volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
B2 Femminile

Clamoroso scivolone dell'Ata a Torri di Quartesolo

Un bel pasticcio, non c’è che dire. La Studio 55 Ata torna a mani vuote dalla trasferta di Torri di Quartesolo, lasciando l’intera posta ad un team che fino a quel momento aveva conquistato appena un set in quattro partite, sul campo del Chorus Bergamo la seconda di campionato. Il ko delle trentine, 3-1 (25-22, 11-25, 25-23, 25-19), giunge del tutto inaspettato, dato che fino ad ora la squadra del capoluogo aveva lasciato intendere di poter contare su un’ossatura solida, che aveva incontrato grosse difficoltà solo nel derby di Cognola, anche a causa della giornata di grazia dell’Argentario al servizio.

La partita di domenica pomeriggio ha invece rimesso tutto in discussione. Si è trattato di un match equilibratissimo e già questo, a prescindere dal risultato finale, dovrebbe far pensare. Ad avere la meglio è stata la squadra che si è comportata molto meglio nell’attacco di palla alta: i martelli Piron, Parise e Schena hanno infatti messo a terra 39 palloni, il quartetto composto da Depaoli, Bisoffi, Carosini e Colombo, gettata nella mischia dalla seconda frazione, appena 19. Una differenza macroscopica, che sarebbe ancora più ampia se togliessimo dal computo il secondo set, vinto a mani basse dall’Ata e che ha purtroppo rappresentato un’anomalia, invece che una costante, del match. La trazione dei centrali non è mai mancata, basti pensare che Bogatec e Brugnara hanno realizzato la bellezza di 33 punti in due (contro gli 11 di Marinucci e Novello), ma sono state le uniche ad opporsi con efficacia alle padrone di casa, che hanno preso via via coraggio.

Nel primo set l’Ata, schierata con Tuller al palleggio, Carosini opposta, Depaoli e Bisoffi schiacciatrici, Miori e Brugnara al centro e Margoni libero, si è trovata più volte a gestire vantaggi che avrebbero potuto essere risolutivi contro una squadra giovane e inesperta come il Torri, leggi il 5-8 iniziale, l’11-14, il 16-18 con due ace consecutivi di Bogatec. Dal 21-20 in poi, invece, le vicentine sono state più concrete, piazzando un muro vincente su Bisoffi, firmato da Schena, e capitalizzando l’errore in attacco commesso poco dopo da Maines, entrata per la compagna poco prima (24-21). A poco è servito il dominio assoluto delle ospiti nella seconda frazione, affrontata con Brugnara e Bogatec al centro, e, a sorpresa, con Emily Colombo opposta fino alla fine del match. Gli importanti vantaggi iniziali (2-5, 4-8, 6-10) costruiti con il muro e gli errori delle vicentine, sono poi stati dilatati all’inverosimile dal turno in battuta di Bisoffi, che ha trascinato le compagne fino ad un irreale 7-19 e poi ad un 9-23. Il problema è stato che dopo il cambio di campo tutto è ricominciato a girare come nella prima frazione, come se nulla fosse successo.

Il tabellino completo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,344 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video