volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
B1 Femminile

Il Rothoblaas Volano non lascia scampo all'Argentario

Il Volano interrompe un digiuno che durava dal 12 febbraio, l’Argentario rimane nel tunnel. Non ha riservato particolari sorprese il primo derby stagionale fra lagarine e collinari disputatosi ieri sera nel palazzetto di via Zucchelli, match di recupero della sfida che chiude il girone di andata delle due formazioni con quasi tre mesi di ritardo. Le padrone di casa non hanno mai abbassato il ritmo, decise ad evadere il più rapidamente possibile la pratica, mentre le ospiti hanno retto solo nella prima parte del terzo set, zavorrate da una ricezione che ha sabotato sistematicamente il loro cambio palla e vanificato gli aspetti positivi della fase break.

Abbastanza macroscopico il dato di 17 ace contro 4 a favore del Rothoblaas e il 29% di ricezioni positive totalizzato dalle ospiti, che in questo fondamentale continuano a pagare dazio in maniera esagerata in una categoria che non perdona. L’assenza di Gaia Riedmüller ha ovviamente inciso, ma si tratta di una caratteristica che accompagna la squadra dall’inizio della stagione, anche se ieri ha fatto la differenza in maniera più marcata del solito. Il Volano ha giocato una partita ordinata, sbagliando poco e vivendo di rendita grazie, appunto, al rendimento del servizio, che ha sempre permesso alle lagarine di portarsi avanti e amministrare la situazione. Contro le ex compagne Aurora Bonafini si è presa la soddisfazione di realizzare qualcosa come 7 ace e di tenere calde tutte e cinque le proprie attaccanti, mentre Agnese Capone ha dovuto correre per il campo e ha finito anche per commettere 5 falli al palleggio, sanzionati in taluni casa in maniera fin troppo puntuale dall’arbitro Pernpruner. È finita 3-0 (25-11, 25-14, 25-18), con un differenziale di 75-43.

La cronaca

Non ci sono sorprese nei due settetti, dato che il Volano conferma Tasholli in diagonale a Bellini e l’Argentario Battistoni nel ruolo di libero al posto di Riedmüller ancora in quarantena. Nemmeno il tempo di cominciare, che Aurora Bonafini realizza due ace su Salgado e Cusma, il 3-0 è un attacco di Bellini. Dopo un cambio palla va al servizio la stessa schiacciatrice modenese e grandina di nuovo nella metà campo ospite, tanto che le argentelle incassano tre ace consecutivi, tutti sul libero Battistoni. Sul 7-1 la frazione è già finita, di fatto, ma il Rothoblaas non si fa impietosire e raccoglie altri quattro break point con la battuta affilata di Jessica de Val, in questo caso grazie alla prolificità di Petruzziello in attacco e a un muro di Tresoldi su Angeloni, che si ripete un attimo dopo. Il secondo fallo al palleggio di Capone vale il 15-5, dopo il quale si attende solo di arrivare a fine frazione. L’epilogo è perfettamente coerente con il resto della frazione: ace di De Val su Angeloni (24-11), ace di de Val su Salgado (25-11).

Nel secondo set il primo allungo del Rothoblaas è un po’ meno perentorio (4-1), ma lì dentro ci sono già di nuovo un ace di Bellini su Battistoni e un palleggio falloso di Capone, che viene sanzionata una quarta volta sul 9-5. Quando riesce a giocare la Trentino Energie conquista anche qualche break, come quello dell’11-8 (smash di Angeloni), però la fragilità del cambio palla rende il tutto vano. Sul 13-9 Cusma manda fuori un pallonetto lungo, poi ci pensa Jessica de Val a mettere a ferro e fuoco la ricezione ospite, raccogliendo un ace e aiutando Petruzziello a murare Angeloni e Tasholli a firmare il perentorio 17-10 in attacco. Tocca poi all’ex atina battere con efficacia dal 21-14 al 25-14, coadiuvata da Tresoldi (muro e fast vincenti) e da Bellini, che firma l’ultimo punto.

Nel terzo set si assiste ad una partita vera, almeno fino all’8-7. L’Argentario si tiene il cambio palla, incassando “solo” due ace (di Bonafini e Tasholli), ma basta che torni al servizio la regista di casa per annotare due battute vincenti consecutive su Sofia Cusma, un muro di de Val su Sfreddo e un errore di Cusma, che lanciano il Volano sul 13-7. A complicare la situazione delle ospiti ci si era messo anche un cartellino rosso per proteste sul 4-4, costato il 5-4 senza giocare. Un’invasione di Angeloni e un ace di de Val sulla stessa schiacciatrice abruzzese valgono il 17-9. A questo punto il Volano allenta un po’ la tensione e la Trentino Energie ne approfitta per raccogliere qualche break, grazie a un fallo di portata di Petruzziello, un attacco di Salgado e un ace di Angeloni. Prima della fine la scena è ancora tutta per Aurora Bonafini, che si prende la soddisfazione di murare Alicia Salgado e di raccogliere l’ennesimo ace sulla stessa numero 13 romagnola per il 24-16. Chiude un attacco di Petruzziello da posto-4. Sabato si replica al PalaBocchi.


Il tabellino

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,582 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video