SporTrentino.it
B Maschile

Ancora sconfitte Argentario e Lagaris

Cambiano gli avversari non il risultato. Argentario e Lagaris si sono invertiti le squadre ma non sono riusciti a sovvertire il pronostico e sono uscite dal campo senza punti e senza vincere nemmeno un set. Tanto Cavaion Veronese quanto Gabbiano Mantova ancora una volta non hanno lasciato scampo alle due trentine. Le due squadre nostrane si sono scambiate anche l’andamento dell’incontro: se i roveretani hanno subito quasi sempre i mantovani, i cognolotti hanno provato a giocarsela arrivando ad avere pure l’occasione per aggiudicarsi il secondo (dove ha sprecato anche un set point sul 24-23) e il terzo set ma hanno sciupato tutto nei punti finali subendo i break decisivi da parte dei veronesi che hanno azzerato le loro ambizioni.

Argentario - Gli argentonero escono sconfitti, ma devono prendersela soprattutto con loro stessi. Perso il primo set 17-25, sopperiscono all’ottima ricezione del Cavaion Veronese aumentando l’attenzione a muro e questo permette loro di abbassare i ritmi e approfittare di ogni errore degli ospiti. Proprio le manone invadenti di Mentasti e Bandera fruttano l’allungo dell’Argentario (15-12 e 18-14) che arriva sul 23-19 e improvvisamente si spegne. L’attacco e la ricezione sin lì molto buoni iniziano a scricchiolare e il Cavaion Veronese pareggia sul 23 pari. Un attacco di Mentasti vale il 24-23 e il primo set point che viene annullato dagli ospiti. Un attacco fuori di Bortolameotti sul quale l’arbitro non ravvisa un evidente tocco a muro e un fallo di linea di Mazzola consegnano il parziale ai veneti. La situazione si ripete in maniera ancora più evidente nel terzo set. L’Argentario è sempre avanti, l’ace di Binioris porta i locali sul 18-15 e di nuovo si spegne. I servizi float del palleggiatore Martinelli mandano ko la ricezione di casa e da avvio al parziale di 0-10 con cui il Cavaion Chiude l’incontro.

(Ph.Cr. Sara di Vito)
(Ph.Cr. Sara di Vito)

Lagaris - Niente da fare per i giovani neroverdi che pure hanno provato a reggere l’impatto contro la capolista Gabbiano Mantova, ma senza ottenere risultati significativi dal punto di vista del punteggio. Eppure il sestetto allenato da Gagliardi si è giocato senza timore reverenziale i primi due set, arrivando anche a condurre il gioco per qualche scambio. Nel lungo periodo la maggior caratura dei lombardi è uscita allo scoperto e ha fatto la differenza. Il buon gioco molto ordinato del Lagaris, che è valso anche i complimenti dagli avversari, non è stato sufficiente per impedire al Gabbiano Mantova di aggiudicarsi l’incontro in tre set.

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video