volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
B2 Femminile

Il C9 è salvo con 2 turni d’anticipo, il Marzola cade a Medole

Vittoria e festa per il C9 Arco Riva. Il team guidato da Angelo Crema ha sconfitto 3-1 il Belladelli Verona, riscattando il ko di Roverteto, e si è guadagnato la permanenza in categoria. Con 10 punti di vantaggio sul Lagaris e due giornate al termine le rivane sono matematicamente salve. Va al tappeto il Marzola in casa del Medole.

Troppi errori al servizio e su azione hanno condannato le poere alla sconfitta dopo un discreto primo set, che le aveva portate in vantaggio. L’esperienza dell’opposto Mazzi e la fisicità delle mantovane hanno fatto la differenza a loro favore, mentre il Marzola ha fatto molta fatica ad attaccare la palla alta. Ora i punti di vantaggio sullo stesso Medole sono solo due, ma Depaoli e compagne hanno la possibilità di allungare nuovamente se vinceranno mercoledì il secondo e ultimo recupero in casa del Belladelli Verona. La formazione veronese si è dovuta arrendere ieri alla determinazione di un C9 deciso a chiudere definitivamente la questione legata alla salvezza. Il rientro di Miori al centro ha conferito la giusta solidità al sestetto gardesano, che ha potuto esprimere al meglio la propria pallavolo contro un avversario forse già soddisfatto del proprio torneo. Tre punti giunti in poco più di un’ora hanno sancito la salvezza delle biancoblù e fatto partire la festa. La partita casalinga di sabato 23 contro il Suzzara sarà una passerella per le beniamine dei tifosi di casa.

Marzola - Il primo scossone dell’incontro lo hanno dato le padrone di casa che su servizio di Benetti si sono portate sul 17-14. Stuzzicate, le poere hanno risposto: un muro di Bogatec e la schiacciata di Tormen tra 3 errori del Medole hanno ribaltato la situazione (17-19). Il Medole ha pareggiato sul 21-21, poi un errore al servizio seguito dall’ace Depaoli hanno riportato avanti il Marzola che ha chiuso col muro di Pedrotti (22-25). Nel secondo set è salita in cattedra l’esperta Alessia Mazzi, che ha preso per mano la squadra (12-9). Le ospiti sono rientrate sul 16-16, ma il Medole è stato bravo a ricostruire tanti palloni, portarsi sul 22-18 e pareggiare di lì a poco. Meglio il Marzola a inizio del terzo parziale e con Brugnara e Bogatec (quest’ultima tornata al centro al posto dell'assente Gorgoglione), ha preso l’iniziativa (7-9). Un blackout, però, ha riportato avanti le mantovane 14-10 e nemmeno l’ingresso definitivo di Dori per Tormen (schierata nello starting seven) ha dato le risposte sperate. Sul 19-17 il muro di Benetti su Bogatec ha dato il la allo sprint vincente delle locali. Il quarto set è stato il più brutto per le trentine che tra falli ed errori gratuiti hanno agevolato il Medole. In poco tempo il tabellone è passato dal 5-3 al 9-6, quindi dall’11-6 si è passati al 20-13 impossibile da rimontare.
C9 Arco Riva - I tre set visti a Riva del Garda parlano di un dominio assoluto delle biancoblù, che hanno spiccato soprattutto al muro. Le mani a rete di Asia Calza hanno fruttato 8 punti, quelle di Fontanari rientrata al ruolo di laterale 5, ma nel complesso sono stati ben 17 i block del C9. Le gardesane hanno sovrastato le avversarie in tutti i fondamentali, compresa la ricezione (68% di squadra) e in attacco, con la regista Righi in grande spolvero e tre giocatrici in doppia cifra (Asia Calza top scorer con 15 punti, 13 per Fontanari ed Enei).

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video