SporTrentino.it
B2 Femminile

Il Marzola ci prova, ma il Legnaro è un osso durissimo

Il Marzola perde nettamente in casa ed è quasi fuori dai play off promozione. Nell’andata del primo turno della post-season le rosablù di Davide Di Nardo per due set hanno giocato alla pari contro il Legnaro, ma poi si sono dovute inchinare alla maggior organizzazione delle venete che sono uscite da Gabbiolo col risultato di 0-3. Le padovane hanno disputato una grandissima partita in difesa, dove hanno salvato tutto il salvabile e anche di più, e replicato in attacco con Benin top scorer (17 punti a referto), autentico spauracchio per la seconda linea di casa. Tra le trentine si salvano la solita Brugnara (11 punti) e Gorgoglione, se non altro per il grande lavoro a muro che ha spesso tenuto a galla la squadra trentina nei momenti difficili. Molta fatica, invece, ha fatto il trio di palla alta: capitan Depaoli è la meno peggio con 8 punti e il 40% di realizzazione, troppo poco per pensare di impensierire le avversarie.

La strada delle poere si fa ora molto in salita: il risultato pone le venete in netto vantaggio in vista della gara di ritorno programmata per domenica 16 maggio. Per avere qualche chances di passaggio dovranno vincere subendo al massimo un set (0-3 o 1-3) e quindi vincere pure il golden set seguente. Ogni altro risultato promuoverà le padovane.

La cronaca

Al rientro in campo dopo oltre un mese senza partite ufficiali, l’ultima risale al 31 marzo scorso in casa del Neruda, coach Di Nardo all’ultimo momento deve fare a meno del libero Cagol in isolamento fiduciario, che si aggiunge a una Nahum che non si è potuta allenare regolarmente. Al suo posto trova spazio Falvo e con lei tutte le titolari con la diagonale Tuller- Michieletto, Gorgoglione e Brugnara al centro, Depaoli e Pedrotti schiacciatrici.
L’avvio di gara è promettente, un ottimo muro-difesa permette di limitare l’attacco avversario e la solita generosità di Brugnara sopperisce a una certa sterilità del trio di palla alta dove solo Pedrotti pare ispirata. Il vantaggio del Marzola (7-4 e 11-9) è destinato a esaurirsi, perché poco alla volta Giorgia Benin entra in partita e per le padrone di casa iniziano a essere dolori. Brugnara con 3 punti in fila tiene avanti le sue (14-13) e un suo muro dopo uno dei pochi punti di Michieletto vale il 19-19. Da questo punto in poi il Legnaro cambia marcia e con un parziale di 1-6 propiziato anche dal servizio dell’opposto Ballan chiude il primo set.

Gli ace di Tuller e Pedrotti illudono ancora il Marzola nel parziale seguente (4-1), ma la palleggiatrice Vitturi suona la carica ed è molto brava a variare il gioco e imprimere le giuste accelerazioni quando serve per mandare fuori fase il muro di casa. Le ospiti pareggiano sul 9-9 e allungano sul 10-14 sempre con una Benin irrefrenabile e con Di Nardo che deve chiamare di corsa il time out. Al rientro dal minuto di sospensione le cose vanno meglio, se non altro perché è servito a spezzare il ritmo del Legnaro che commette diversi errori di precisione in attacco. Le rosablù rientrano sul 18 pari dopo due attacchi consecutivi altrui finiti larghi, Benin e Ballan allungano sul 20-23, Gorgoglione e Michieletto ricuciscono (22-23) ma nel finale Russo e Ballan spediscono il Legnaro sullo 0-2.
Sotto nel punteggio e minate nel morale le ragazze di Di Nardo non riescono più a imbastire una qualsiasi opposizione o resistenza nel terzo set, completamente appannaggio delle venete. In pochi minuti il tabellone segna 1-6 e 5-11. Il vantaggio delle ospiti si dilata, l’entrata di Fuganti, Nahum e Tormen non cambia l’inerzia del parziale mentre il Legnaro vola sulle ali dell’entusiasmo (5-19 e 7-21) e sul 9-25 si chiude il set e l’incontro.
Domenica sarà durissima, ma va ricordato che la conquista della postra season rappresenta già un risultato importante per questo gruppo.

Il tabellino completo

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video