volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
SuperLega

L'Itas Trentino passa su Verona come un ciclone: 3-0

L’Itas Trentino passa come un rullo compressore sulla WithU Verona e vince con una rapidità inusitata il primo big match del girone di ritorno. Ci si attendeva una squadra tonica, corroborata dall’intenso lavoro svolto durante le festività, ma non al punto da vincere per 3-0 in un’ora e 1 minuto di gioco, 61 giri di lancetta, connotati dall’incredibile pressione esercitata con il servizio sul cambio palla di una Verona che non ha potuto nemmeno provare ad esprimere il proprio potenziale, chiusa in un angolo dal primo all’ultimo scambio.

La miglior prestazione stagionale, costruita davanti al pubblico delle grandi occasioni, come tradizionalmente avviene nel giorno di Santo Stefano: 3.400 tifosi, con una buona rappresentanza scaligera. Alcuni numeri sintetizzano in maniera brutale quello che si è visto (e quello che non si è potuto vedere) questa sera alla Blm Group Arena: 39 break point trentini contro 9 veronesi, 13 ace contro 3, 9 muri contro 4, il 61% in attacco contro il 41%. La WithU è stata messa in condizione di non nuocere in particolare battendo con precisione e inusitata potenza sull’anello debole (della ricezione) Noumory Keita, ma anche quanto Stoytchev lo ha tolto dal campo per dare spazio a Perrin le cose non sono andate molto meglio, perché l’Itas Trentino ha saputo fare molto bene anche nella fase di cambio palla e nel coordinamento muro – difesa.
Il migliore dei modi possibile, insomma, per avvicinarsi al delicatissimo quarto di finale di Coppa Italia in programma giovedì sera sul campo di una Modena che oggi è andata a vincere per 3-0 sul campo di una rimaneggiatissima Piacenza per 3-0. Sarà una battaglia, ma i gialloblù ci arrivano con grande fiducia.

La cronaca

Non ci sono sorprese negli starting seven, Stoytchev dà fiducia a Spirito in regia e alla coppia Cortesia – Grozdanov al centro della rete, intoccabile il terzetto di palla alta composto da Keita, Mozic e Sapozhkov.
Nemmeno il tempo di prendere visione degli schieramenti, che Lisinac mura Sapozhkov, mandando al servizio Sbertoli, che comincia a prendere di mira Keita (saranno 25 le sue ricezioni in due set e mezzo), mettendo le basi per cinque break point, finalizzate da Michieletto (muro su Keita e attacco), Lavia (pipe), Kaziyski (attacco) e Keita (errore). Il 6-0 è un avvio da stropicciarsi gli occhi, ma Verona reagisce con due attacchi di Keita, un ace di Cortesia su Laurenzano e un’invasione di Sbertoli. Il 6-4 riapre i giochi, ancor più il 7-6 firmato da Sapozhkov, che induce Lorenzetti a usare per la prima e unica volta la sospensione di gioco, dopo la quale la macchina da break point trentina ricomincia a macinare punti, i primi tre con Lisinac al servizio (muro di Kaziyski su Sapozhkov, seguito da due ace sul solito Keita). Dopo pochi scambi tocca a Lavia fare la differenza dalla linea dei nove metri: piovono altri due ace (su Keita e Gaggini), poi una sua pipe e uno smash di Michieletto. Poi a Podrascanin (ace su Keita ed errore di Sapozhkov) ed infine a Michieletto (errore di Keita ed ace su Keita). Il tabellone nel frattempo indica 24-12, il 25-13 opera di Lisinac, che chiude il set da top scorer (5 punti).

Ci si attende che dopo il cambio di campo Verona riesca a mettere in campo qualche contromisura, ma l’Itas Trentino continua a battere con una precisione e una violenza ingestibili per la ricezione scaligera, tanto che Stoytchev deve già usare il primo time out sul 5-1, dopo che Lisinac ha scagliato a terra tre primi tempi consecutivi. Il 6-1 opera di un errore di Keita, già murato da Michieletto nel secondo scambio. Questa volta il gap è già decisivo, perché i padroni di casa non lasciano alcun pertugio all’avversario nella propria fase di cambio palla. Un ace di Lisinac sul neo entrato Perrin e un muro di Kaziyski su Mozic valgono il 10-3, un ace di Matey su Mozic fissa il 12-4. Podrascanin si ritaglia un momento di gloria murando Cortesia (14-5), Lavia scagliando a terra il diagonale del 18-8. Il secondo time out di Rado serve solo per spezzare il ritmo con il quale l’Itas cavalca verso il 2-0, basti pensare che i veneti conquistano il primo e unico break point della frazione grazie a un muro di Cortesia sulla pipe di Michieletto (20-11). Poi il turno al servizio di Kaziyski e due cambi palla dell’altro senatore gialloblù Podrascanin mandano le squadra ad un nuovo cambio di campo con un 25-13.

Nel terzo set Stoytchev ci prova con Raphael al palleggio, Perrin in banda al posto di Keita e Mosca al centro per Grozdanov, cambi che aveva già operato nel finale della seconda frazione. Il tutto serve a poco, perché l’Itas scatta avanti 2-0 con due primi tempi di Lisinac (nostro mvp di giornata) e poi 5-1 con due attacchi di Lavia. Impressiona la facilità con la quale i gialloblù difendono e ricostruiscono, abilità che si può ammirare con continuità quando Lisinac serve per cinque volte consecutive, dato che, oltre ad un ace che non fa quasi notizia, si annotano un muro di Kaziyski su Mozic e soprattutto una pipe di Michieletto e un attacco di Lavia, bravi a finalizzare l’ottimo lavoro dei compagni. Sul 10-3 anche questa frazione pare segnata.
Un ace di Lavia su Perrin, un muro e un ace dell’inarrestabile Lisinac fanno volare Trento sul 19-10, mentre una pipe di Lavia vale il 23-13. Mozic conquista il terzo break point del set e il nono in totale sul 23-15 con un muro su Kaziyski, poi un servizio in rete di Perrin e un attacco di Michieletto chiudono la contesa dopo appena 61 minuti di gioco.

Il tabellino

Itas Trentino - WithU Verona 3-0 (25-13, 25-13, 25-16)
ITAS TRENTINO: Podrascanin 8, Sbertoli 2, Michieletto 8, Lisinac 15, Kaziyski 11, Lavia, Laurenzano (L). N.e. Nelli, D’Heer, Džavoronok, Cavuto, Pace, Berger e Depalma. All. Angelo Lorenzetti.
WITHU: Mozic 8, Cortesia 4, Spirito 1, Keita 6, Grozdanov 1, Sapozhkov 9, Gaggini (L); Raphael Perrin 2, Bonisoli (L), Mosca 1. N.e. Magalini, Jensen, Zanotti. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Curto di Gorizia e Pozzato di Bolzano.
DURATA SET: 20’, 20’, 21’; tot 1h e 1’.
NOTE: 3.386 spettatori, per un incasso di 42.918 euro. Itas Trentino: 9 muri, 13 ace, 7 errori in battuta, 1 errori azione, 61% in attacco, 44% (18%) in ricezione. WithU: 4 muri, 3 ace, 10 errori in battuta, 6 errori azione, 41% in attacco, 30% (18%) in ricezione. Mvp Sbertoli.

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,921 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video