volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
A2 Femminile

Carly Dehoog fiduciosa: «Miglioriamo di partita in partita»

Dopo aver visto in azione una palleggiatrice americana con la maglia della Trentino Rosa nella massima serie, l’anno scorso, in questa stagione l’Itas Trentino ha pescato negli States per coprire il ruolo di opposto. Per la californiana Carly Dehoog, che ha da poco compiuto 28 anni, questa è la prima esperienza in Italia dopo una stagione in Svezia nell’Örebro, una in Polonia con il Bks di Bielsko-Biala e due al Cannes in Francia.

Nonostante le tre sconfitte iniziali che la squadra ha incassato contro Brescia, Albese e Olbia, Carly ha iniziato con il passo giusto l'avventura trentina, come dimostrano i numeri, che la vedono al secondo posto in serie A2 e al primo per quanro concerne il solo girone A per numero di punti realizzati (119): meglio di lei ha fatto solo Nikoleta Perovic del San Giovanni in Marignano. Carly è anche quarta per numero di muri vincenti, dietro a tre centrali, quali Alexandra Botezat di Busto Arsizio, Giada Civitico del Sassuolo e Katja Eckl del Martignacco.

L’abbiamo intervistata dopo la partita giocata domenica contro il Sassuolo per conocerla meglio. Le sue risposte sono, ovviamente, in lingua inglese, ma facilmente comprensibili anche da chi non la conosce bene, dato che si esprime in maniera molto chiara.


Nel commentare il match evidenzia gli alti e i bassi di rendimento dell’Itas visti anche in questo incontro e spiega il calo del secondo set soprattutto con un ribaltamento delle parti al servizio: efficacissimo quello trentino nella prima frazione, ottimo quello delle modenesi nella seconda.
In merito alla svolta iniziata con il 3-0 ai danni di Mondovì, Carly spiega che dopo la tre sconfitte il gruppo ha parlato molto e si è allenato ancora più duramente per uscire dalle difficoltà, focalizzando l’attenzione sul fatto che non mancava molto per fare un salto di qualità e sull'elevato numero di partite da giocare ancora disponibili per sistemare le cose.

In quanto al proprio rendimento, l’opposta americana spiega che sta crescendo di settimana in settimana, migliorando progressivamente l’inserimento nel gruppo e nei meccanismi di gioco.

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,609 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video