volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
B Maschile

Tre punti a testa per Argentario e UniTrento

Doppia vittoria e doppia festa per Argentario e UniTrento. I cognolotti si allontanano dalla zona calda e addirittura entrano nella parte sinistra della classifica, gli universitari si confermano in vetta alla graduatoria assieme al Massanzago e allungano sul resto della concorrenza, Bolghera a parte.
Dopo otto giornate, quasi un terzo di campionato, la lotta per le prime posizioni appare ben delineata con tre squadre, UniTrento, Massanzago e Bolghera, che paiono destinate a giocarsi i due posti che garantiscono l’accesso ai playoff promozione. Più staccate le altre compagini, in una situazione di classifica che appare più fluida. Se ci sono sette lunghezze tra il Bolghera terzo e il Cornedo quarto, va detto che ci sono altrettanti punti e altrettante squadre tra lo stesso Cornedo e il Pradamano terzultimo. Tutto può ancora succedere e ogni vittoria inizia a pesare leggermente di più. È il caso di quella ottenuta in casa dall’Argentario contro il Casalserugo. Un 3-1 al ternine di un match non bellissimo da vedere, con molti errori da ambo i lati della rete, ma con i padroni di casa infarciti di giovani (oltre a Toselli e Lunelli che già hanno disputato qualche spezzone di incontro, ha esordito da titolare il centrale Miah classe 2005, mentre nel finale c’è stato spazio anche per il classe 2007 Maurina), che sono riusciti a districarsi nelle ultime fasi del primo e del terzo set, per poi imporsi nettamente nel quarto. La seconda vittoria di fila ha portato i minatori in sesta posizione a 11 punti, ma alla fine del girone d’andata ancora mancano quattro partite e un paio di trasferte complicate.

Sono invece quattro le vittorie consecutive dell’UniTrento Volley (7 in 8 partite giocate), ma il 3-0 con cui gli universitari hanno superato il Portogruaro non racconta di un match molto equilibrato nei primi due set, con i veneziani sempre a contatto nel punteggio. La differenza l’hanno fatta i centrali: Pellacani (11 punti col 71% in primo tempo) e il subentrato Dell’Osso (11 con l’83%) hanno messo a terra i palloni decisivi per conquistare i due parziali. Sopra nel punteggio, la terza frazione è stata tutta in discesa e l’UniTrento ha gestito il vantaggio fino alla fine.

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,875 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video