SporTrentino.it
B1 Femminile

Volano Rothoblaas, troppi errori per tenere testa all'Arena

Comincia con un pericoloso passo falso il cammino del Rothoblaas Volano nei playoff di B1 femminile, gli ultimi ad aver preso il via. Ieri sera la squadra lagarina è stata sconfitta per 3-1 (25-23, 17-25, 25-20, 25-19) sul campo della terza forza del gironcino C2, il Vivigas Arena, formazione dell’hinterland veronese che ha messo in campo meccanismi di gioco rodatissimi, nella loro semplicità, due laterali dal braccio pesantissimo, come previsto, e tanta difesa, sulla quale ha costruito una fase break nettamente superiore a quella delle ospiti.
Il Volano se l’è giocata alla pari solo nei primi due set, perdendo il primo per un’inezia e vincendo in maniera convincente il secondo, ma poi è crollato sotto i colpi, pesanti e scoccati da altezze inconsuete per la categoria, di Frangipane e Sgarbossa, ma soprattutto sotto il peso dei propri errori, una vera zavorra costata 12 punti nel primo set, 7 nel secondo e 10 nel terzo.
A complicare la situazione delle lagarine in vista della gara di ritorno ci si è messo anche lo stop di Emma Galbero, la migliore in campo della Rothoblaas insieme a Elena Gabrieli, che al termine del terzo set ha dovuto rimanere in panchina per il riacutizzarsi del dolore al ginocchio operato. Luca Parlatini ha così potuto far esordire l’atina Blerona Tasholli, impiegata per l’intera quarta frazione come opposta. Sarà cruciale capire se sabato potrà essere regolarmente in campo per il match di ritorno, nel quale il Volano dovrà vincere per 3-0 o 3-1 per poi giocarsi la qualificazione al golden set, un’impresa non da poco contro il quadratissimo Arena visto ieri sera in azione.

La cronaca della gara

Due variazioni sul tema nelle due formazioni che si schierano in campo per il fischio d’inizio. Il Volano alterna nel ruolo di libero Scanagatta e Della Valentina, impiegando la prima in ricezione e la seconda nella fase break, mentre il Vivigas decide di dare fiducia alla giovanissima Anna Hrabar, classe 2002, nel ruolo di contromano, preferendola alla titolare Alessia Cicolini.
I primi scambi chiariscono subito quali saranno i fili conduttori della sfida, ovvero gli attacchi a segno di Sgarbossa e gli errori in attacco e al servizio delle ospiti: sul 6-4 sono già tre su entrambe le voci. Nulla di irrimediabile per ora, se non fosse che i due problemi diventeranno cronici.
Con le battute di Barbolini e Tresoldi il Volano va al sorpasso sull’8-9, sfruttando un errore di Frangipane, un attacco di Pozzoni e uno smash di Gabrieli. Le trentine ora giocano bene e anche se Scanagatta subisce un ace da Frangipane, riescono a portarsi fino al +3 (12-15), incassando un errore di Hrabar e un attacco vincente di Barbolini, che fa seguito ad una bella difesa di Pozzoni. Tutto molto bello, peccato che il Rothoblaas si fermi qui e decida di spianare la strada alle veronesi, cominciando con una pipe fuori misura di Galbero. In tre sole rotazioni il Vivigas piazza un parziale shock di 11-4, tutto imperniato sugli attacchi e i muri di Frangipane e sugli errori in serie del Volano, che perde completamente la bussola nonostante i due time out chiamati da Parlatini. Attacchi sbagliati, due battute out e una “fast” rimasta sulla carta lanciano l’Arena sul 24-20, parziale che un colpo di coda finale (muro su Brutti e pallonetto di Pozzoni) non riesce a compensare. Chiude un attacco di Sgarbossa che Della Valentina difende bene, ma sul nastro.

Si cambia campo e il Rothoblass sembra aver imparato la lezione. Fino al 7-7 tiene testa alle veronesi, imbrigliando Sgarbossa, poi con un po’ di fortuna (ace sul nastro di Tresoldi) e di precisione (muro di Gabrieli su Guiotto) va avanti di due, allungando ulteriormente con i buoni sevizi di Bortolot, che tengono lontane da rete le due potenti schiacciatrici di casa. Le gialloblù sono alle corde e stavolta non reagiscono, anzi, incassano altri tre break point quando Emma Galbero scarica tre jump float profonde nel campo avversario, generando un attacco vincente di Pozzoni, un ace e un errore di Sgarbossa. Nel frattempo Bertolini ha sostituito l’opposta Hrabar (che non ha colpe specifiche) con Cicolini. Le sue ragazze riescono sono a ridurre lo svantaggio da 9-16 a 13-16, proprio con i servizi della nuova entrata, ma è tardi per tornare in gioco, perché con tre affondi gi Galbero (due pipe e un attacco) e due errori scaligeri il Volano va a chiudere sul 17-25 senza alcun affanno. Non è un caso che la frazione si chiuda con la miseria di due errori del Volano, un “plus” che purtroppo rimane completamente isolato.

Nel terzo set, infatti, le cose si mettono subito male. Sul 2-1 Brutti piazza due ace identici in zona di conflitto fra le incerte Barbolini e Scanagatta, poi Frangipane mette a terra la palla del 6-2. Il Volano rimane a distanza, avvicinandosi grazie a un muro di Tresoldi su Frangipane (12-11), per farsi poi travolgere dalla rotazione avviata dalla stessa numero 12 gialloblù, che va a battere sul 13-11 e smette sul 18-12, un parziale micidiale nel quale ancora una volta gli errori trentini pesano, insieme alla ricezioni scadenti. Un doppio cambio permette a Tasholli di esordire con la maglia del Volano, ma è solo sul 21-14 che il Rothoblaas dà nuovamente segni di vita, trascinato dai primi tempi e da un muro di Gabrieli, poi da un attacco di Barbolini, fino al 21-18. Ma è troppo tardi, muri e attacchi di Frangipane costruiscono rapidamente il 25-20 finale.
Nella quarta frazione il Volano dovrebbe dare tutto quello che ha per cercare di portare la contesa almeno al tie break, facilitandosi così il compito che l’attende sabato sera. Invece deve rinunciare a Emma Galbero, il cui ginocchio consiglia lo stop. Così Parlatini schiera Tasholli opposta e riporta Pozzoni nel suo ruolo di posto-4. L’inizio della frazione non sarebbe nemmeno da buttare, visto che fino all’8 pari i giochi rimangono apertissimi, non fosse che sei punti su otto dell’Arena sono il frutto di altrettanti errori ospiti. Sgarbossa picchia forte e il Volano non riesce a contenerla, ma ritrova Barbolini, che tiene le lagarine a contatto con le avversarie fino a 15-14. A quel punto, dopo un cambio palla della solita Frangipane, va la servizio la regista Bissoli e per il Volano è notte fonda, dato che il Vivigas ricostruisce con facilità disarmante, andando a segno due volte con Frangipane, due con Cicolini e raccogliendo due omaggi trentini. Sul 22-14 la partita è finita, si tratta solo di trascinarla verso il 25-19, pensando già a quello che potrebbe succedere sabato prossimo.

Il tabellino completo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video