SporTrentino.it
B1 Femminile

Missione compiuta: il Volano Rothoblaas chiude al 2° posto

Missione compiuta. C’era un solo risultato soddisfacente per il Volano Rothoblaas nell’ultimo impegno di regular season, il recupero della terza di campionato contro il Porto Mantovano, ovvero un successo da tre punti in grado di consegnare alle lagarine la certezza matematica di chiudere il gironcino al secondo posto e quindi di evitare nel primo turno dei playoff le attrezzatissime Vicenza e Giorgione. Le incognite non era poche, in primis perché alla vigilia non si sapeva che tipo formazione avrebbe schierato l’Euromontaggi, colpito duramente dal Covid-19 da fine marzo in poi, in secondo luogo perché l’assenza di Livia Tresoldi, tesserata dopo la data originaria di questa sfida, avrebbe potuto creare un “buco” al centro della rete sfruttabile dalle avversarie.
Preoccupazioni legittime, che però state fugate dalla bella prova offerta dalle lagarine, agevolate dall’assenza di alcune pedine fondamentali nelle fine delle mantovane (tre titolari su sette nello starting seven) e dal sacrificio compiuto da Sabina Perez, che dopo mesi di inattività è tornata in campo una tantum, pur con le ginocchia doloranti, per dare un a mano alla squadra al centro della rete. Una soluzione adottata esclusivamente per questa partita, che ha dato anche l’opportunità alla giocatrice brissinese si riassaporare le sfide da tre punti per la prima e ultima volta in questa stagione. I suoi centimetri al centro della rete hanno dato una mano al Rothoblaas costruire un muro compatto e i suoi servizi sono stati fondamentali per invertire l’inerzia a favore delle lombarde nel quarto set, quando è stata capace di servire per dieci volte consecutive.

La cronaca

Al fischio d’inizio il Volano schiera al solito Bortolot in regia, Pozzoni opposta, Barbolini e Galbero in banda, Gabrieli al centro e Scanavacca libero. La sorpresa è la presenza al centro della rete, come acennato, di Sabina Perez. Biagio Marone risponde con quattro titolari su sette, ovvero la regista Oriente, la schiacciatrice Maghenzani, la centrale Ghirardelli e il libero Montagnani. Mancano la schiacciatrice Palumbo, la centrale Galiero (entrambe rimaste a casa) e l’opposta Brignole, presente comunque in panchina. Per sostituirle ci sono la laterale Maela Fiorellini, la centrale Martina Guarnieri e l’opposta Asia Fedrizzi, giocatrici tecnicamente valide, ma tutte costrette a pagare un dazio non indifferente in termini di centimetri alle avversarie volanesi.

La voglia dell’Euromontaggi di dare comunque battaglia si palesa con una partenza convincente: 1-4 grazie ad una pipe di Fiorellini e ad un errore di Pozzoni. Si tratta, però, solo di schermaglie iniziali, perché sul 4-6 la situazione si capovolge, grazie ad un bel turno al servizio di Valentina Barbolini e al contributo fornito da Perez al centro, dato che firma un tocco su difesa lunga e un bel muro sulla pipe di Maghenzani, break point che si aggiungono a quelli portati in dote da un aceda un attacco di Galbero e da un errore di Fiorellini. Sul 9-6 la situazione per l’Euromontaggi si fa critica, ma la neopromossa terribile allenata da Marone sa reagire anche senza alcune big e lo fa nel turno al servizio (al salto) della stessa Fiorellini, che frutta un ace (ricezione di Pozzoni sul soffitto), un pallonetto di Maghenzani e un fallo di rotazione di Gabrieli, che vale il contro sorpasso (10-11).
Il solco si approfondisce quando Pozzoni sbaglia in attacco (11-13), ma a quel punto un time out di Parlatini ferma tutto e schiarisce le idee alla Rothoblaas, che da lì in poi si porta a casa sette break point cedendone uno solo, grazie ad un impianto di gioco complessivamente più solido, ma anche ad una serie di errori mantovani in attacco (ben 4) e ad un’invasione. Il resto lo fanno un ace di Pozzoni, due attacchi di Galbero e soprattutto i quattro di Barbolini, decisiva per il 25-20 finale.

Il secondo set è il più equilibrato del match. L’Euromontaggi sa che per tenere viva la speranza di andarsene da Volano con qualche punto deve vincerlo. Le padrone di casa non sono della stessa idea e cercano più volte di scappare via, costruendo nella prima parte della frazione anche vantaggi significativi, come il 9-6 grazie agli attacchi break di Pozzoni, Barbolini, all’errore di Fedrizzi, al muro di Bortolot su Fiorellini, o come il 14-10 propiziato da un primo tempo di Gabrieli e da un altro errore di Fedrizzi (che chiuderà il match con 1 solo punto all’attivo). Tuttavia ogni volta il Porto reagisce e impedisce alle trentine di amministrare i piccoli tesoretti costruiti. Sul 15-11 va la servizio la neo entrata Brignole (per la stessa Fedrizzi) e il Volano regala due break con altrettanti errori di Pozzoni e Barbolini. Un altro attacco out della laterale umbra vale l’aggancio sul 16-16.
La Rothoblaas riesce ad allungare un’ultima volta, costruendosi il 19-16 grazie alle laterali, ma poi cala il buio nella metà campo lagarina. Con Oriente in battuta le ospiti tornano in parità grazie a due mano e out dell’esperta Brignole, che firma anche il 21-22 e il 21-23 con un muro su Galbero. L’ace di Fiorellini su Pozzoni (che si fa perforare un palleggio in ricezione) ed un errore dell’opposta del Volano regalano il 21-25 al Porto Mantovano.

Incassata la situazione di parità, il Volano potrebbe accusare il colpo, invece torna in campo carico come una molla e aggredisce subito le ospiti, in campo con Brignole in contromano. Due muri di Gabrieli e un errore di Maghenzani fanno suonare l’allarme in casa Porto già sul 5-1, tanto che è già tempo di time out. Il problema è che le lombarde non riescono più a mettere la palla a terra, mentre il Rothoblaas raccoglie un break point quasi ad ogni rotazione, grazie al muro (a segno Perez, Gabrieli e Barbolini, agli ace (a segno Pozzoni e Ianeselli) o agli errori avversari. Sul 17-10 il Volano è già assoluto padrone della situazione, anche perché né Maghenzani né Brignole riescono più ad avvicinarsi al rendimento della frazione precedente e il 25-16 finale ne è l’inevitabile conseguenza.

Nella quarta frazione Il Porto Mantovano parte con decisione, aiutato da un errore di Gabrieli e da un ace di Guarnieri, ma sul 5-7, dopo stabilizzato il cambio palla, il Volano decolla e lo fa con un incredibile turno al servizio di Sabina Perez, che va in battuta sul 5-7 a lascia la postazione solo sul 14-8. Oltre a tre ace, procura un’infinità di opportunità break alle compagne e di occasioni per commettere un errore alle mantovane, che spariscono rapidamente dal campo e abbandonano ogni speranza di poter muovere la classifica. Nel finale c’è spazio per un attacco e un ace di Galbero, che frutta il 25-18. Si chiude con questo punto la regular season del Volano.

Il tabellino completo

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video