SporTrentino.it
A1 Femminile

Cuneo espugna la Blm Group Arena, la Delta strappa un punto

La Delta Despar si porta a casa un punto dalla prima sfida casalinga della stagione, cedendo al tie break ad un Bosca San Bernardo Cuneo giunto alla Blm Group Arena con tanta voglia di mettersi alle spalle il ko casalingo dell’esordio rimediato contro Roma. Il punteggio finale parla di un match equilibrato, ma in realtà si compone della somma di cinque parziali assolutamente a senso unico, il secondo e il terzo dominati dalle trentine, il primo, il quarto e il tie break dalle piemontesi.
Cuneo è senza dubbio avversaria ben più attrezzata di Bergamo, anche solo per la profondità dell’organico, ma la Delta dopo aver vinto la terza frazione è letteralmente sparita dal campo, mettendo a terra con l’attacco appena 9 palloni in due frazioni. Le gialloblù sono ancora un cantiere aperto, orchestrato da una regista che cerca di velocizzare il gioco, ma che in questa fase non sempre viene assecondata dalle compagne, come dimostra il 29% complessivo in attacco (contro il 40% di Cuneo), testimone della gran fatica che hanno fatto Piani e compagne a passare. A complicare la vita alle trentine ci si è poi messo l’infortunio alla caviglia destra di Beatrice Berti, che ha dovuto lasciare il campo sul 9-8 della seconda frazione, ma Michela Rucli ha ben tamponato la falla, realizzando 3 muri e un ace. Per capire come svilupperà il proprio potenziale questa squadra occorre ancora un po' di tempo.

La cronaca

Le padrone di casa partono con le diagonali Raskie - Piani, Nizetich - Rivero, Furlan - Berti, mentre Andrea Pistola schiera Signorile in regia, Gicquel opposta, Degradi e Jasper in banda, Squarcini e Stufi al centro.
La rabbia delle piemontesi è un carburante che le porta subito avanti, prima 1-2, poi addirittura 2-7 nel turno al servizio di Gicquel, omaggiate da due errori delle gialloblù (fallo di linea di Piani e attacco sull’antenna di Nizetich). La Delta prova a reagire, ma i break point arrivano in quantità troppo limitata per poter impensierire il Bosca, che difende, rigioca e trova in Gicquel e Squarcini due terminali offensivi affidabili. Dal 7-10 si arriva così ad un ingiocabile 8-15, che segna la frazione. Nel finale decolla anche Alice Degradi e la Delta Despar può fare ben poco.

Dopo il cambio di campo le parti si invertono come per magia. Vittoria Piani, che nel primo set non aveva messo a terra un solo pallone, realizza il break del 3-2, Jessica Rivero quello del 7-5. Ora è la squadra trentina a toccare e rigiocare con una regolarità che nemmeno l’uscita di scena di Beatrice Berti, scavigliatasi ricadendo da muro sull’11-7, interrompe. Sul 12-19 Nizetich forza il servizio, festeggiando due ace e un attacco vincente di Piani. Il 15-9 parla da sé, tanto che Pistola toglie dal rettangolo nel varie Jasper, Gicquel e Signorile, lasciando campo libero alla Delta e soprattutto alla scatenata Nizetich, protagonista assoluta di una frazione in cui Cuneo conquista appena due break point.

Aver pareggiato i conti dà un’iniezione di fiducia alla Delta Despar, che anche nel terzo set si mantiene sempre avanti. È ancora Yamila Nizetich a fare la differenza, al servizio (un ace e due battute break) e a muro (block su Squarcini), ma nel 9-5 iniziale ci sono anche quattro errori piemontesi. Fino all’11-9 i giochi rimangono comunque aperti, poi però Trento piazza quattro break in altrettanti turni al servizio, sfruttando due errori del Bosca e due lampi di Rucli, un muro su Gicquel e un ace corto (16-11). Cuneo continua a sbagliare e la Delta controlla la situazione fino alla fine del set, aiutata da un ace di Mason.

Il primo punto è in cassaforte e rimarrà anche l’unicoo. Nel quarto set, infatti, dopo una partenza positiva (4-3 grazie alla solita Nizetich), la Trentino Rosa viene ingabbiata nella morsa di muro e difesa piemontesi e non riesce più a giocare, anche perché Pistola lascia in panchina l’olandese Jasper, assolutamente impalpabile per l’intero match, dando fiducia a Kuznetsova, che invece fa molto male alle padrone di casa. Due muri su Nizetich tolgono un riferimento chiave alle gialloblù (5-7), poi quando va al servizio Noemi Signorile e ci rimane per ben nove rotazioni, aiutata da Degradi e Gicquel, che passano con regolarità, Matteo Bertini richiama in panchina Raskie e Nizetich in vista del tie break, inevitabile sul 6-16.

L'uscita di scena di Beatrice Berti
L'uscita di scena di Beatrice Berti

Nonostante il cambio di campo, il copione rimane invariato anche nel quinto set, che Cuneo comincia portandosi sull’1-5, poi sul 2-9 e sul 4-15 finale. La Delta Despar ha il serbatoio completamente vuoto e si consegna alle ospiti, forse appagata dal punto strappato loro.

Il tabellino

DELTA DESPAR TRENTINO – BOSCA SAN BERNARDO CUNEO 2-3 (17-25, 25-17, 25-21, 16-25, 4-15)
Delta Despar Trentino: Raskie 4, Piani 15, Nizetich 14, Rivero 10, Furlan 7, Berti 2, Moro (L); Mason 2, Piva 0, Stocco 2, Botarelli 1, Rucli 6. All. Bertini
Bosca San Bernardo Cuneo: Signorile 4, Gicquel 19, Degradi 20, Jasper 3, Squarcini 13, Stufi 11, Spirito (L); Kuznetsova 6, Giovannini 3, Zanette 0, Agrifoglio 0, Caruso ne, Gay (L) ne. All. Pistola
Arbitri: Massimiliano Giardini di Verona e Andrea Puecher di Padova
Durata: 27’, 29’, 29’, 26’, 14' (totale 2h17’)
Note: Delta Despar Trentino (attacco 45, muro 11, battuta 7, errori attacco 11, errori battuta 9), Bosca San Bernardo Cuneo (attacco 63, muro 15, battuta 1, errori attacco 9, errori battuta 12). Mvp: Kuznetsova. Spettatori: 350 circa

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,547 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video