volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
A1 Femminile

L'Itas Trentino pareggia con Conegliano a Longarone

Nel quarto test stagionale l’Itas Trentino ha pareggiato ieri per 2-2 con le campionesse d’Italia della Prosecco Doc Imoco Conegliano. Dopo il successo nel Trofeo Città di Trento di sabato scorso, il sestetto gialloblù è stato protagonista di una gara in crescendo, onorando nel migliore dei modi la «Partita per la Memoria», andata in scena sul parquet di Longarone, un evento inserito nell’ambito delle celebrazioni per il 60° anniversario del disastro del Vajont.

Dopo i primi due set conquistati dall’Imoco, grazie soprattutto alle ottime iniziative al centro della rete di De Kruijf (82% a rete) e Fahr (3 muri), l’Itas Trentino è cresciuta strada facendo. Sinibaldi ha ottenuto ottime risposte soprattutto dalle neo entrate Mason, Marconato e Moretto: per la laterale 11 punti personali con il 44% di positività in attacco, per la giovane azzurra un brillante 5 su 5 in attacco, per Moretto 8 punti con il 50% a rete. Top scorer della sfida l’opposta di Trento DeHoog con 14 punti.

La cronaca

Sinibaldi, ancora privo di Zago e Angelina, a riposo precauzionale, si affida inizialmente al medesimo sestetto visto all’opera al Trofeo Città di Trento, con Guiducci al palleggio, DeHoog opposto, Michieletto e Shcherban laterali, Olivotto e Gates al centro e Parlangeli libero. Nel corso del match il coach trentino ha dato spazio a Moretto e Marconato al centro, a Mason in posto 4 e al secondo libero Mistretta.
Santarelli, privo di tre big come Wolosz, Robinson e Plummer, risponde con Bugg in regia, Haak opposto, Gennari e Novello in posto 4, Fahr e De Kruijf al centro e De Gennaro libero, per poi gettare nella mischia nella seconda parte di gara anche l’ex Trentino Rosa Vittoria Piani, oltre alle giovani Bardaro, Coba, Visentin, Adigwe, Moroni e Marchesini.

«La strada intrapresa è senz’altro quella giusta. – ha spiegato a fine gara l’allenatore Marco Sinibaldi – Come accaduto già con Messina nel Trofeo Città di Trento la squadra ha dimostrato di essere viva e di mettere in campo la giusta energia. Conegliano ha valori tecnici notevoli, pur non essendo al completo, ma mi è piaciuto molto l’atteggiamento delle mie ragazze, che hanno saputo rimanere in partita fino in fondo».

Il tabellino

Prosecco Doc Imoco Conegliano - Itas Trentino 2-2 (25-20, 25-19, 20-25, 19-25)
PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO: De Kruijf 11, Gennari 9, Haak 10, Bugg 2, Fahr 6, Novello 5, De Gennaro (L); Piani 6, Bardaro 0, Coba 0, Visentin 2, Adigwe 6, Moroni 1, Marchesini 0. All. Daniele Santarelli.
ITAS TRENTINO: Shcherban 3, Michieletto 6, Guiducci 3, Olivotto 3, DeHoog 14, Gates 4, Parlangeli (L); Mason 11, Marconato 5, Moretto 8, Mistretta (L). N.e.: Stocco, Zago, Angelina. All. Marco Sinibaldi.
DURATA SET: 24’, 23’, 22’, 22’; tot. 1h e 32’.
NOTE: Imoco Conegliano: 5 muri, 3 ace, 19 errori in battuta, 12 errori azione, 41% in attacco, 46% (27%) in ricezione. Itas Trentino: 2 muri, 7 ace, 19 errori in battuta, 12 errori azione, 37% in attacco, 56% (36%) in ricezione.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video