare di schianto sotto i colpi dei veronesi. Non c’è stato scampo, invece, per l’Argentario. Mantova si è dimostrato superiore in tutto e per tutto e ha amministrato la sfida senza alcun problema.

Argentario - Dura meno di un’ora la formazione di Dal Corso contro la capolista Gabbiano Mantova, compagine attrezzata per il salto di categoria e decisa a mantenere il passo e a tenere a distanza le inseguitrici. Perso il primo set 15-25 dopo aver lottato nei punti iniziali, le cose migliori l’Argentario le fa vedere nel secondo parziale, ma solo perché sul 10-20 gli ospiti si sono visibilmente rilassati, consentendo a Petrich e compagni di arrivare fino al 19-23 per poi chiudere il set 20-25 ed evitare ogni tipo di sorpresa. Ancora meno combattuto il terzo set, che ha visto i lombardi dilagare e concedere solo 8 punti ai padroni di casa.
Lagaris - Primo set molto equilibrato alla palestra Fucine di Rovereto con le due squadre che non riescono a trovare una fase break efficace e procedono appaiate fino al 23-23. Il Lagaris prende l’iniziativa, ottiene il primo set point della partita sul 24-23 e poi sfrutta due errori degli avversari in battuta e in attacco per portarsi in vantaggio altre due volte (26-24).
Le cose non cambiano nel secondo, tanto il vantaggio dei locali (9-7) quanto quello degli ospiti (15-17) vengono immediatamente pareggiati. I neroverdi, però, ricambiano il favore ricevuto nel parziale precedente e due palleggi imprecisi consentono ai veneti di andare avanti 20-23 e chiudere 23-25. La partita dei roveretani finisce qui, perché in serguito in il Cavaion Veronese domina l’incontro e ha vita facile, facilissima tanto da lasciare solo le briciole (13-25 e 12-25) a Frizzera e compagni.

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,547 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video