volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
B Maschile

UniTrento in scioltezza, Argentario sempre più in crisi

L’UniTrento passeggia contro il Casalserugo e allunga sulle pretendenti ai playoff, l’Argentario senza coach Taborda in panchina perde in casa anche contro il Trebaseleghe e si ritrova in penultima posizione, sorpassato anche dal Pradamano.

Qualche ora prima della partita di sabato la società argentonero con un comunicato ha reso nota la decisione consensuale di rescindere il contratto con il tecnico protagonista della sudata salvezza dello scorso anno con la volontà di “dare una scossa a un ambiente ormai troppo rassegnato e che ha bisogno di nuovi stimoli”. Sulla panchina siederà fino a fine stagione Nicola Giuliani. Una decisione, quella del club cognolotto se non altro appare piuttosto tardiva. Se la matematica ancora non condanna l’Argentario e le possibilità di salvezza sono intatte, quello che manca è appunto il tempo. Mancano sei partite al termine del campionato e i punti da recuperare sulle avversarie sono otto. Otto come le sconfitte consecutive dei minatori che non vincono dal sette gennaio scorso e dovranno invertire la rotta al più presto a partire dall’impegno esterno di sabato prossimo contro il Casalserugo. Una sfida che assomiglia molto a un’ultima spiaggia. Nella partita di sabato contro il Trebaseleghe, l’Argentario ha iniziato male la serata, andando subito sotto di due set. Le cose sono migliorate nel terzo, ma ogni tentativo di rimonta ulteriore è stato smorzato nel quarto quando i padovani hanno chiuso l’incontro e ottenuto i tre punti.

Nella parte opposta della classifica continua, invece, la marcia in vetta dell’UniTrento che si sbarazza del Casalserugo e approfitta del rallentamento di Massanzago e Bolghera per mettere qualche punticino in più tra sé e le due rivali. La formazione ospite ha confermato le difficoltà espresse lontano dal proprio palazzetto e gli universitari hanno fatto loro i tre set spingendo su servizio nel primo (ace di Parolari, Ceolin e Coser), e a muro nel secondo e terzo per bloccare o rallentare gli attacchi ospiti e avviare pesanti parziali. E’ il caso di quanto accaduto a inizio del secondo set quando due muri di Coser hanno contribuito all’8-1, cosa che si è poi ripetuta sul 10-9 nel terzo. Un muro di Dell’Osso e due in fila di Parolari cui è seguito l’errore degli avversari hanno spedito gli amaranto sul 15-9 e portato parziale e match a concludersi in poco tempo. Sugli scudi Parolari, efficace in tutti i fondamentali nonché miglior marcatore della serata con 14 punti.

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,953 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video