volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
B1 Femminile

Serena Blasi e Francesca Baccolo rimangono in B1

La retrocessione in serie B2 della Walliance Ata Trento ha dato vita, come si poteva immaginare, a profondi cambiamenti nel roster allenato da Marco Mongera. In attesa delle ufficializzazioni alla voce arrivi, si sono già registrate quattro partenze importanti.
La prima, in ordine cronologico, è stata quella della schiacciatrice Blerona Tasholli, che nella passata stagione ha vestito, in prestito, la maglia del Volano, ma il cui cartellino rimane dell’Ata. La giocatrice nonesa, nata a Bolzano nel 2001, si è trasferita al Clai Imola e potrà quindi continuare a calcare i taraflex di serie B1. La scelta è ricaduta sul club emiliano anche in virtù del fatto che Blerona è iscritta all’Università di Bologna. Le bolognesi sono state inserite nel girone D e non incontreranno quindi il Volano sulla propria strada, ma se la vedranno con avversarie emiliane, marchigiane, abruzzesi e umbre.

Serena Blasi contro il muro di Offanengo
Serena Blasi contro il muro di Offanengo

Detto del salto in serie A2 della regista Ilaria Granieri, che giocherà a Martignacco, sono rimaste in serie B1 anche altre due titolari della formazione della passata stagione, come la schiacciatrice Serena Blasi e la centrale Francesca Baccolo.
La prima, marchigiana del 2002, militerà nell’unica formazione friulana di B1 femminile, la neo promossa Blu Team di Pavia di Udine inserita nel girone C e quindi a differenza di Blerona se la vedrà con il Volano.
Arrivata a Trento quattro anni fa proveniente dal settore giovanile di Grottazzolina, si è fatta pallavolisticamente le ossa alla Walliance, disputando quattro stagioni in B1. Il punto più alto di questo percorso è stato raggiunto, da lei e dal resto del gruppo, nella stagione da poco conclusa, almeno fino a quando la squadra ha veleggiato nella parte alta della classifica. La sfida nella quale ha realizzato più punti è stata quella giocata a Crema, nella quale Serena ne ha messi a segno 20, in doppia cifra è andata anche contro il Gorle (17), Almenno (13) e Busnago (10). Nel girone di ritorno ha invece giocato molto meno.
Ad Udine troverà un gruppo profondamente rinnovato, i cui punti di forza saranno tre atlete reduci dalla serie A2, ovvero l’opposta Sofia Pagotto (ex Talmassons) e le schiacciatrici Giulia Pascucci e Letizia Franceschinis (ex Martignacco).

Francesca Baccolo contro il muro di Costa Volpino
Francesca Baccolo contro il muro di Costa Volpino

Lascia invece l’Ata dopo due stagioni Francesca Baccolo, centrale bresciana del 2001, che vestirà la maglia del Don Colleoni Trescore, squadra bergamasca sfidata dalla Walliance nella passata stagione. Diventa parte di un roster molto ambizioso, nel quale farà reparto con Monica Rettani, reduce dalla promozione in A2 con il Lecco Picco. Troverà anche l’opposta Sara Lodi, pure lei fresca di promozione in A2 con la maglia di Cremona.
A Trento Francesca ha potuto dimostrare il proprio valore solo nella seconda parte della stagione passata, ovvero una volta superata la convalescenza resa necessaria dall’operazione al ginocchio dell’estate scorsa. Simmetricamente a quanto accaduto a Serena Blasi, ha quindi dato il meglio nel girone di ritorno, andando in doppia cifra contro Bedizzole (la sua ex squadra, 16 punti), Almenno, Trescore e Offanengo (12 punti) e Busnago (11 punti). Il Don Colleoni giocherà nel girone lombardo e affronterà anche due squadre sarde, ma non il Volano.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,582 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video