volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
A2 Femminile

L'Itas Trentino spazza via Olbia e allunga sulle inseguitrici

L’Itas Trentino tritura anche Olbia, prendendosi la rivincita del beffardo match di andata, e consolida il primo posto in classifica, aiutata dalla spartizione della posta nel big match di giornata fra Futura Busto Arsizio e Brescia, finito 3-2 per le ospiti della Valsabbina, trascinate dai 20 punti dell’opposta Obossa. Di strada da compiere di qui alla fine della prima fase ce n’è ancora tanta, lastricata di insidie, come la partita di Mondovì del 18 gennaio, quella di Sassuolo del 5 febbraio e quella di Busto Arsizio del 12 febbraio, ma intanto la squadra di Saja è in serie positiva da 13 giornate e ha acquisito una regolarità di rendimento difficile da demolire per le avversarie, perché non si basa sulle individualità, ma su una equilibrata distribuzione dei carichi di lavoro, nella quale spicca sempre qualche giocatrice, ma mai in maniera macroscopica.

Ieri pomeriggio a Sanbapolis a fare la differenza sono stati in primis una ricezione granitica (78% contro 55%), in secondo luogo il muro (6-3) e l’inconsistenza dell’attacco da posto-2 di Olbia, la cui opposta (Charlotte Schirò) ha chiuso con il 24% di efficacia, 4 errori e 2 muri subiti. Se si pensa, inoltre, che dagli attacchi al centro sono arrivati appena 4 punti, si capisce come mai Olbia non abbia trovato alcuna via di scampo. Non è un caso, probabilmente, che in trasferta le isolane abbiano vinto solo il primo match stagionale a Offanengo, perdendo poi consecutivamente gli altri sette.

La cronaca

Stefano Saja schiera il settetto base con le diagonali Bonelli – Dehoog, Mason – Michieletto, Fondriest – Moretto, Parlangeli libero. Dino Guadalupi cerca l’impresa con la trentina Ulrike Bridi in regia, Charlotte Schirò opposta, l’estone Kristine Miilen e l’argentina Daniela Bulaich Simian in banda, le centrali Sara Tajè e Islam Gannar, Alice Barbagallo libero.

Dopo alcuni cambi palla la prima squadra ad esultare per un break point è quella ospite, grazie ad un ace di Gannar su Mason. La schiacciatrice padovana firma il contro break del 6-6, ma subito dopo Olbia mette di nuovo la testa avanti, grazie un servizio vincente di Miilen su Parlangeli e a un muro di Tajè su Dehoog. Sembrano i primi passi di un set combattuto, invece la spinta delle sarde si ferma qui. Sull’8-11 Francesca Michieletto conquista il cambio palla e manda al servizio Dehoog: Bridi sbaglia misura su un palleggio teso e subito dopo Fondriest va allo smash, servendo la parità sull’11-11. A dare la spinta verso il successo parziale alle gialloblù è la serie di servizi della stessa Michieletto, che crea le premesse per un errore di Miilen e due muri vincenti di Mason e Bonelli su Schirò e sulla stessa Miilen. Dal 15-12 Olbia non riesce più a risollevarsi, nonostante i due time out ravvicinati chiamati da Guadalupi. Moretto dilaga in attacco fino al 23-17, poi si sblocca anche Dehoog, mentre l’ultimo punto arriva da una fast di Fondriest: 25-29. A poco vale anche il doppio cambio operato dalle sarde sul 21-14.

Nella seconda frazione l’Itas Trentino non si fa sorprendere e decide di mettere subito le cose in chiaro: 4-0 grazie a due ricostruzioni vincenti, ad un ace di Mason e a una fast fuori misura di Tajè. Un altro ace, stavolta di Moretto, frutta il 6-1. Le ospiti sembrano già al tappeto, invece danno segnali di vita sul 7-4, quando Schirò e Gannar vanno a segno. Ci pensa un ace di Michieletto su Bulaich ad allontanarle nuovamente, poi le sarde si inchiodano dal 9-7 al 14-7, prima per colpa dei propri errori (2), poi perché l’attacco gialloblù finalizza le difese e le rigiocate con Michieletto (pipe), Moretto e Mason. Il solito doppio cambio dell’Hermaea può poco o nulla per invertire l’inerzia di un set già concluso. Un ace di Bonelli e uno scontro proprio fra le neo entrate Messaggi e Bresciani creano un divario enorme (20-12), che la squadra di Saja amministra senza affanni fino al 25-16 di Mason.

Non cambia nulla, negli assetti delle due formazioni, anche nel terzo set. Guadalupi non ha grandi alternativa a cui attingere e Saja non ha motivo di alterare gli equilibri. L’errore di Schirò e l’ace di Moretto confermano che anche questa frazione sarà connotata dalle grandi difficoltà sarde in posto-2 e dall’efficacia del servizio di casa. Dopo un attimo siamo già sul 6-2 per merito di un’ispirata Michieletto e di un errore di Miilen, probabilmente la migliore di Olbia. Sul 6-2 la situazione è già chiara, ma ad allungare il brodo interviene, poco dopo, una sosta di dieci minuti per ripristinare il referto elettronico, che congela tutto per un po’. Alla ripresa poco cambia: il 7-5 di Miilen viene neutralizzato da un muro di Moretto su Schirò. (9-5). Grazie a due attacchi della schiacciatrice estone Olbia riesce a riportarsi fino a -2 (12-10), ma ogni speranza di conquistare almeno una frazione viene soffocata dal turno al servizio di Dehoog, il quale propizia un altro errore di Schirò e un attacco dell’implacabile Michieletto (15-10), che di fatto eliminano ogni pathos dalla scena. Mason e Bonelli si divertono in attacco (18-12), un errore di Bulaich porta il 22-14. L’Itas lascia sfogare un po’ l’Hermaea (22-17), poi va a chiudere con tre cambi palla di Mason, Dehoog e Messaggi, che sbaglia l’ultimo servizio.

Il tabellino

Itas Trentino - Volley Hermaea Olbia 3-0 (25-19, 25-16, 25-19)
ITAS TRENTINO: Mason 11, Moretto 9, DeHoog 10, Michieletto F. 12, Fondriest 6, Bonelli 4, Parlangeli (L); Meli 0. N.e. Bisio, Michieletto A., Joly, Serafini, Libardi (L). All. Stefano Saja.
VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 12, Gannar 5, Bulaich Simian 12, Tajè 1, Schirò 4, Bridi 2, Barbagallo (L); Bresciani 1, Messaggi 3. N.e. Fontemaggi, Diagne. All. Dino Guadalapi.
ARBITRI: Pasin di Torino e Jacobacci di Venezia.
DURATA SET: 26’, 22’, 36’; tot. 1h e 33’.
NOTE: Itas Trentino: 6 muri, 5 ace, 9 errori in battuta, 5 errori azione, 41% in attacco, 78% (47%) in ricezione. Volley Hermaea Olbia: 3 muri, 2 ace, 9 errori in battuta, 14 errori azione, 32% in attacco, 55% (32%) in ricezione. Spettatori: 339. Mvp: Michieletto F.

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,906 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video